Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
sabato 14 febbraio 2015

*sbuca da un angolino*

Buonasera gente!
Con immenso ritardo e tanta vergogna, eccomi di nuovo qui a parlare della mia serie tv preferita! *-*
Mi dispiace avervi fatto aspettare così a lungo, ma ho avuto un sacco di esami e imprevisti nell'ultimo periodo! ç_ç

C'eravamo lasciati con la 2x09, quando finalmente i fratelli Mikaelson (ovviamente escluso Finn <.<) riescono a impedire a Esther di trasferire Rebecca nel corpo di Camille, regalandole, come ciliegina sulla torta, ciò dal quale voleva "liberare" i suoi figli: il vampirismo.

Ma vediamo un po' cosa è successo nell'ultimo mese...




2x10 - Gonna Set Your Flag on Fire




L'episodio ha inizio con una delle scene più belle: Klaus rivela a Cami la verità su Hope e gliela presenta. Successivamente torna con Hayley in città, mentre Cami riveste i panni della bella psicologa di vampiri, restando in dolce compagnia di Elijah che non si è ancora ripreso mentalmente dalla tortura subita da Esther. 
Povero Elijah, mi fa una tenerezza sconfinata... lo vedo così fragile e in balia di se stesso, come un uccellino sperduto che non sa a quale ramo aggrapparsi.
Per fortuna lì con lui c'è Camille, che cerca di aiutarlo e gli offre una spalla su cui riversare le proprie ansie e i propri pensieri.



Nel Quartiere, Marcell e la sua combriccola di neo-vampiri, da un lato, e Hayley e i lupi, dall'altro, cercano di fare una tregua tra i due branchi e iniziare una nuova era dove le due specie convivono e collaborano tra loro.
L'aria di pace che si inizia – lontanamente – a respirare viene presto interrotta da quel pazzo psicopatico di Finn.
Incanalando potere attraverso il padre – che, sfortunatamente per lui, si era trovato a far visita al figlio maggiore nel momento sbagliato – Finn decide di creare una barriera nel palazzo dei Mikaelson, nel Quartiere, che non permette a nessuno né di entrare, né di uscire. Non contento, condisce il tutto con un po' di sale, provocando una terribile fame ai vampiri.
Tutto ciò perché vuole vedere quanto tempo passi prima che le due fazioni riprendano a lottare tra loro e uccidersi a vicenda per la sopravvivenza.

Klaus, allora, cerca di fare un accordo con Finn: Esther in cambio della loro libertà. Anche se non subito, Finn accetta. 
Quando però trova Esther, scopre che è stata trasformata in vampiro e che, nonostante predicasse tanto di purificazioni, si è cibata del sangue umano lasciatole da Klaus. 
Quest'immagine lo sconvolge: lei, sua madre, la donna alla quale è sempre stato fedele, una donna che ha sempre lottato per i suoi ideali adesso, solo per mancanza di forze, è crollata di fronte a tutto quello in cui ha sempre creduto ed è finita col compiere le stesse azioni che tanto accusava ai suoi figli: cibarsi di sangue umano. Deluso, Finn decide di utilizzare anche il corpo della madre per incanalare il suo potere e vendicarsi contro tutti.

Nel frattempo Kol e Davina provano a fare un contro-incantesimo, nel tentativo di spezzare la barriera, ma falliscono.
Dopo diversi tentativi, provano con un incantesimo di disturbo che spezza, solo per un minuto, tutta la magia attorno a loro, compresa la barriera. Mentre i licantropi scappano da casa Mikaelson, i vampiri sono costretti a restarne all'interno: è ancora giorno e senza magia i loro anelli non funzionerebbero e loro finirebbero col bruciarsi.
Kol prova a scappare: di certo l'ultima cosa che vuole è restare prigioniero con un branco di vampiri affamati, ma Klaus  lo scaraventa con un semplice gesto all'interno della barriera, imprigionandolo di nuovo. 
Perché questo gesto se fino a pochi minuti  andavano d'amore e daccordo? Perché questi due non possono avere una semplice relazione - per quanto semplici possano essere le relazioni tra i Mikaelson - fraterna?
Il fatto è che Klaus ha appena scoperto, grazie a Elijah, che Rebecca non si trova nel corpo in cui era destinata a finire, ma è dispersa chissà dove e da giorni non si hanno sue notizie.
Così, se fino ad un'ora prima ridevano e brindavano insieme alla sconfitta della loro madre, adesso lottano di nuovo tra loro. Ma dopotutto questo è l'andamento generale dell'intera serie, specialmente di Klaus: si passa dall'odio all'amore e poi di nuovo all'odio e poi ancora una volta all'amore.
Klaus viene dipinto ancora una volta come colui che non perdona gli altri, come colui che pensa solo a sé stesso e che usa due pesi e due misure: se è lui a far del male – come ha fatto in passato – ai suoi fratelli, allora è tutto ok, ma se è il contrario si infuria e desidera vendetta e punizioni.
Spero che prima o poi la Pleccona deciderà che tipo di rapporto devono avere Kol e Klaus, perché io sono stanca di questi tira e molla, sincerramente. Vorrei che potessero cambiare atteggiamento e che iniziassero a comportarsi da fratelli, anche se questa cosa – se mai avverrà – succederà tra tanto, tantissimo tempo. Me lo sento.

Ma passiamo alla regina non più da quando Claire se n'è andata ç_ç dell'episodio: Rebekah.
Premetto che l'attrice scelta per interpretare Rebecca non è paragonabile nemmeno minimamente alla bravura e alla bellezza di Claire, ma vabè...
La Vampira inizia a conoscere il luogo nel quale si trova rinchiusa, – luogo che mi ricorda molto il Briarcliff – dove degli strani “infermieri” drogano le streghe in modo da non fargli praticare la magia.
Ma Rebecca, usando il classico trucco “non-ingoio-la-pillola” riesce a rimanere in sé e presto scopre che anche Cassie è rinchiusa lì dentro. Insieme decidono di provare a fare un incantesimo per mettersi in contatto con qualcuno e farsi liberare. Rebekah deve a tutti i costi riuscire a trovare un modo per uscire da quel palazzo e la magia, ormai, è l'unico strumento che ha a disposizione.
Più tardi le compare un fantasma, una ragazza in stile "Samara bionda". Rebecca non ha idea di chi possa essere, ma si sente attratta e lo insegue lo stesso. Seguendolo, scopre, in una stanzetta, una bara con qualcuno dentro. Una ragazza.
Chi è questa ragazza? Perché è lì dentro e da quanto?
Solo nell'ultimo fotogramma capiamo chi è... Freya. Eh sì, proprio così! La primogenita Mikaelson.
Che ci fa in quella casa?
Dov'è sua zia?
Perché è in una bara?

Tante domande si affollano nella nostra mente - mia, più che altro, dato che voi avete già visto le puntate xD
Spero solo che tra le due nasca una profonda amicizia e che Freya non sia mandata da Dahlia a commettere chissà quale orribile atto!


Con questo chiudo questa recensione, spero vi sia piaciuta e chideo perdono, ancora una volta, per l'immenso ritardo!
La puntata mi è piaciuta tanto e mi incuriosisce sempre di più! L'unico risvolto positivo che ha avuto la mia impossibilità di vedere le puntate è che ora posso farne una bella scorpacciata, vedendo quattro in una volta! *-*

VOTO ALLA PUNTATA











2x11 - Brotherhood of Damned

La puntata inizia con un flashback di Marcell che ci riporta indietro nel tempo direttamente al 1918, nel pieno della Prima Guerra Mondiale.
Tra la morte e la fame, Marcell è riuscito a tenere in piedi il gruppo di soldati col quale si trovava a combattere, dando loro la forza, aiutato dal suo fedele amico Joe, creando una vera e propria famiglia. Come allora, anche adesso deve riuscire a dare forza e direzione al gruppo di neo vampiri, rinchiuso ancora in casa Mikaelson, nel Quartiere.
Le cose si fanno sempre più difficili, la barriera creata da Finn resiste ancora e i vampiri non sopportano più la fame. Iniziano a perdere fiducia in Marcell, che non li ha neanche avvertiti della sua imminente morte a causa di un morso di licantropo.

Nel frattempo Finn si comporta sempre più da psicopatico.
Io lo odio.
Io lo odio, non ci posso fare niente, e tutto questa concentrazione su Finn e i suoi miseri atti mi danno fastidio. Pensavo che in questa puntata avremmo scoperto qualcosa in più su Freya e Rebecca e invece? Vanno a farmi una puntata tutta concentrata su Finn e le sue azioni da malato mentale.
La novità del giorno è la creazione di una sorta di limbo, precisamente uno Chambre de Chasse, un “capanno da caccia” usato dalle streghe, a detta di Kol, “con le loro prede, per il tiro a bersaglio mentale”.
È proprio in questo capanno che Finn ha rinchiuso le menti di Kol, Klaus, Elijah e se stesso... insomma, tutta l'allegra famigliola felice al completo.
Il suo intento è farli restare lì dentro almeno fino al tramonto – momento, tra l'altro, in cui la barriera in casa Mikaelson cadrà – per scoprire i loro più profondi segreti: sostiene, infatti, che Klaus stia nascondendo qualcosa di assurdo e incredibile, ma non riesce a capire cosa. Solo rinchiudendoli lì dentro e scrutano a fondo le loro menti, forse riuscirà a capire di cosa si tratta.


E parlando di segreti, Hayley si ritrova a dover eseguire alcuni rituali preparatori con Jack e un “anziano” - niente meno che la nonna di Jack – nel corso dei quali i due futuri sposi dovranno rivelare tutti i loro segreti o la cerimonia non avrà alcuna funzione.
Questo però significa che Hayley dovrà dire la verità su Hope.
Cosa farà il nostro ibrido?
Cercherà di salvare il suo branco o di salvare la vita di sua figlia?
Ovviamente, se all'inizio sembrava che stesse scegliendo la giusta via – e quindi mantenere il segreto su Hope – successivamente si lascia intenerire dalle belle parole di Jackson – che sembra essere diventato peggio di un poeta ormai xD – e decide di seguirlo fino alla fine di questo percorso!
Ora, a me Jackson piace e voglio che questo matrimonio si realizzi, nonostante sia una convintissima Haylijah u.u Ma l'ide che qualcun'altro sappia di Hope mi terrorizza... ho paura che possa succedere qualcosa e che l'idea della famiglia Mikaelson al completo che vive felice nel Quartiere possa non realizzarsi mai.
Quindi Hayley no, non dirglieloooo! 

...ok, mi rocompongo. u.u


Torniamo al nostro quartetto. 
Kol viene subito rispedito nel suo adorato corpo e informa Marcell che al tramonto la barriera cadrà e tutti i vampiri si ritroveranno liberi di gironzolare per il Quartiere.
Questo è un pericolo: nelle strade del Quartiere è festa e un branco di neo-vampiri affamati non è il massimo per la quiete e la pace che sono regnate finora tra la comunità umana, ignara dell'esistenza dei vampiri, e quest'ultimi.
Marcell, quindi, deve tornare ad essere il leader di un tempo e dare la forza e la buona volontà ai suoi vampiri di uscire da quella casa senza fare una strage di innocenti. Nel capannone, al di là del fiume, li aspettano un bel po' di sacche di sangue ed è solo lì che, finalmente, potranno cibarsi. 
Marcell riesce bene a rivestire i panni del leader, dopotutto è nato per essere un leader. Mi chiedevo quando avremmo rivsto quest'uomo guidare i suoi vampiri, perché finora non è che si siano focalizzati molto su quest'aspetto... In ogni caso mi è veramente piaciuto in questa puntata, si può dire che è stato il cuore dell'intero episodio e ci ha regalato un sacco di emozioni forti!

Nel frattempo Klaus e Elijah riescono a liberarsi. Finn, infatti, non ha proprio compreso il carattere dei due fratelli: Elijah, rappresentato da Finn come un nobile cervo, dimostra di non essere così nobile come gli altri pensano, raccontando la verità sulla morte di Tatia; Klaus, dal canto suo, dimostra di non essere un mostro e fa qualcosa che non tutti – ok, forse non tutti no, ma di certo Finn sì – ci aspettavamo: perdona Elijah. 
Ok ragazze, io sarei potuta morire durante questa scena. Cioè, quanto cavolo sono belli quei due??? Elijah che rivela ciò che fino a due minuti avrebbe tenuto nascosto a Klaus, Klaus che lo perdona. 
KLAUS LO PERDONA, capite??
Qui si vede l'immensa crescita che sta facendo questo personaggio! Cioè, stiamo parlando di Klaus, di colui che ha inseguito Rebekah per una notte intera pur di ucciderla perché l'aveva tradito! E ora perdona Elijah.
Io lo amo, amo Klaus, amo il suo rapporto con Elijah e amo questo show!!
Ma torniamo a noi... A questo punto la magia di Finn non può reggere più perché costruita su false personalità e lo Chambre de Chasse va in mille pezzi, restituendo Elijah e Klaus ai loro corpi, sotto lo sguardo incredulo e disperato di Finn.
Ben ti sta, pezzo di m***a che non sei altro! Volevi fare tanto lo spocchioso e invece non hai nemmeno saputo creare un luogo adatto e resistente dove poter relegare i tuoi fratelli!
Lo psicopatico, però, non demorde: decide di rapire Marcell per scoprire qualcosa in più sul segreto di Klaus.

Klaus, trovato il capannone di Marcell completamente vuoto e iniziando a sospettare qualcosa, viene informato da Aiden dei riti che deve affrontare Hayley, così decide di andare a farle “una visita”. Dopotutto, alcuni segreti devono restare segreti.
Vedere Klaus che abbandona persino la città per la sua piccola Hope mi riempie il cuore di gioia, e questa è un'altra delle azioni che ci fanno capire quanto questo personaggio stia maturando. 
Chissà cosa succederà quando troverà Hayley e Jackson, chissà che tipo di discorso farà o se userà le sue solite maniere per imporre il suo volere. Non so come questa storia andrà a finire, ma l'intreccio mi incuriosisce sempre più!
Spero solo che nella prossima puntata ci diranno qualcosa in più su Rebekah, mi è molto dispiaciuta non averla vista in questa puntata!

VOTO ALLA PUNTATA










E con questo finisco anche questa seconda recensione – finalmente. A breve posterò le prossime due, io non ho ancora visto le puntate e sono molto molto curiosa di vedere cosa succede.
A presto ragazze e grazie per aver letto! <3

Un bacione, 
Alba



Mi nutro di Serie TV Ian Somerhalder & Joseph Morgan.Daniel Gillies & Claire Holt ღ Always and Forever ღ DemiMovie


 

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge