Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
lunedì 2 novembre 2015


Ciao a tutti e rieccomi nuovamente qui con una recensione doppia per gli episodi 5 e 6 di "Uno su mille ce la fa", perché diciamocelo, se alla fine di questa serie tv resta un personaggio vivo possiamo già dirci soddisfatti.

Allora, #trophyistheway (ma dove cavolo è finito 'sto trofeo? che l'anno scorso pareva fosse unica ragione di vita per tutti e quest'anno non se lo caga fila nessuno!) e via di doppia!




Intanto, due cose, anzi tre:
1. diamo il bentornato ad How To Get Away With Murder, che con l'episodio "Meet Bonnie" ci ha fatto finalmente rivivere gli antichi fasti della scorsa stagione!
2. dato il bentornato? bene, ora risalutatelo, perché con la puntata di dopo siamo tornati alla indefinizione di questa stagione.
3. ho finalmente capito qual è l'ingrediente che manca in questa tornata di episodi: potranno anche confonderci con un MancamentoFrank ignudo di qua, ed un ConnorIlGomblottaro uscito dalla doccia di là, ma noi (IO) restiamo fedeli al nostro ManzoNate, e la mia porzione di nudo quest'anno non l'ho ancora avuta!!!
Ciao ManzoNate!
 
Scleri ormonali a parte. Partiamo con la recensione reale.
"Meet Bonnie" è stato un episodio intenso, l'ho amato moltissimo. Nessuna "perdita"  di tempo in casi paralleli. Solo Bonnie, tanta Bonnie.
La sua disperazione, la sua sofferenza, il suo amore confessato per Asher, la scoperta della sua difficile infanzia (è un eufemismo, lo so, "difficile" non rende l'idea di quello che possa essere stata la sua infanzia, non rende l'idea di quello che può essere stata l'infanzia di nessun bambino costretto a vivere quell'inferno), il racconto dell'omicidio di Sam (ok inventato, ma comunque sofferto, forse perché in quel racconto ci ha messo un po' del suo passato reale).
 
E poi il confronto tra Asher e Annalise sui fatti di quella notte.
Mi è piaciuto moltissimo come Annalise abbia preso le difese di Bonnie, raccontando quanto essere donna sia un mestiere difficile. Se sei maschio non puoi saperlo, nessuno può saperlo. Nessuno può sapere che prenderanno la tua vita, la metteranno sotto i riflettori, ti faranno passare per colpevole, perché se un uomo vuole usarti violenza, la COLPA E' TUA: del tuo modo di vestire, del tuo modo di sorridere, del tuo modo di parlare, del tuo modo di toccarti i capelli. Soprattutto, la colpa è tua se quell'uomo accusato non può più difendersi.
 
Ora, a prescindere dal fatto che le cose con l'omicidio di Sam non siano andate esattamente così, questa riflessione è davvero profonda, e vera purtroppo. Dannatamente vera.
 
Tutto quello che è accaduto in questo episodio, a mio parere, è stato offuscato da queste rivelazioni.
Quindi, sì:
- belli i Coliver che si dichiarano amore eterno (ricordiamo che ConnorIlGomblottaro era nato come il personaggio che "non deve chiedere mai", quindi interessante il suo cambiamento, anche se onestamente poco comprendo da cosa sia stato dettato, nel senso, a parte vederli copulare, e vedere Oliver aiutare, a gratis, nei casi, il rapporto di questi due su cosa si basa? tutto questo Amore, da cuori, baci e quant'altro, da dove viene fuori? mah, a me lasciano un po' perplessi, trovo che il cambiamento di Connor non sia stato approfondito come avrebbe dovuto per giustificare il passaggio dal "Io non ho fidanzati" al "Io che amo solo te");
- belli LaurelLaDivah e MancamentoFrank che decidono di mollare tutta la storia del "conosciamoci meglio" per passare direttamente al "ripassiamoci meglio", ovvio che l'ormone è impazzito alla vista della loro scena, e finalmente anche, visto che hanno una chimica questi due meravigliosa (domanda tendenziosa: ma il fidanzato di Laurel? lei lo ha lasciato? se sì, quando? io non me lo ricordo #alzheimergaloppantemodeon);
- belli MultitaskingAnnalise e ManzoNate che continuano a raccontarsi bugie su bugie senza capire più quale cavolo sia la verità (stanno facendo venire i dubbi pure a me sinceramente, e soprattutto, ormai non capisco più quando Annalise parla sul serio, quando mente, se quando piange, lo fa davvero o è solo vodka che le esce dagli occhi).
Insomma, tutto molto bello, ma tutto surclassato da Bonnie e la sua storia.
 
La chiusura, con l'arresto di Levi e la scoperta della valigia piena di soldi merita una menzione a parte: Frank è un genio, del male, ma pur sempre un genio!

E proprio dal genio di Frank ripartiamo con l'altro episodio "Two Birds, One Millstone".
Perché veramente la preoccupazione di Frank in apertura con il flashforward sull'aggressione ad Annalise sembrava reale. Poi, il suo sguardo mi ha fatto ripetere: Frank sei un genio!

 
Solo un pazzo manipolatore assassino senza scrupoli può riuscire a fare quello fa lui, e farlo dannatamente bene. Così dannatamente bene che, a dispetto della morale che ci spinge a credere e sperare in altro, noi ci ritroviamo a fare il tifo per lui.
Quanto meno, io faccio il tifo per lui. Amo quando nelle serie tv mi mettono a confronto con personaggi del genere: io so cosa e chi sceglierei nella vita vera, ma nella finzione faccio sempre (beh, quasi sempre) il tifo per i villain. Sarà perché sono meglio costruiti, più misteriosi, più intriganti, non lo so, ma alla fine risultano di gran lunga più interessanti di altri.
In questa serie, di certo, Frank risulta mooooolto più interessante di tutti i Keating5 messi insieme.
Quindi Go Frank, io voglio capirci di più di te.
E non mi riferisco al siparietto con la tua famiglia (siparietto che ho trovato superfluo onestamente). Mi riferisco a capire davvero chi sei e che ruolo hai in tutta questa vicenda.
 
Ora, escluso Frank, il resto della puntata è stata tutta un mumble mumble.
Il caso, per certi versi, richiamava il mondo di violenza già vissuto nello scorso episodio, con un tocco di drammaticità in più, considerato che la donna vittima e carnefice era prima un uomo.
Come al solito, la riflessione è: troppo dramma tutto insieme.
Cioè dai, ma quanto può essere reale che una donna bisessuale nera che ha subìto violenza da bambina abbia avuto una relazione con un uomo altrettanto violento ed abbia come amica una donna prima uomo sposata con un uomo che la picchia?
Solo a scriverlo mi è venuto mal di testa. E' troppo, statisticamente parlando, per una persona sola. E va bene che stiamo parlando di una serie tv di intrighi e omicidi però suvvia. O magari sono io che sono troppo critica!
     
Detto ciò, mi è piaciuta la scena di confronto tra Annalise e Nate. Mi è piaciuto il modo in cui lei ha cercato di prendersi cura di lui con il cibo consolatorio. E la durezza delle parole di Nate io la comprendo. Comprendo il suo dolore anche se, davvero Nate, nessuno ti ha obbligato a tradire tua moglie morente con Annalise, diamo a Cesare quel che è di Cesare. Che poi Annalise si sia rivelata tremendamente diversa dall'immagine che ti eri costruito di lei, ok. Ma ognuno si prenda le sue colpe! (Nate, amore, tranquillo, io ti amo sempre, ma per par condicio ogni tanto qualcosa contro di te devo scriverla pure!).


Yummy, buona questa vodka!
 
Per il caso principale, i nostri Keating5 scoprono che esiste un cugino (figlio della defunta zia di Caleb e Catherine) che potrebbe essere il perfetto sospettato degli omicidi: abbandonato dalla madre, il movente sarebbe riprendersi ciò che gli è stato negato. Oliver, che non si fa mai i fatti suoi, lo rintraccia: e l'hacker viene hackerato! Scopriremo solo vivendo cosa ciò comporterà per i Coliver.

Lascio in chiusura la scoperta scioccante della puntata. No, non parlo di Catherine che sembrava morta ed invece era solo svenuta.
Parlo di questo:

 

NO, NO, NO E NO! Non può essere vero!
Mi rifiuto di crederlo! Deve esserci un'altra spiegazione!
 
Asher è troppo "puccioso", troppo duckface, troppo puppy, troppo adorabile per aver fatto una cosa del genere. Non ci voglio credere! Ma se fosse vero, tornerei al: troppo dramma tutto insieme!
Che bisogno c'è di distruggere i personaggi buoni quando di villain ne abbiamo a iosa?
Ecco, questo io non lo comprenderò mai. 

Per il voto, ci manteniamo costanti, facendo una media tra l'ottimo di "Meet Bonnie" ed il discreto di "Two Birds, One Millstone":



Vi ricordo, come sempre, di fare un salto sulla nostra pagina facebook Diretta Telefilm, sul nostro gruppo e sul profilo Twitter.

Grazie di cuore alle pagine che hanno accettato di condividere i miei recap!



Vi lascio con il promo del prossimo episodio "I Want You to Die" e vi do appuntamento, se vi va, alla prossima recensione!


Sempre se vi va, lasciatemi un commentino qui sotto per dirmi cosa ne pensate dell'andamento di questa stagione! ;)
Alla prossima,
Raffaella
 

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge