Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
lunedì 27 aprile 2015

Ed eccoci arrivati al season finale.
Questa stagione di Vikings è stata piuttosto veloce ma molto sofferta, e le profezie si sono avverate.
"Non saranno i vivi, ma i morti a conquistare Parigi"
"L'orso sposerà la Principessa".

Devo dire che adoro i finali di stagione di questa serie tv. Mi piace l'atmosfera concitata ed il rapido susseguirsi degli eventi.
Ho adorato moltissimo anche il fatto che siano stati dedicati degli attimi allo scavare le anime dei protagonisti e che ci siano moltissime domande ancora in attesa di risposta.
Tutto ciò crea dentro di me una sorta di morbosa curiosità. Una convinzione in merito alla circostanza che questi abbiano ancora tanto da raccontare.
Ci sono telefilm che vivono i finali di stagione come la chiusura di un capitolo, come una soluzione.
Vikings no.
Come GOT, diventa contemporaneamente un dolce ed un antipasto.
Come quando ai matrimoni arriva la torta alle sei di pomeriggio, prima che si ricominci con il rinfresco della sera, per gli amici.
E sei sazio, ma in lontananza vedi le olive verdi, o le tartine al salmone. E sai che ti piaceranno.



Alla fine, Parigi è stata conquistata.



Inutile negare che questo episodio sia stato un continuo e palese encomio a King Ragnar.
Quest'uomo dimostra valore e cervello. Dimostra di meritare più di ogni altro la posizione che occupa. E dimostra quanta poca fiducia gli sia rimasta per il mondo intorno a lui.
Inoltre, l'occasione è sfruttata anche per impartire a Bjorn, il suo erede designato, una lezione.
Conta solo su te stesso.
Ma soprattutto, non ragionare con il cuore ma con la testa.
Ed è quello che fa Ragnar.


Anche se così non sembrerebbe all'inizio!

Perché il cuore gli suggerirebbe di lasciarsi andare, di cedere all'oblio, di raggiungere Althestan. Ma la testa, l'orgoglio, il valore, lo partano a tradire i valori del Prete.
E mi viene in mente la frase che disse qualche puntata fa, parlando con l'anima dell'uomo.
"Perdonami per quello che farò".
Che il piano avesse già cominciato a prendere forma dentro di lui?


Gli sceneggiatori ci mostrano una Parigi non così "santa".
Fatta eccezione per la Principessa Gisla, l'imperatore è un codardo ed il Conte Odone un pervertito.
Alla fine dei conti anche Vikings ha ceduto alla "cinquanta sfumature mania". Non so se lo avete notato ma quest anno, in diversi telefilm il sadomaso è stato in voga.



A parte questo, nonostante gli accordi, i vichinghi non lasciano la terra di Francia.
Quando i parigini vanno a chiedere informazioni, la risposta è immediata e piuttosto convincente.
Il Re sta male e non può affrontare un viaggio.
Inoltre, se dovesse morire, ha espresso il desiderio di ricevere una sepoltura cristiana.

Al capezzale di Ragnar, Bjorn è sempre presente.
Ed il padre, condivide con lui e con lui solo il suo piano.

Così, quando il corpo di Ragnar viene chiuso nella sua cassa, sono rimasta interdetta.



La prima cosa a cui ho pensato, è stato il cavallo di Troia.
Fino all'ultimo, ero certa che Ragnar non potesse morire. Ma poi, dopo gli estremi saluti, mentre veniva trasportato dentro le mura di Parigi, per un momento ho temuto sul serio che fosse la fine.
"Ecco un altro Ned Stark" ho pensato.
Uno che tu dici "No, non può morire!" ed invece te lo fanno fuori così.
Sarebbe stata oltre modo coraggiosa, in realtà, come scelta.

Questa morte apparente, ci ha permesso di guardare nei cuori degli altri.
E Lagertha, che piange la morte dell'ex marito. Che gli augura, contro la volontà dello stesso, di finire nel Valhalla, in modo che possano combattere e bere insieme e poi amarsi ancora.




E Rollo, che ammette le sue debolezze. Che ammette i suoi sbagli e quanto di così romanticamente malato ci sia nel loro rapporto.



Ed infine Floki e la poetica Catulliana del "Odi et amo".




 Amore inteso, a mio parere, come fede. Già, perché credo che Floki credesse profondamente nel legame a doppio filo tra Ragnar e Odino. Nel destino che gli dei avevano riservato al popolo normanno, per mezzo del Re.
E si sente tradito. Tradito perché la sua devozione non è stata ripagata. Perché si sente non considerato come dovrebbe.
Però non è così, non è sempre stato così.
Ragnar ha dato a Floki moltissima importanza, fino a che questo non ha cominciato a comportarsi da folle. Fino a che non smettesse di guardare il mondo con i suoi occhi.
Floki ha iniziato a filtrare tutto attraverso la religione, non ha accettato la conoscenza, non ha accettato la contaminazione, non ha accettato che il suo posto fosse messo in ombra da Althestan. 
E quindi in realtà questo odio è un misto di diverse cose. Un odio alimentato dalla fede, certo, ma anche dal terreno bisogno di sentirsi apprezzato, importante, essenziale. 
Ma io a questo punto sono piuttosto certa che l'amore che legasse il Re a Floki, fosse ben altra cosa rispetto a quello che Ragnar covava per il Prete.
Io non voglio fare la romantica per forza. E lo so che in molti non apprezzano questo genere di considerazioni.
Ma neanche quando morì sua figlia Ragnar fu così disperato, per così tanto tempo. E, secondo me, in molti ne sono stati consapevoli.

Ad ogni modo, la bara di Ragnar entra a Parigi, nella cattedrale, nel cuore della cristianità.
E lì lui "risorge" come pagano, come Re, come uomo che ragiona con la testa e non con il cuore, come l'uomo che ha chiesto perdono al prete prima ancora di arrivare in territorio francese.



Uccide il vescovo e prende la principessa allo scopo di far aprire le porte ai suoi compagni, poi la lascia andare.
E comincia il saccheggio.
E il bottino è tanto e soddisfacente.
E finalmente possono andare via, almeno fino alla primavera successiva.

Sarò onesta, è più di un mese che Ragnar sta male senza ricevere cure adeguate, con una situazione igienico sanitaria attorno piuttosto preoccupante, e sta affrontando un viaggio molto lungo.
Come renderanno credibile la sua sopravvivenza?
Non è che io ne desideri la morte, eh! Nel corso di questa stagione ho quasi perdonato il Re per il tradimento ai danni di Lagertha. Ma non vorrei che si ricorresse ad un salvataggio poco credibile e miracoloso.

Comunque, non tutti i vichinghi lasciano la terra Francese.
Rollo resta, teoricamente per presiedere l'accampamento, in attesa del saccheggio di primavera.
Ma il Re Codardo, finalmente, decide di fare qualcosa per salvare la sua città.
Offre, titoli, territori e onori a Rollo. 
E anche di più. Gli offre la mano della Principessa Gisla. E forse Rollo avrebbe rifiutato se non avesse ascoltato le parole del veggente, e forse avrebbe rifiutato se avesse avuto più fiducia nella sopravvivenza del fratello. Ma così non è stato.
E sarò onesta, la scena dell'incontro tra i due mi ha uccisa.




Tranquillo Rollo, che chi disprezza compra. Eccome se compra. Quelli saranno novanta chili e più di Manzo di alta qualità! Se non compra lei, compro io!

Ed alla fine, come ultima scena, Ragnar che chiama Floki.
Tornando a casa, nonostante il dolore, la malattia, le ferite, la vittoria e mettiamoci anche l'estremo rimpinzamento del suo enorme ego, Ragnar ha un solo pensiero.



"Tu hai ucciso Althestan".
Se non è amore questo ...
Anche se mi è sorto un dubbio. Forse la colpa di tutto questo sentimento che si percepisce tra i due non è degli sceneggiatori. Forse dipende da altro ...

Ragazzi, io vi adoro, ma sarebbe più professionale lasciare i vostri sentimenti fuori dal set!


Insomma, al prossimo anno! A voi l'episodio è piaciuto? Che ne pensate? Cosa accadrà nella prossima stagione?
Fatemi sapere, un abbraccio, Mika!

Valutazione Episodio:


Se volete saperne di più, andate sulla nostra pagina
e sulle pagine nostre amiche:



https://www.facebook.com/pages/%E1%83%A6-I-cant-live-without-my-favorite-series-and-movies-%E1%83%A6/777484872326990

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge