Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
sabato 8 novembre 2014

Salve Terrestri!
Il commento lapidario che mi sento di fare per questa puntata di The 100 è: Finn è un imbecille.
Detto ciò andiamo con ordine.
Puntata piuttosto movimentata, che ci insegna molto sugli intrallazzi che ci sono alla base di tutto, dato che sembra proprio che Mietitori e Abitanti del Monte del Sapone abbiano una sorta di convenzione per la quale si scambino favori. Forse la Gente del Cielo ed i Terrestri hanno molti più interessi in comune di quanto non pensino. Tra l'altro a quanto pare il sangue dei Terrestri ha poteri curativi, il che mi ricorda un po' Star-crossed e un po' Agents of SHIELD. Ma andiamo con ordine.

Campo Jaha  Il non democraticamente eletto Cancelliere Kane (letto Cane visto il suo comportamento ad ogni inizio di stagione), si trova a dover fare i conti con un enorme dilemma. un crimine è stato commesso. Qualcuno ha aiutato a fuggire dei "pericolosi" criminali che, a quanto pare, non hanno scontato la loro pena, nonostante siano stati mandati sulla terra come cavie da laboratorio. I sospetti ricadono immediatamente su Abby, la quale non si prende nemmeno la briga di negare, confessando immediatamente il suo coinvolgimento nella faccenda. 
Mi viene il dubbio che Abby confidi un po' troppo nel V power e nella tensione erotica che si avverte tra lei e Marcus. 
In effetti, in un primo momento, il Cancelliere è piuttosto disposto a lasciar correre, limitandosi ad intimare che venga tenuta sotto controllo, se non fosse che la "Brienne di Tarth" dei poveri interviene. Lei è una bionda stronza, evidentemente frustrata, a capo delle guardie. Il problema è che, nella sua conversazione con Kane, tocca esattamente le corde giuste. C'è bisogno di ordine, e bisogna dare un esempio. Bisogna mostrare alla gente cosa accade a chi viola le leggi. Abby DEVE essere frustrata. 
Non in quel senso Marcus!
Adesso qui urge una parentesi. Ormai conosciamo Marcus Kane. Sappiamo che è un uomo fortemente ancorato alla legalità, che crede in quello che fa e si comporta di conseguenza. Il suo modo di applicare le regole è rigido e severo, anche per il fatto che la realtà dell'arca imponeva quel tipo di comportamento. 
Allo stesso tempo, Marcus non è stupido. Sa che sulla terra è diverso. Sa che hanno la possibilità di ricominciare da capo, di costruire una società diversa. 
Il rischio, però, è quello di non saperla gestire. Il rischio è che questa società sia peggiore, invece che migliore. 
Inoltre lui ha chiaramente molta stima di Abby, la capisce, sa che per quanto lei possa porsi al di fuori di quei limiti di stretta legalità, hanno lo stesso scopo, lo stesso fine. 
Insomma, per spezzare una lancia a suo favore, il suo è uno sporco lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo. 
Per questo, quando vede che il rischio che la situazione gli sfugga di mano esiste, non può far a meno di andare contro quello che realmente vorrebbe, ed acconsente a lasciare che Abby venga frustata.
La bionda stronza non vedeva l'ora. La preleva e la porta al centro dell'accampamento, frustandola sotto gli occhi di tutti. In questo modo tutti sapranno cosa accade a chi non rispetta le regole.

"Ma non lo potevamo fa in privato?" cit. Abby

Devo dire che ci sono rimasta male.
Marcus ordina che venga frustata, ma lascia che sia la bionda a farlo, e questo non mi piace per niente.
"Che omo sei?!"

Ad ogni modo, ogni volta che Abby e Marcus si guardano, mi aspetto da un momento all'altro l'effetto dissolvenza e l'inizio di un filmino hard. Quei due hanno una chimica pazzesca. Sia quando discutono che quando, dopo aver sfanculato la bionda stronza lui la raggiunge mentre lei si sta medicando le ferite. 
Kane non è un barbaro. Probabilmente è quanto di più distante da un terrestre ci sia sulla terra. E quando vede la capa delle guardie puntare la pistola in faccia all'uomo che stanno interrogando, si rende conto che non è quello il modo nel quale vuole guidare il suo popolo.
Così decide di mettersi a capo di una missione diplomatica, di andare dai terrestri e di negoziare una pace. 
Ma ha bisogno di qualcuno che, in sua assenza, possa essere un punto di riferimento per la gente del cielo. 
Questo qualcuno è Abby.
Io vi shippo così tanto che vorrei cavarmi gli occhi!

La stessa Abby che lo avverte potrebbe cadere in una trappola senza però cercare di fermarlo. La stessa Abby che non gli rimprovera di averla punita ma non si pente delle sue azioni.
La stessa Abby che lo guarda andare via con scritto negli occhi il desiderio di vederlo tornare.
Bello gnocco pure Marcus, eh?

 E non trovate sia curioso che in realtà Abby sia per Marcus quello che Clarke è stata per Bellamy? 
Entrambi gli uomini si impongono come leader, sono pronti a tutto pur di far funzionare il gruppo di persone che guidano. Uno utilizzando la rigidità della legge, l'altro le armi, ma comunque entrambi fermi nelle loro posizioni, quasi ingabbiati in esse. Sia Clarke che Abby ammorbidiscono quella presa di posizione, portando le sfumature nelle visioni bianche o nere di questi due.
Ma andiamo oltre: Octavia! Nuovamente divisa dal suo bel pezzo di gnocco, la nostra intrepida Blake pensa bene di presentarsi al campo dei terrestri che aveva minacciato appena il giorno prima, per offrire il suo aiuto.
Neanche a dirlo, la Capa, appena la vede ordina di ammazzarla, scatenando una caccia all'uomo. Ma Octavia riesce a nascondersi, per poi mettersi alle costole della spedizione per salvare Lincoln e gli altri terrestri catturati. 
Ovviamente, il suo inseguimento non è passato inosservato. La regina (che ancora sospetto sia la mamma di Lincoln) sa perfettamente che li sta seguendo e alla fine decide di coinvolgerla nel piano come esca. 
A me è venuta istantaneamente in mente la faccia di Bellamy se avesse assistito a questa cosa.
Ad ogni modo, la più eroica dei 100, non si tira indietro.

Si getta a terra fingendosi morta e quando arrivano i Mietitori salta in piedi e comincia a fare una strage, salvando anche la vita alla Capa Terrestre.
"LINCOOOOH IO VOJO BOMBà!"

Purtroppo, quando vengono svelati i volti dei "salvati" scopre che Lincoln non è con loro. 
Tutto lascia intendere che sia morto ed il fatto che le venga risparmiata la vita è, per lei, un'amara consolazione.

Che farà adesso? Che ne sarà di questa piccola donna lasciata a se stessa. Per una che ha passato la vita ad essere nascosta non deve essere facile trovarsi in una situazione nella quale è contemporaneamente in estremo pericolo e fornita di completa libertà. Niente Bellamy a dirle cosa non può fare. Niente Lincoln a guidarla. Deve nascondersi da tutti e da nessuno per la prima volta.
Sono piuttosto curiosa di vedere dove la porterà la sua storyline.
Intanto nella Montagna del Sapone, Jasper ha il suo primo appuntamento con Maya.
I due sono in lizza per vincere il premio peggiore coppia di sempre, ma lui sembra non curarsene.


 Lei fa la finta intellettuale, portandolo a vedere i quadri e lui se ne sta completamente imbambolato a vedere se riesce a rimediarci qualcosa.
Mika non approva, e nemmeno Monty che si mette in mezzo cercando di interromperlo con ogni scusa possibile. Ok, forse Monty è davvero preoccupato, perché Clarke è sparita nel nulla. 
Dopo un iniziale momento nel quale Jasper rende giustizia al detto "tira più un pelo di **** che un carro di buoi" , decide che è arrivato il tempo di preoccuparsi per la sua BFF. 
A quel punto ha un'illuminazione geniale: chiedere aiuto a Maya. La ragazza che Clarke ha minacciato e che fa parte del popolo della montagna di cui la sua amica non si fida per niente.


Comunque Monty è troppo innamorato di lui per impedirglielo o fargli notare che "ha detto na ca**ata!". Così, nell'arco di mezz'ora, Maya torna dicendo che Clarke è diventata pazza e che è stata rinchiusa nel reparto psichiatrico e non si sa quando potrà uscire o ricevere visite.

Non so dirvi se Maya sia consapevole o meno di quello che realmente sia successo a Clarke. Fatto sta che Genio e Furbizia le credono.
In realtà Clarke se ne è andata. 
Dopo aver liberato Anya, sua ex acerrima nemica, è riuscita a trovare una via d'uscita, salvo poi cadere in una botola ed atterrare su dei corpi morti o quasi morti.
"Buttati che è morbidooo"
In realtà Anya è ancora troppo debole per scappare. Quindi quando i Mietitori vanno verso di loro, Clarke decide di adottare la tattica del "fingiamoci morte" che evidentemente è piuttosto di moda tra la gente del cielo. 
Quando finalmente riescono a scappare, Clarke insiste affinché proseguano insieme, ma basta un momento di distrazione che Anya la molla.

Dobbiamo stare vicine vicineeee
A quel punto Clarke vaga per i sotterranei della Gringott da sola, senza sapere dove andare. Anya aveva ragione a dire che Clarke avesse bisogno di lei. Parliamoci chiaro. La nostra Principessa non l'avrebbe mai lasciata morire nella gabbia, ma il fatto che Anya potesse essere la chiave per uscire da quel luogo nel quale era forzatamente ospite è stato sicuramente un ottimo incentivo.
Fatto sta che viene trovata. Prima i mietitori, poi gli esploratori dei NAS la circondano. Quando sembra che tutto sia stato vano, che la stiano per rinchiudere di nuovo, Anya torna e la trae in salvo, mostrandole la via d'uscita.
E lì scopriamo che in realtà il Monte Weather altro non è che Nido dell'Aquila! 
Ad ogni modo, le due trovano il coraggio di saltare giù. Clarke si salva miracolosamente, io già speravo che quello fosse l'inizio di una meravigliosa amicizia, invece Anya gli da una botta in testa e la prende come sua prigioniera.
"E statte n'attimo zitta!"
 Era piuttosto ovvio, in realtà. Anya non mi sembra una tipa facilmente addomesticabile. Ed ha ragione quando dice che 300 dei suoi uomini sono morti a causa di Clarke e della guerra che c'era tra loro. Quindi, francamente ci può stare il gesto di Anya, come sicuramente ci starà la reazione della nostra Principessa. Sono certa che sarà davvero divertente vederle interagire! E, a dirla tutta, non perdo la speranza che prima o poi saranno davvero alleate.
Ultimo ma non ultimo : Bellamy, Murphy e l'imbecille! Qualcuno mi spieghi Finn perché davvero io non capisco! Nello scorso episodio era il solito pappamolla di sempre, al quale cominciavo ad abituarmi, in questo è diventato un pazzo completo.
I tre, in compagnia di due comparse, stanno cercando l'accampamento dei terrestri. Già lì, Bellamy si rifiuta di liberare Murphy e Finn lo libera lo stesso.
A FINN conti come il 2 de picche quando regna spade! Quindi TACI!
Comunque, una volta raggiunti i Terrestri, Finn e Bellamy si accorgono che uno di loro ha l'orologio di Clarke. Ovviamente, credo sia questo a scatenare la follia di Finn. Bellamy è molto più freddo, più controllato. Elaborano un piano. Hanno bisogno di isolare il terrestre con un occhio solo, per poterlo interrogare. 
Murphy sarà l'esca.

Una volta preso, Finn lo porta nel suo rifugio segreto. Quello della matita. 
Lo interrogano, ma il tipo sembra non voler collaborare, fino a che Finn non gli punta una pistola alla tempia, minacciandolo di fargli saltare il cervello. 
Qui lo devo dire. Se non fosse stato completamente OC lo avrei anche apprezzato, ma andiamo. Di Finn stiamo parlando. Non si può stravolgere così un personaggio dal giorno alla notte.
Comunque, il terrestre si decide a parlare. Gli disegna una mappa, gli indica dove ha visto per l'ultima volta i loro amici.
Saputo ciò, Bellamy e Murphy iniziano a discutere.
Il primo vorrebbe lasciare il prigioniero in vita, il secondo lo vorrebbe uccidere perché "è un Terrestre".
Per niente Nazista Murphy, eh!
Mentre questi sembrano non trovare un punto di incontro, Finn taglia la testa al toro e spara in testa all'uomo.
Che senso ha? Spiegatemelo per favore. Ma chi è questo? 
Parliamoci chiaro. Non è che io sia contraria all'evoluzione dei personaggi. Le serie tv sono belle proprio per questo, ci danno modo di percorrere un pezzo di strada con i nostri eroi, di vederli che si evolvono, che crescono e cambiano ma, generalmente, è graduale o giustificato. Prendiamo Damon Salvatore o Daenerys Targaryen o Mickey Milkovich o Klaus. Tutti sono cambiati ma alla fine di un percorso.
Finn potrà anche essere preoccupato per Clarke, ma non mi sembra sufficiente per destrutturarlo e cambiarlo fino a questo punto.
Al contrario, è apprezzabile il cambiamento di Bellamy, perché lo abbiamo assaporato.
Su tumbrl ho trovato questa sequenza, e voglio riproporvela (senza spacciarla per mia!) perché mi è piaciuta veramente.




Scusate... voi non sentite qualcosa dentro di voi che strilla OTP???  Finn WHO???
Questo è il percorso di Bellamy. 
Non Finn che un minuto prima è normale ed il minuto dopo perde la testa.
Comunque, non vedo l'ora che si riuniscano tutti.
L'episodio si conclude con una lieta notizia: Lincoln è ancora vivo e pronto per l'operazione Cerbero!
"Cerbero a chi??"

Che cosa diavolo è?
Per adesso, possiamo solo aspettare la prossima puntata!
A prestissimo, Mika.

Valutazione Episodio:

8 commenti:

Letizia Micci ha detto...

Sta serie me piace da morì!!
Bella rece...ma su Finn non sono d'accordo.
Sono rimasta stupita dal suo cambiamento, ma anche di quello di Bellamy, sembra che si siano invertiti i ruoli. Cmq , Finn ha fatto bene, a me è piaciuto. Non l'ha detto nessuno che il capo è Bellamy. Ricordiamoci, inoltre che i 100 sono ragazzi che hanno avuto diciamo la "fedina penale " sporca, qualcosa da delinquenti hanno tutti combinato!! Perciò anche Finn non è lo stinco de santo che voleva far vedere...
Nonostante tutto, shippo da morì Bellamy e Clarke!

Mika ha detto...

<3 Boh non lo so Lety. A me è sembrato completamente fuori asse rispetto al normale! Bellamy è cambiato, è vero, ma molto più lentamente. Diciamo forse che di Finn abbiamo visto di meno!

Giada ha detto...

Ah quanto mi piace questa serie! E secondo me funziona bene proprio perchè ti lascia una forte voglia di vedere l'episodio seguente per scoprire cosa succede!
Finn sta diventando più "dark" e ci sta! Mi ero leggermente stufata di vederlo sempre così bonaccione! Quasi ingenuo...
Clarke poveraccia è sempre nei casini...che stronza Anya! ma che vole io mi chiedo?!
In fondo sono LORO ad averli attaccati! E ora fa la vittima come se fosse colpa loro...quando invece la colpa di quello che è successo ai terrestri, è solo loro e soprattutto Sua!
Mi fa venire un nervoso...Staremo a vedere come se la caveranno nella prossima puntata!
Baci!

Anonimo ha detto...

complimenti per la recensione! :)
Questa serie l'ho scoperta da un mese e mi sono divorata tutta la prima serie! E ora guardo in pari la seconda! :)
Proprio bella! sono felice di averla iniziata!

Baci cri

Mika ha detto...

Ciao Giada, grazie del commento!
Verissimo, The 100 ti lascia sempre con il fiato sospeso.
E sono d'accordo con te che i Terrestri sono degli attaccabrighe, però è anche vero che, vuoi o non vuoi, as Anya sono morti dei compagni, degli amici.. e ingabbiata nel suo essere "primordiale", ci sta che lei mal sopporti Clarke e la veda come responsabile!
Riguardo Finn, come ho detto, credo che il suo cambiamento sia stato troppo repentino e troppo radicale .. però staremo a vedere :D
Un bacio, Mika!
Grazie per il commento!

Mika ha detto...

Eheheh The 100 è carinissima, e davvero sfiziosa! Sono contenta che ti sia piaciuta e grazie mille per la recensione e per il commento!
Un bacio, Mika!

Davide ha detto...

Per quanto mi riguarda, il cambiamento di Finn è stato più che giustificato!
Ha perso Clarke e ha visto Raven messa malissimo...non mi aspettavo niente di meno! davvero. Un saluto, Davide

Mika ha detto...

Boh non lo so! A me non ha convinto... ma forse sarò anche un po' prevenuta su di lui! è possibile :D
Un bacio :D

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge