Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
domenica 8 marzo 2015

Ciao Vichinghi!
Questa stagione, solo alla terza puntata, già si fa troppo complicata per i tre neuroni che mi restano.
Tutta la storia del sangue dalle mani mi sfugge.
Non riesco a capire. Anche Harbard il vagabondo mi getta in confusione. Chi è? Che vuole?



Ad ogni modo, episodio che mi rende bipolare, ma che, soprattutto, mi lascia in trepidante attesa per il prossimo.
L'apertura vede a confronto i due grandi leader di questa stagione: Re Ecbert e Re Ragnar, entrambi a fare i conti con le rimostranze dei loro seguaci.
Devo dire che ho molto apprezzato le risposte date da questi due personaggi, perché sono due visionari. Entrambi gettano l'occhio al futuro. Entrambi non si limitano a guardare le odierne differenze, cosa li rende deboli o retrogradi l'uno rispetto all'altro. Guardano a quello che sarà. Senza saperlo, stanno combattendo per la più grande potenza coloniale mai esistita. Senza rendersene conto sono morti, si sono sacrificati, affinché noi potessimo avere i Beatles e JK Rowling!
Kudos ai Re!
Ovviamente, entrambi i popoli oppongono resistenza. Gli ostacoli all'integrazione sono molteplici: la religione, la cultura, il modo di vivere e sentire. Tutto ciò mi riempie di speranza. Se questi due popoli sono riusciti poi a convivere, non esiste che il sogno europeista non si avveri!
Entrambi mettono in luce i vantaggi attuali. La conquista di Mercia, le terre da coltivare. Ma quello che realmente conta, sono i benefici che verranno in futuro.


Ad ogni modo, i nostri guerrieri sono alle porte di una sanguinosa battaglia. Senza preoccupazioni se consideriamo che: Porunn è incinta ma sembra fregarsene, Bjorn rischia in continuazione di farsi ammazzare per controllare che lei stia bene, Ragnar fa lo stesso controllando Bjorn, Floki non la smette un attimo di lamentarsi perché non vorrebbe essere lì. L'unico che non fa una piega e pensa solo a sventrare le persone è Rollo!
Credo sia dovuto, adesso, porgere l'estremo saluto a Torstein.
Questo incredibile guerriero, non dimentichiamolo, lascia ben due donne incinte a casa. Ed è coraggioso, ed è determinato e tutti noi sapevamo che sarebbe morto. Lo sapevamo dalla scorsa puntata, abbiamo avuto conferma all'inizio di questa.




E questa scena mi ha portato alla mente due pensieri, che in realtà sono riconducibili ad uno e che sono tornati prepotentemente nel momento della caduta di Torstein.
Perché sia lui che Rollo, pur non dicendo nulla, sanno benissimo quale sarà l'epilogo.
Perché quando, sulla collina, si propone di andare lui per primo sa perfettamente a cosa va incontro e non c'è speranza, non cova alcuna speranza di uscirne.
E questa è la potenza della fede.
E questo è quanto la fede sia pericolosa, al punto di superare l'istinto di sopravvivenza.
Al punto di superare ciò che ti dovrebbe spingere a tenere i tuoi amici al sicuro.
E forse per qualcuno è forza, è l'abnegazione del desiderio di tenersi accanto qualcuno, nonostante sia compromesso, nonostante non sia quello il modo in cui lo vorresti, ma come fai? 
Non fraintendetemi, non intendo dire che sia stato sbagliato assecondare la sua volontà. E gli sguardi di Rollo, Floki e Ragnar erano stracolmi di pena, ma nemmeno una parola, nemmeno un tentennamento. 
Il modo in cui combattono la sofferenza mi incanta e mi lascia perplessa al tempo stesso.


E poi è semplicemente finita per Torstein. Si è ricongiunto ad Odino, a Thor e beve con gli dei.
In alto i calici e rendiamogli onore. Perché che siamo d'accordo o meno, ognuno è libero di decidere come vivere e come morire.


Altro personaggio che non ha passato bene la battaglia è stata Porunn.


La nostra neo promessa sposa, ossessionata dall'idea di imitare la molto più abile suocera, resta gravemente ferita in battaglia. Nulla può Bjorn, nulla può nessuno. La fretta è una cattiva consigliera, e qui non si tratta di coraggio ma di responsabilità.
Sì, perché starsene al sicuro quando si è incinte non significa essere delle perdenti. Ma Porunn è giovane, ha fretta di dimostrare il suo valore, ha fretta di gridare al mondo "Sono una donna ma valgo quanto un uomo". Questo non è femminismo.
Io amo le Donne. Lo dico sempre. In ogni serie tv, puntualmente, il mio personaggio preferito finisce con l'essere una donna che in qualche modo mi ispira.
Ma essere femminista non significa fare a tutti i costi quello che un uomo farebbe.
Essere femminista, per me, significa avere le stesse opportunità, significa la perdita di senso della dicotomia di genere in favore dell'affermarsi del concetto di genere umano.
Se decido di fare o non fare una cosa, non lo faccio in quanto donna ma in quanto persona.
Ed in quanto persona sono pessima a guidare, in quanto persona sono una pessima romantica. Non c'entra l'avere o meno un pene!
E qui Porunn sbaglia.
Sbaglia perché, in quel momento, non poteva combattere. Non doveva farlo.
E Bjorn è distrutto al suo capezzale.


Quando Ragnar scopre che la futura-nuora-qualora-non-morisse era incinta, si incazza.
Scusate il termine, ma si arrabbia non avrebbe reso l'idea. Perché lo stato d'animo era proprio quello. Diventa una bestia. Per la prima volta è davvero profondamente deluso da Bjorn. Perché lui crede talmente tanto nel valore della famiglia, da averne volute due.
Al contrario Zio Rollo è adorabile e molto più indulgente.



Mi manca il Rollo pazzo, ad essere onesta.
Comunque ... la debolezza di Bjorn è la goccia che fa traboccare il vaso per Ragnar. Il Re è già provato dalla perdita di Torstein e dall'aver nuovamente discusso con Floki, che lo accusa per la morte dell'amico.



A tal proposito! Non pensate anche voi che sia arrivato il momento di far ricongiungere questi due?
Perché nel frattempo, Althestan e Lagertha fanno la spola tra i campi e il palazzo reale.
Re Ecbert, dopo la terra e la collana, si prepara agli ultimi passi del suo piano di conquista.
Ragazzi è geniale.
Le regala un aratro di ultima generazione, le fa zappare la terra e poi la porta a vivere nel castello offrendole bagni caldi e vino pregiato.
Della serie: resta dove sei e zappa oppure vieni con me e questa è la vita che ti aspetta.
Ho la netta sensazione che Lagertha sia piuttosto incline a lasciarsi andare ai piaceri della carne.


Amo sempre Lagertha. Profondamente. E, onestamente, neanche mi disturba il fatto che si diverta con Re Ecbert, in quanto vedere Ragnar crepare nella sua stessa bile non potrebbe che farmi piacere, ma sono un po' stufa. Vorrei indietro la Lagertha guerriera e condottiera. Quella intrepida. Quella che mozza le teste.
Ad ogni modo, è giunto il momento di assegnare il premio ipocrisia.
Dopo tutta la paternale "Judith non si fa", "Judith hai tanto peccato", Althestan da il meglio di sé. 
Sa che la ragazza sta vivendo un periodo difficile, sa che è tentata e fatica a resistere, sa che è fragile e lui, da brava guida spirituale, le è vicino!



Povera Judith! Io la capisco. La tentazione è una brutta bestia da combattere. Il desiderio che si scontra con la volontà. E' come cercare di imbrigliare tutto il corpo con la mente. Combatti contro te stesso ed è sfiancante. E lui che fa? Gironzola mezzo nudo, guardandola in una maniera che dovrebbe essere illegale o vietata o comunque additata quanto meno!
Ma non è questa la cosa più colpevole che Althestan abbia fatto nel corso della puntata.
No.
La scena punta di diamante dell'episodio è stata un'altra.


Ed ecco a voi l'uomo che ha inventato la tattica dello stiracchiamento al cinema!
Io vorrei commentarla questa cosa, ma sul serio, non mi vengono le parole.
Dunque lascio a voi tutti il compito di trovarle al mio posto. Dirò solo una cosa.
Povera Judith. Povera.
Ad ogni modo, una volta tornati alla Colonia, Re Ecbert ed i suoi nobili restano ad assistere al sacrificio per il raccolto.



Non mi sembra che abbiano molto gradito lo spettacolo. Addirittura Re Ecbert, che generalmente è piuttosto indifferente rispetto la religione, mi è sembrato turbato! E la conclusione, con i nobili che chiedono al loro Re di pretendere la conversione dei pagani, potrebbe aprire diversi, nefasti, scenari.

Nel frattempo a Kattegat, Aslaug e Helga sono in un brodo di giuggiole per l'avvento del viandante. Lo medicano, gli offrono riparo, un letto, del cibo. Lui fa un allusione casuale per assicurarsi che Ragnar non sia nei dintorni, poi si lascia coccolare. Beve il loro vino, racconta loro storie di come sia stato in luoghi fantastici ed abbia compiuto gesta eroiche. Infine riesce a far smettere di piangere Ivar.



Dal canto mio, vi giuro che non c'entra niente la viscerale simpatia che nutro per questo personaggio, sono completamente dalla parte di Siggy.
Lei non se la beve.
E fa bene. Nemmeno io ci credo! Qualcosa non mi convince, non riesco a capire cosa, ma non mi sta convincendo per niente. Io e Siggy non approviamo assolutamente.
E poi secondo me c'entra qualcosa anche con la storia dei bambini morti affogati.
Per non parlare della scena finale con l'indovino che mi ha anche un po' inquietata.
Ad ogni modo, spero di capirci di più nel prossimo episodio che, a quanto pare, sarà piuttosto movimentato!
Per il momento vi saluto.
Aprestissimo, Mika!

Valutazione Episodio:

Se volete saperne di più date uno sguardo alla nostra pagina
e alle pagine nostre amiche:
https://www.facebook.com/pages/%E1%83%A6-I-cant-live-without-my-favorite-series-and-movies-%E1%83%A6/777484872326990

5 commenti:

Miss W. ha detto...

Mika sei favolosa! Mi hai fatta piangere come una cretina quando hai spiegato quello che è successo a Torstein (NB Mio Marito LOL) e non avresti potuto dirlo meglio, quindi grazie della bella recensione! TI ANO <3 xoxo

Mika ha detto...

Grazieeee Sarè <3 Eh, lo so.. povero Torstein.. :( Eh io non ho ancora un marito in questa serie! XD

Miss W. ha detto...

Lo troverai vedrai! Ora voglio vedere come si svolgeranno le cose, dato che Floki sembra non essere più d'accordo con Ragnar! xoxo

Amy ha detto...

Bellissima recensione! Quanto mi sta piacendo questa stagione! Spero tanto che la ragazza di Bjorn si riprenda! Rip Torstein :'(
Concordo con quanto ha detto del Re Ecbert! Questa volta non era affascinato...il sacrificio gli ha dato fastidio secondo me...staremo a vedere!

Alla prossima ciao ciao!

Mika ha detto...

Eh Re Ecbert mi è sembrato piuttosto provato!

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge