Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
giovedì 7 gennaio 2016

Sia benedetto il Dio delle serie tv. Nel nome di Tolkien, ho aspettato questa serie con la stessa ansia con la quale Paris Hilton aspetta la toletta dei suoi chiwawa. E finalmente, eccola!
Cosa vi aspettate che vi dica?
Ho avuto la fortuna di leggere questo libro, diversi anni fa e di proposito non sono andata a riguardarmelo. Dunque, fortunatamente, sebbene io ricordi la trama e i personaggi, e dunque mi sia rimasto un ricordo della simpatia e dell'antipatia che provavo per alcuni di loro,  non ho tutti i particolari stampati in testa, il che mi permette di godermi la serie tv, senza diventare una di quei rompicoglioni che stanno a sindacare anche la lunghezza della gonnella del protagonista. Ciò non mi impedisce, ahimè, di avere stampata in fronte la fine.
Di base, comunque, sono stata talmente felice di vedere la puntata che l'ho passata a piangere per la commozione. Ero seriamente patetica.



Devo dire, però, che non sono certa di avere già metabolizzato bene il tutto. Sono divisa a metà tra l'eccitazione per averla finalmente potuta vedere e l'interdizione perché, ovviamente, non è identica a come l'avevo immaginata.
Ad ogni modo. Ad un certo punto ho pensato che fosse un film e volessero mostrarci tutto nella prima e seconda puntata e se devo essere onesta non sono stata molto felice del fatto che ci abbiano immediatamente svelato che il camaleonte fosse il cagnolone. O meglio, forse un po' sì, perché me lo ricordavo quindi sarebbe stata una tortura tenere la bocca chiusa e le dita a posto. Avrei iniziato a fare quella cosa odiosa del tipo "Non te lo aspetteresti mai" con la tipica faccia di una che vuole chiaramente irritarti a morte ed essere presa a sberle.



Ma andiamo con ordine.

Ovviamente, non è possibile giudicare una serie dal pilot, soprattutto non quando ci hai ricamato così tanto prima che uscisse. Se posso essere onesta tutto questo via vai di Allanon e Wil as Arborlon mi è sembrato leggermente eccessivo, insomma andavano e venivano come se niente fosse, avanti ed indietro, non sono certa che mi sia piaciuto, ma ripeto, prima di cadere nel tranello del giudizio dettato dal pregiudizio voglio dare tempo alla serie di andare avanti. 
Una sola valutazione, mi sembra però doverosa. MTV ha preso la strada della CW e ha iniziato a fare i provini sulle passerelle, perché la percentuale di esseri umani dotati di una bellezza non comprensibile per noi, o almeno per me povera tappa, è decisamente troppo alta. 



Tra l'altro, al minuto tre mi ero già innamorata.


Povero Lorin. Perché privarci subito di tanta bellezza? Cioè non c'era davvero bisogno. Parliamone. Già dalla prima scena era chiaro che sarebbe stato destinato al mainagioia. Aveva praticamente l'ombra di Jorah Mormont che gli aleggiava intorno, ma addirittura seccarlo così mi è sembrato uno spreco. 

Torniamo a noi.

Shannara è un fantasy, quindi non è detto che tutti riescano ad apprezzarlo. Certo, c'è da dire che ha la strada spianata dall'enorme successo di GOT, ma non è affatto la stessa cosa. L'aspetto magico, nel Trono, è quasi incredibilmente secondario. Qui, per la barba di Gandalf, siamo nel fantasy duro e puro. E così deve essere.
Non mi fraintendete. Non sono una di quelle persone spocchiose che finge di aver trovato enormemente appassionanti le prime settanta pagine del signore degli anelli, dove Tolkien (pace all'anima sua) descrive le peripezie che le foglie della contea compiono per cadere dagli alberi. So apprezzare teen drama fatti bene. E credo che ogni genere telefilmico abbia la sua ragion d'essere e possa essere piacevole. Purché resti fedele a se stesso.
Così come non accetto i fantasmi in PLL, non perdonerò mai gli autori se decidessero di snaturarmi Shannara. Non esiste. No. 



Via libera al triangolo amoroso, mi va benissimo la licenza poetica, ma che non gli venisse neanche in mente di perdere più di un minuto ad indugiare sulle pene d'amore dei protagonisti. Voglio dire, Amberle ed Eretria già fanno a capelli ed ancora nessuno le ha rinchiuse nella stessa stanza con Wil. 

Come in ogni fantasy che si rispetti, abbiamo una prescelto orfano, dotato di zii. Anzi, in questo caso giochiamo al raddoppio e ne abbiamo ben due.

La prima è Sua altezza Reale, la principessa Amberle .


Adoro questo personaggio. Ultimamente, le protagoniste delle serie tv mi fanno venire voglia di strappar loro le orecchie dalla terza scena in poi, la Principessa Elfa, invece, non solo è bellissima ma è anche intelligente, coraggiosa, intraprendente e capace di prendere in mano la propria vita e di difendersi da sola. Ho apprezzato tutto di lei in questo primo episodio. Dalla battaglia femminista per guadagnarsi il posto tra gli eletti, alla storiella con Lorin, al dubbio, alla paura. Anche la fuga. Non tanto per la scelta di andarsene in sé, quanto per il modo in cui l'ha affrontata. Salvandosi. Combattendo contro una nomade. Attraversando la foresta. Amberle non ha bisogno di essere salvata. E' una Principessa, e come tale ha una grazia superiore alla media, ma è anche una guerriera. E la prima ad accorgersene è stata proprio Eretria.



Perdonatemi, ma Eretria l'ho sempre mal digerita.
Ovviamente lei ha le sue ragioni. Cresciuta come una barbara da un padre che minaccia di venderla ogni due per tre a meno che non si renda utile. Eretria lotta per la sopravvivenza ed è decisamente troppo temprata dalla vita per credere alla buona fede di chiunque. Anche di Wil che, ad ogni modo, ha la scritta pollo sulla fronte. Tra l'altro, ho trovato davvero incantevole il momento della seduzione del mezz'elfo. 
 Amberle e Eretria hanno molto in comune. Sono due donne giovani che in un modo o nell'altro cercano di emanciparsi, lottano per imporsi come individui al di fuori dei ruoli ai quali sono destinate. Ma allo stesso tempo, non potrebbero essere più diverse. La nomade ha un padre ma non conosce la fiducia, o l'amore, o l'appartenenza. L'elfo non ha genitori, ma conosce il calore della famiglia. Amberle ha avuto la possibilità di imparare a sacrificarsi per gli altri, perché ha conosciuto qualcuno che ne valesse la pena. 

Tra l'altro, con buona pace di Bilbo Beggins, gli zii di Shannara sono decisamente più interessanti!


Sono consapevole di essere di parte e la voglio dire proprio tutta, è una questione di razza. Sì, perché nel fantasy, mi dispiace, ma nessuno è come gli elfi. Sono superiori, non c'è altro da dire. Lo ammettono tutti alla fine. Anche Gimli, che nel caso in cui non lo aveste notato è stato promosso da Nano Barbuto a Re Eventine.


Ad ogni modo, purtroppo, il suo Regno non sembra destinato a prosperare ancora a lungo, stando così le cose. Di fatto, il futuro di tutti è nelle mani di Allanon e in quelle di Wil.

E, diciamocelo, per il momento Wil ha l'unico merito di essere carino e coccoloso. E' adorabile, non ci piove, ma fa un danno dopo l'altro. E' completamente maldestro, ed incapace di badare a se stesso. Ha perso le pietre magiche, e non riesce neanche a camminare in linea retta.



Soprattutto è un credulone. Si è fatto fregare le pietre da sotto al naso. Sarà interessante vedere come il Druido riuscirà a trasformare un ragazzino imbranato, nell'eroe. Certo è che, in lui più che in tutti gli altri è evidente una certa "modernizzazione" del personaggio. Tante battute, tanta sagacia. A tratti forse un po' troppa rispetto al Wil che i lettori si aspettavano. Di buono c'è che, stando così le cose, difficilmente Amberle rischia di diventare la damigella in pericolo. 
Questa è decisamente una cosa che temo. Mi piacerebbe vederli diventare una squadra e rimanere tali. Troppo spesso accade che la protagonista perda il suo ruolo, ad un certo punto, iniziando ad avere sempre più bisogno dell'aiuto di qualcuno. Non mi piacerebbe vedere Amberle fare questa fine.
Nonostante ciò, ho abbastanza apprezzato l'incontro tra i due. Un classicone che non passa mai di moda, però divertente.



A salvare la situazione dovrebbe esserci Allanon. Il grande Druido. Grande e grosso e cattivo. Okay, senza dubbio apprezzo il fatto che non sia l'espediente per risolvere qualsiasi problema, o almeno così non pare considerato il fatto che un'arpia l'ha messo ko uccidendo l'amore della sua vita. O di una delle sue vite. Cioè, un'arpia? E' tipo la Victoria dei Demoni che non canta e fa solo scena. 
Allanon non mi piace.



Il fatto è che non mi piaceva neanche nei libri. Lo odio dal profondo del mio cuore. E' davvero un maledetto burattinaio manovratore di persone. Tra l'altro reso troppo poco solenne, troppo sorridente, troppo giovane, troppo in forma. Insomma troppo. Sarà che mi aspettavo più Gandalf che Tony Stark dopo gli steroidi.
Spero davvero di cambiare idea, perché attualmente, sul serio, non mi ha impressionata per niente. Un flop continuo. E' partito con quella spada super figa che non serve assolutamente a nulla.


Chiaramente non è acciaio di Valyria.

E' anche vero che credo sia decisamente troppo presto per dare un giudizio definitivo anche sui personaggi. Prometto che cercherò di dimenticare del tutto il libro, in modo tale da godermi la serie senza alcun tipo di pregiudizio. Infondo gli elementi per farla funzionare ci sono tutti. La storia è valida, ed ogni singolo personaggio sembra ed è imperfetto, il che aggiunge un incredibile valore. Le ambientazioni sono meravigliose, i paesaggi spettacolari. Il canovaccio fantasy è seguito alla perfezione con tanto di oggetti magici e luoghi mistici. 
Speriamo solo che le pietre non ci vadano di traverso.
Voi che ne avete pensato? Vi è piaciuta? Chi sono i vostri preferiti?
Non mi fate i lettori brontoloni. Cerchiamo tutti insieme di aprire la mente, okay?
Io sono già certa che domani avrò cambiato idea su tutto. Dunque alla prossima puntata, quando forse avrò metabolizzato!
Un bacio, Mika!

Valutazione Episodio:


5 commenti:

Passion ha detto...

Ciao carissima,
Finalmente ho visto i due episodi che aspettavo come un disperso nel deserto aspetta un bicchiere d'acqua. Anche io ho letto la trilogia molti anni fa,il Signore degli anelli mi inizio' al fantasy e Terry Brooks mi battezzo'.
Devo dire che la sigla è stata davvero sorprendente, quei paesaggi e quei resti di una civiltà ormai perduta mi hanno subito conquistato. ....poi è arrivata quella scritta SHANNARA stile Hollywood sul monte e lì son rimasta perplessa e timorosadi ciò che avrei visto e come lo avrei visto.
Diciamo che ho apprezzato e nutrito le stesse cose e dubbi tuoi.
Ho pensato fin da metà episodio : una donna si deve salvare da sola, perché sul serio questi uomini non servono a niente. Qua do ho I sto Allanon, l'inutile, dire al suo amore 'stay back, no ho fatto a tempo a pensare "col cacchio" che era già volato di sotto. Spero che lei lo malefica dall'aldilà : prima l'abbandona senza una spiegazione, poi torna bello e giovane come il sole e tre lei è 'na vecchia, la mette in pericolo e la fa uccidere. Cioè, stai a casa tua dIco io. Mah .
Comunque devo dire che nel complesso ho apprezzato il Pilot, anche se mi piacerebbe sapere cosa è pensa che non ha letto i libri, se tutto questo calderone di personaggi, storie, paesaggi tutti insieme non lo abbia lasciato confuso. ...e infelice. :)
Ciaoooo alla prossima
X

Passion ha detto...

Per i vocaboli cambiati si ringrazia Samsung grrrrr

Mika ha detto...

Hey :) Capisco perfettamente lo stato d'animo.. soprattutto su Allanon.. io mi sono fatta un giro leggendo qua e là.. sembra che piaccia ma al centro c'è il triangolo amoroso.
Io già verso lacrime per il finale :(

Lara B. ha detto...

Io ho letto moltissimi anni fa La Spada di Shannara (o almeno mi pare).. quindi quando è uscita questa serie tv le ho dato una possibilità! Come te ho apprezzato l'ambientazione e i personaggi... e come te temo che Amberle - la coraggiosa, intraprendente, indipendente Amberle - diventi la damigella di un Wil sempre più eroico (anche perchè tifo già Wil/Eretria XD). Spero che non accada perchè sarebbe l'ennesimo, deludente clichè! Anche a me Allanon non mi sa abbastanza di niente, ma lo preferisco palestrato a Gandalf-like (del libro non mi era piaciuta appunto la continua somiglianza all'opera di Tolkien..). Vedremo come va avanti! Grazie per questa deliziosa recensione, è sempre bello trovare qualcuno con cui scambiarsi pareri! ;)

Mika ha detto...

Ma grazie a te :) Anche io non amo Allanon.. e ho letto la saga molto tempo fa ma ricordo che pensai che, soprattutto la Spada fosse un esercizio di stile. Le pietre è il mio preferito proprio per il personaggio di Amberle. Quindi, immagina la mia preoccupazione :D

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge