Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
domenica 15 febbraio 2015

Ed eccoci ad un nuovo appuntamento con Conosciamoli Meglio. 

Lo scopo di questi articoli è quello di farvi conoscere meglio i personaggi delle nostre amate serie tv, che saranno i protagonisti indiscussi.
Insieme cercheremo di analizzare e capire la loro psicologia, il loro temperamento e carattere, il perché del loro essere e delle loro azioni o scelte.
Proveremo insomma, a capire perché li amiamo o odiamo, cosa li rende tanto irresistibili ai nostri occhi, quanto rivediamo o meno di noi in loro.
Un momento per scavare più a fondo nella nostra passione e appassionarci quindi ancora di più, per sentire quelli che già consideriamo amici, reali quanto noi, a cui ci siamo affezionati come ci si lega ad un persona vera. Perché, loro, con quello che vivono e ci fanno vivere sono più che reali.
Questo mese vi presento mio marito. Il miglior personaggio mai creato, uno dei pochi che è riuscito ad evolversi in modo impeccabile, a crescere, maturare... eppure restando sempre se stesso. 
Vi ricordo che qui troverete la recensione di Supernatural 10x13 "Halt&Catch Fire" e se non lo avete letta... Correte a farlo!

Ragazzi, sono davvero orgogliosa di presentarvi...




Dean Winchester 

BIOGRAFIA




Dean Winchester è un personaggio immaginario creato da Eric Kripke nel 2005. E' uno dei protagonisti della serie TV “Supernatural”. La sua prima apparizione è avvenuta il 14 Settembre 2005 nel Pilot “La caccia ha inizio”.
E' nato a Lawrence, Kansas, il 24 Gennaio 1979 da John e Mary Winchester. Ha due fratelli, Sam Winchester di 4 anni più piccolo e Adam Milligan, nato dalla relazione tra il padre e un'altra donna.
Il nome Dean è stato scelto dalla madre in onore della nonna materna Deanna Campbell, mentre il fratello prende quello del nonno Samuel.

Il 2 Novembre 1982, la madre, Mary, viene uccisa nella camera di Sam da un demone di nome Azazel. Il padre, dopo l'accaduto, dà un compito preciso a Dean: vegliare sempre sul fratello.
John inizia a cercare la causa della morte della moglie, addestrando il figlio a diventare un cacciatore così che possa continuare ciò che lui ha iniziato.
Sam, intanto, viene tenuto all'oscuro di questo strano mondo e costantemente sorvegliato dal maggiore in caso di nuovi pericoli.

Dean è un amante del Rock classico e dell'Heavy Metal. Le sue canzoni preferite sono “Ramble On” e “Travelling Riverside Blues” dei Led Zeppelin. E' goloso della famosa  “Apple Pie” e ama in modo viscerale la propria macchina, una Chevrolet del 1967, regalatagli dal padre. 
Indossa sempre un anello nella mano destra insieme a un braccialetto e ha un tatuaggio sulla parte sinistra del petto raffigurante un pentacolo circondato da un sole simbolo di protezione da possessioni demoniache. Ha anche un ciondolo al collo che Sam gli ha regalato a Natale 1991.
E' un fan di Jack Nicholson e Oprah.

Il ragazzo è un abilissimo cacciatore; ben preparato su vari tipi di armi da fuoco, anche se preferisce la sua Colt 1911 e il suo fucile a canne mozze. 
Ha dimostrato di saper affrontare situazioni orribili (es. Croatoan) e ha una grande conoscenza su ogni tipo di mitologia. Dalla quarta stagione imparerà anche incantesimi contro gli angeli.
Il lavoro di Dean richiede abilità particolari le quali richiedono d'impersonare ruoli professionali per evitare sospetti delle forze dell'ordine. A tal fine, il ragazzo è predisposto per ruoli come agente dell'FBI o CDC (Center for Disease Control and prevertion), ma è bravo anche in furti d'auto e irruzioni.

Grazie ad Alistar, Demone torturatore dell'Inferno, Dean impara molte tecniche per tormentare le persone; questo gli sarà utile quando catturerà spiriti malvagi molto potenti.
Il cacciatore ha una certa abilità, anche, come meccanico data la mania per la sua macchina.


CARATTERE



Il carattere di Dean è molto complesso nel suo genere: ha ampiamente dimostrato di essere comprensivo, gentile, divertente e malizioso, a differenza di Sam che è un po' immaturo e impulsivo.
In giovane età, addestrato dal padre, ha dato prova di avere un'innata predisposizione per la caccia e, mentre, lui non crede di esser stato istruito come un guerriero, il fratello ha difficoltà a capire questa situazione per molto tempo.
Sembra preferire la vita da “cacciatore” piuttosto che un'esistenza normale, infatti, evita spesso relazioni intime, preferendo rapporti occasionali. Tuttavia, nel corso degli anni ha avuto due storie importanti: Cassie Robinson, prima che iniziasse la serie (Ep. Route 666) e Lisa Breaden, vista per la prima volta nella sesta stagione, nella quale Dean decide di staccarsi per un po' dal fratello e dalla vita mondana dedicandosi alla relazione.
La relazione non finisce nei modi migliori; dopo la rottura con la ragazza diventerà riluttante verso la vecchia routine “New town, new girl”, tuttavia, l'unica volta che passerà la notte con una donna finirà per ritrovarsi padre di una giovane amazzone, Emma, la quale cercherà di ucciderlo, finché non interverrà Sam che lo salverà dal pericolo imminente accoltellandola.
Questi episodi spingeranno Dean a distaccarsi, quasi del tutto, dai rapporti emotivi e fisici, l'unico valore che non cancellerà mai sarà la famiglia, per la quale arriverà a sacrificare la propria vita più volte. Difatti per salvare Sam venderà la sua anima al Demone degli Incroci.
Nonostante queste caratteristiche, quando non è caccia, è molto rilassato e ben disposto verso la sicurezza degli altri, anche se, a volte, risulta impulsivo e arrogante; il ragazzo è estremamente intelligente e competente in ciò che fa, ma diventa irrazionale, quando la sua famiglia è minacciata.
Molte volte mostra segni di disgusto nei confronti di se stesso per gli errori commessi, a prescindere se la responsabilità sia la sua o meno.
Oltre a questi lati oscuri, gode di una vena umoristica marcata, la quale lo aiuta ad andare avanti, mettendo in secondo piano le sue debolezze.
Dopo la comparsa di Castiel, a partire dalla quarta stagione, Dean incomincerà ad avere momenti di ansia, soprattutto con l'esperienza vissuta all'Inferno sotto le grinfie di Alistar. Riemergeranno i sensi di colpa accentuati da vergogna e stress.
Continua a cambiare, dopo la scoperta del vero problema di Sam, il quale è il tramite di Lucifero; questo lo porterà al disgusto totale verso il fratello e non avrà più fiducia nei suoi confronti, tanto da creare difficoltà relazionali tra di loro nel corso della serie.
Passati i periodi tra “Inferno” e “Purgatorio”, Dean e Sam sembrano tornati quelli di una volta, una squadra, ma essendo cambiati la fiducia reciproca non sarà più recuperata. Purtroppo, questa situazione lo porterà ad affogare i problemi nell'alcool e con la morte di Bobby tutto peggiorerà ulteriormente. Svilupperà una sete di vendetta che lo porterà alla morte.
Dean continuerà a peggiorare, sino a diventare una persona priva di emozioni, indurita e in lotta con se stessa. Diventerà ostile, anche verso i suoi amici e a suo fratello, sarà sempre più diffidente e sospettoso e pieno d'odio verso il sovrannaturale. La colpa di tutto ciò è da indirizzare al Marchio di Caino. Difatti lasciamo la nona stagione con la morte del cacciatore che “aiutato” da Crowley si risveglierà demone; questo comporterà l'oscurità totale nell'anima del ragazzo tanto da non interessarsi più, neppure del fratello.

FATTI IMPORTANTI

Come ho descritto nei paragrafi precedenti, il personaggio di Dean ha subito drastici cambiamenti, nel corso delle stagioni.
In questa sezione elencherò i fatti più decisivi che hanno dato stimolo al ragazzo di progredire e/o regredire a seconda delle situazioni.


I. La morte di Mary e il sacrifico di John



Il 2 Novembre del 1982, Mary Winchester viene uccisa dal Demone dagli occhi gialli. Questo renderà Dean molto protettivo nei confronti della famiglia e, come vedremo nel corso degli episodi, dimostrerà di avere un attaccamento viscerale verso la madre, tanto che la mancanza di una figura femminile nella sua vita, lo porterà a riempire questo vuoto con relazioni occasionali, dimostrando quanto poco riesca ad affezionarsi emotivamente e intimamente alle donne.


Il senso di colpa venutosi a creare, invece, è nato quando John, il padre, ha sacrificato la propria vita per quella del figlio, dando a quest'ultimo un peso in più da portare nel suo “bagaglio delle emozioni”. 
Non si renderà conto di quanta arroganza userà, in seguito, nei confronti del fratello; di quanto si allontanerà per difenderlo da ciò che sta diventando; questo è dovuto al fatto che il padre prima di morire gli ha rivelato quanto Sam sia in pericolo e quanto egli possa diventare malvagio se si nutrisse, in futuro, di sangue demoniaco.
Questo segreto riuscirà a portarlo lontano da Sam; lo si vedrà distaccarsi dalla sua figura di fratello maggiore e inizierà a comportarsi in modo scontroso.
In qualche modo una parte di se stesso morirà con il padre e dopo questo fatto si sentirà perennemente responsabile per ogni errore che si verrà a creare. 

Non cambierà atteggiamento fino all'arrivo di Bobby che saprà dargli buoni consigli.

II. Inferno e Purgatorio

Nella quarta e nella settima stagione Dean dovrà affrontare due luoghi oscuri:


  • Inferno: passerà 40 anni torturato da Alistar, finché non cederà alle richieste di quest'ultimo che lo obbligherà a seviziare, a sua volta, anime destinate all'oltretomba;



  • Purgatorio: trascorrerà solo un anno qui, anche se sarà uno dei momenti più brutti. In questo luogo, non risiedono anime, ma mostri di ogni genere che si ritroverà ad affrontare fino a che qualcuno, precisamente un vampiro, lo aiuterà a uscire per farlo tornare sulla Terra. Tra loro nascerà una forte amicizia.





In questi due momenti, Dean modificherà ancora una volta il proprio carattere. Nel primo caso, si chiuderà in se stesso ed eviterà in tutti i modi di parlare di ciò che ha vissuto, mentre nella seconda circostanza, capirà il vero significato di un'amicizia basata sulla fiducia e sulla lealtà. Quando il ragazzo torna sulla Terra avrà infatti, come punto di riferimento solo il vampiro tanto da allontanare inconsapevolmente il fratello e gli amici.

III. Arcangelo Michele e Lucifero




I due fratelli, in questo frangente, saranno divisi tra il Bene e il Male: Dean verrà a sapere che è il tramite dell'Arcangelo Michele (alla fine non accetterà di far entrare l'angelo e sarà sostituito dal fratellastro Adam) e Sam, quello di Lucifero; il rapporto tra i due cambierà sostanzialmente, ma continueranno a difendersi l'uno con l'altro.
In qualche modo il cacciatore crescerà e maturerà, anche se non positivamente, e continuerà ad allontanarsi sempre di più da quei pochi affetti che gli sono rimasti.
Per Dean, sarà molto difficile comprendere il fratello tanto che non riuscirà nemmeno a confidarsi e nutrirà paura nei suoi confronti.
Si renderà conto che Sam sta cedendo a Lucifero e in lui nascerà una delle prime vere delusioni che il minore gli procurerà nel corso della vita.

Non avrà più nessuno a cui appoggiarsi veramente, confiderà in Bobby e Castiel, ma il vuoto dell'amore incondizionato per il fratello non riuscirà mai a riempirlo veramente.

IV. Lisa e Ben




Dean, in questo momento della sua vita, decide di dedicarsi totalmente all'unica donna che veramente ama e al figli che non ha avuto. 

Il ragazzo sarà completamente diverso, riuscirà a dimostrare amore, fiducia e passione, dedicandosi completamente. Avere una famiglia lo renderà felice, fino a che Sam non lo richiamerà all'azione segnando la fine del rapporto con la coniuge e il figlio. Infatti Lisa e Ben lo abbandoneranno quando vedranno un suo allontanamento e questo segnerà inevitabilmente il cuore di Dean; si renderà conto che l'essere cacciatore, per lui, è qualcosa di talmente forte da non poter nascondere o cancellare così da chiudere le porte alle relazioni stabili.

V. La morte di Bobby e il Marchio di Caino


Bobby, dopo la morte di John, è diventato per Sam, ma soprattutto per Dean un padre “adottivo” e ha fatto di tutto per aiutarli ogni giorno della loro vita. 
Dopo la sua morte, il maggiore si sentirà un'altra volta abbandonato e questo gli provocherà un'aggressività che lo costringerà a scegliere strade sbagliate e pericolose. Difatti una delle sue ultime decisioni sarà accettare il Marchio di Caino, che lo condurrà alla pazzia e alla morte.

Negli ultimi episodi notiamo quanto Dean non dia più importanza a niente e nessuno dimenticando tutto e tutti, compreso se stesso.




VI. Salvare Sam


Ultimo punto ma non meno importante è il significato di quanto Dean tenga a Sam. 
Psicologicamente due individui consanguinei hanno, normalmente, l'istinto di protezione reciproco: in questo caso il maggiore, in tutta la sua vita, si è sentito sempre in dovere di salvaguardare l'incolumità del minore a partire dal giorno dell'incendio fino ad oggi.
Il suo essere lo ha portato a annullarsi completamente; la paura di rimanere da solo, senza nessuno accanto fa di lui un personaggio debole.
I sentimenti provati cambiano e alterano il carattere di Dean fino ad oscurarsi.
A peggiorare la situazione sarà la perdita della fiducia per Sam dopo aver saputo che nelle vene del minore scorre sangue demoniaco. In ogni puntata, infatti, si può notare un pizzico di diffidenza in più nei suoi confronti, anche quando sembra che le cose stiano tornando come prima.
La loro relazione potrebbe essere reputata di tipo egoistico, Dean sa che se dovesse chiudere i rapporti definitivamente con il fratello la sua autocommiserazione e autodistruzione lo porterebbe a una depressione cronica se non addirittura al suicidio.
Un altro lato da non sottovalutare è la gelosia morbosa che prova costantemente nei confronti di Sam. Ogni qualvolta viene sminuito, Dean lo difende senza pretese a costo di cadere in errore.
Le varie sfaccettature descritte sopra possono rivelare quanto sia una persona molto debole, senza alcuna sicurezza e senza amor proprio.
La perdita del fratello o la sola lontananza lo rende vulnerabile, fragile, irrazionale e impulsivo.
Non ammetterà mai a se stesso quanto Sam sia importante per la sua integrità, in quanto crede fermamente che proteggerlo sia il suo reale compito.


Castiel, l'Angelo Custode


Intenzionalmente non ho parlato di Castiel in nessun paragrafo perché, secondo le mie visioni, è un punto importante da dover sviluppare in separata sede, data la forte considerazione nei confronti di Dean. 
Nel momento in cui entriamo a contatto con questo personaggio ci rendiamo conto di quanto poco umano sia, vista la sua natura angelica.
Castiel, infatti, chiede al suo tramite, un uomo sulla quarantina, di consegnargli volontariamente il suo “involucro” per poter entrare in contatto con gli umani, specialmente con il cacciatore.
Il rapporto di fiducia tra di loro è molto debole anche se in casi di pericolo si salvano la vita a vicenda.
L'angelo salva Dean dall'Inferno spiegandogli che Dio ha progetti diversi per lui come, per esempio, sconfiggere insieme a Sam i quattro cavalieri dell'Apocalisse.
L'umano non riuscirà, come negli altri casi, a fidarsi completamente di Castiel anche se quest'ultimo lo proteggerà e rassicurerà sempre; alla fine i due creeranno un'amicizia pura, basata sulla lealtà reciproca.
Gli attriti non tarderanno ad arrivare però: la creatura divina impedirà a Dean di salvare il proprio fratello durante lo scontro con Lilith e, questo provocherà nell'umano un enorme delusione tanto da prendere una drastica decisione: allontanarlo da sé.
Non sarà l'unico errore commesso dall'angelo, ma a differenza del primo caso, il cacciatore cercherà di aiutarlo in tutti i modi possibili; anche quando Castiel perderà completamente il controllo di se stesso, perdendo il suo potere angelico.
I due personaggi, alcune volte, alla vista degli spettatori sembrano una reale coppia, anche se questo è stato completamente negato sia dai produttori che gli attori stessi.
Dean e Castiel nella nona stagione saranno distanti, non per motivi interni alla loro amicizia, ma perché il primo si troverà ad affrontare il suo nuovo cambiamento caratteriale dovuto al Marchio di Caino, comportando l'allontanamento da ogni cosa benevola facendolo avvicinare a Crowley, il Re degli Inferi. L'angelo cercherà insieme a Sam di salvare la vita al cacciatore, ma gli ostacoli che incontreranno saranno troppo alti per poterlo redimere. Nel mentre la creatura celeste dovrà anche affrontare la riabilitazione per avere di nuovo il suo potere angelico: Metatron (Scriba di Dio che si prodiga il nuovo Dio).
Quando Dean perderà la vita, alla fine della stagione, notiamo come Crowley cerchi di farlo risvegliare e, riuscendoci lo vediamo trasformato in un demone.
Non sappiamo come Castiel cercherà di salvarlo, sappiamo solo che ci proverà in tutti i modi possibili.



xoxo

2 commenti:

Daniela ha detto...

Ho amato questo articolo davvero!
Come hai descritto bene il personaggio...sei riuscita a renderli davvero giustizia! E non era facile...Dean è un personaggio così complesso, come si fa a non amarlo? *:*
Complimenti davvero! Leggerti è un piacere, alla prossima! :)
Daniela

Miss W. ha detto...

Oddio Daniela non c'è cosa più bella di quello che ho appena letto! GRAZIE MILLE per il complimento! Sono felice che ti sia piaciuto l'articolo e soprattutto Dean LOL ahahah Comunque vorrà dire che mi impegnerò per psicoanalizzare anche Sam a questo punto! GRAZIE ANCORA davvero, per me è importante! xoxo MissW.
Alla Prossima!

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge