Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
venerdì 16 ottobre 2015


La premiere di American Horror Story: Hotel divide ancora una volta il pubblico: Lady Gaga sì, Lady Gaga no. Horror sì, Horror no. Insomma, una miriade di idee scritte in vari post e recensioni. Altrettanti dubbi sulla vera trama: Vampirismo? Fantasmi? Seguitemi e scopriamo le vecchie e le nuove rivelazioni. 




Previously on American Horror Story: Hotel
(N.B.: “Hotel” è detto sottovoce, altrimenti non rende).

Elizabeth, proprietaria del maestoso Hotel Cortez che ha lo stesso arrendamento da quando ha aperto, ha una relazione malatissima con Donovan, lo strafighissimo figlio della receptionist Iris.
 I due che, come l’Hotel sono gli stessi da molto, troppo tempo, sono soliti adescare giovani coppie con cui avere una relazione e uccidere dopo l’amplesso per bere il loro sangue.
Nel frattempo una residente dell’Hotel Sally – anche lei è ovviamente la stessa da tempi lontani – assiste alla deflorazione di un tossicodipendente con sex toy appuntito (gli avrà come minimo lacerato il retto!) da parte di un “qualcosa” (un’entità tutta ricoperta di bianco, forse un fantasma) così da mostrarci il suo lato duro e il suo lato nascosto. Infatti, l’unico modo per mettere fine alle torture della stanza 64 è stato dire “Ti voglio bene, Sally” (o "Ti Amo".. gli inglesi sono sbrigativi e dicono tutto allo stesso modo), dimostrazione della sua solitudine e della sua disperazione. Dall’altro lato della città – non lo so se è l’altro lato, ma ci stava bene nel discorso – il 
Detective John Lowe lavora al caso di un assassino piuttosto cruento che, apparentemente, non ha a che fare con la trama originale – finché non sappiamo che una delle vittime ha proprio schegge dell’arma del delitto indovinate dove? Nella cavità rettale. Ecco che John riceve una chiamata anonima da colui che si dichiara essere l’assassino e dice di trovarsi nella stanza 64 dell’Hotel Cortez. Un altro importante personaggio che ci viene presentato è la Drag Queen Liz Taylor, apparentemente vanitosa e indifferente, ma con una sensibilità d’animo profonda (rivedere scena con il detective nell’ascensore). Ultimo, ma non ultimo personaggio che ci viene presentato è il ricco Will Drake, acquirente dell’Hotel che Elizabeth ha messo in vendita. Elizabeth sembra fin troppo interessata al figlio di quest’ultimo, mostrandogli persino la sua schiera di bambini biondi, pallidi e succhiasangue dove, guarda caso, si trova anche il piccolo Holden che scopriamo essere il figlio scomparso del detective John Lowe.

Rivelazioni già ricevute:

Da un flashback di Iris scopriamo che nel 1995 Donovan non era altro che un tossicodipendente e Sally la sua spacciatrice. Iris, presa dalla preoccupazione per il figlio e dall’ira verso Sally, lo segue fino all’Hotel Cortez dove spinge Sally dalla finestra (piano molto, molto alto) e trova il corpo di Donovan, morto per overdose, con niente poco di meno che Elizabeth. Da qui abbiamo sicuramente capito che Sally e Donovan sono entrambi morti e, a giudicare dall’aspetto sempre giovane di Elizabeth, penso sia morta anche lei. Fantasmi? Argomento già affrontato in American Horror Story: Murder House, vogliamo davvero cadere nella ripetizione? Comunque resta l’ossessione dei due attuali amanti per il sangue e il fatto che Iris assecondi la cosa (vuole purificare il sangue delle sue due prigioniere). Vampiri? Altrettanto importante la rivelazione che Holden (il figlio di Lowe) è nell’Hotel. Rapito da Elizabeth? E perché? 

 Ripartiamo da qui e vediamo cosa ci rivela questa 5x02!

Tralasciando Sally che mette il giovane morto - che non è più morto - dentro il materasso, vediamo Elizabeth e Donovan avere per una volta interessi diversi: mentre lei vuole fare le solite cose (trovare qualcuno da uccidere, insomma il loro hobby preferito), lui vuole restare a casa a vedere House of Cards - Tranquillo, Matt, lo vedo io con te!! - Elizabeth non sembra per niente felice, ma la sua espressione non fa assolutamente trasparire alcuna emozione, sarà la classica crisi del 100 anni. Brutto segno! Infatti, durante la sfilata organizzata da Will Drake, la Contessa sembra invaghirsi di Finn Wittrock (non che io non la capisca!) 
che interpreta il modello Tristan Duffy (ma io lo ricorderò per sempre come Dandy *_*) tanto da dargli il suo stesso "virus". 

A quanto pare mi sbagliavo (forse) a dire che non fossero vampiri. A differenza dei vampiri da noi conosciuti, a quanto sembra, loro sono mortali.. semplicemente non invecchiano e restano sempre bellissimi (Tristan ci fa notare come i punti neri siano spariti!). C'è solo una frase che mi preoccupa 

Il sole non ti ucciderà, ma sarebbe meglio non esporti
Più o meno diceva così
Io non vorrei che l'effetto fosse questo:



Il dubbio del vampirismo mi resta, però! Non vorrei che "virus" fosse una metafora per qualcos'altro. 

Nel frattempo John Lowe ha allucinazioni che tutto sono, meno che rassicuranti, e ritorna a vedere Holden che rincorre per tutto l'hotel. Ha più fortuna di lui la furbissima Scarlett che dopo averlo visto di sfuggita durante la sfilata mentre faceva il suo riposino nella bara - na cosa normale, insomma - torna autonomamente a trovarlo e ha con lui una piccola chiacchierata. Il bambino si rende conto che Scarlett è cambiata, ma che lui è lo stesso. Ricorda ogni cosa, ma nonostante ciò non vuole 

tornare dai suoi perché l'Hotel è ormai casa sua. La bambina vuole scattare una foto, ma il suo collo è troppo vicino alla bocca del fratello e per evitare quello che sarebbe stato un morso sicuro al 100%, la foto viene mossa e lei - che è stata mille volte meglio del padre come detective - si becca pure una bella sgridata. 
Questi genitori!! Ovviamente sappiamo che la reazione è esagerata perché John ha già visto Holden e sa che c'è un fondo di verità.

La parte con più rivelazioni e la migliore della puntata, però, è stata il racconto da parte di Iris sulla storia dell'Hotel Cortez e il ritorno del mio attore preferito in assoluto: Evan Peters alias James March. In teoria il primo proprietario dell'Hotel, in pratica un pazzo!

James March fa costruire proprio come un dittatore l'Hotel nel 1925 - chi si permetteva di dire qualcosa moriva all'istante - per farlo diventare non solo un magnifico Hotel, ma anche il suo covo 

per il suo passatempo: l'omicidio. Fece costruire l'Hotel con una fitta rete di tunnel, intricati quanto un labirinto, dove faceva cadere i cadaveri e si era procurato una cameriera che faceva sparire ogni macchia con un ingrediente segreto: l'amore. Insomma l'attrice che la interpreta è brava a interpretare persone mentalmente disturbate (Mare Winningham, se ricordate, era la pedofila mamma di Kyle in Coven). La stanza che fungeva da studio del signor March era ovviamente la Stanza 64
James si tolse la vita quando i poliziotti arrivarono a lui. Comica la scena con la cameriera del "chi muore prima?". Io morta.

Da questa storia possiamo estrapolare alcune informazioni. 
  1. James March aveva una moglie che vediamo soltanto di spalle, ma la sua voce e i suoi capelli biondi sono per me inconfondibili: è Elizabeth. Inoltre la frase che si ripete nel flashback è la stessa che ripete a Tristan, ovvero che lei preferisce guardare.
  2. James March odia il padre e la religione, soprattutto quest'ultima, tanto che alcuni dei suoi ultimi omicidi (quelli che poi hanno portato la polizia da lui probabilmente) sono una denuncia ad alcuni dei 10 comandamenti (che vediamo anche nella sigla).
  3. James March è ancora nell'Hotel, lo vediamo con Tristan nella sua fuga.
Nel frattempo, Donovan scopre Elizabeth insieme a Tristan e, dopo la dichiarazione d'amore, lei lo caccia di casa. Ma scusami, cacci Matt Bomer? Lasci Matt Bomer?




Questa 5x02 è stata una bella puntata: molte rivelazioni e la trama inizia a infittirsi. 

Sarah Paulson è stata poco presente, ma quelle poche scene ci fanno capire come lei sia perfetta in qualsiasi ruolo. Quando piange dicendo "Io vivo qui" durante la sfilata, stava per far piangere anche me! La scena con Scarlett è stata super inquietante, ma lei troppo troppo brava. Voto: 10!

Wes Bentley è perfetto nel ruolo del detective John Lowe. Mi è piaciuta la sua preoccupazione sullo scatolone ricevuto dall'Hotel, la sfuriata con Scarlett dopo averla persa. Non mi è piaciuta la sua apertura a Sally, però. Come ti dice la testa di raccontare le tue paure ad una tizia che sta sempre sul vago e ha chiaramente l'aria per nulla rassicurante? Sei anche un detective! Per quanto il voto a Wes resta un largo 9+, in questa puntata John si merita un 5 tondo tondo, nonostante la sua scoperta: l'assassino continua l'opera di March (o l'assassino è proprio March?).

Lady Gaga piace da morire solo a me? la adoro in questo ruolo con i suoi movimenti fluidi e la voce bassa da signora (anche se poi la vediamo a letto e si trasforma da signora in un'altra cosa). Sappiamo molto poco della contessa, ma in questi attimi per me Lady Gaga è stata brava. Voto: 8.

Dai tempi di Tate Evan Peters non mi convinceva (anche se lo amo!). Questo ruolo così pazzo e sadico può far affiorare tutto il suo potenziale. In questa puntata è stato Super! Voto: 10-

Per il resto non abbiamo visto molto. Ora il dubbio non è più sui vampiri, ma sul killer che si diverte con i dieci comandamenti. Chi sarà? Cosa ha a che fare col Cortez?

La puntata è stata meno d'impatto rispetto alla volta scorsa, ma con svolte interessanti.
Voto: 8



Vi lascio il promo della prossima puntata, con la speranza che la mia recensione con 38 di febbre vi sia piaciuta almeno un po'!
Vostra (ma soprattutto di Evan), Melania.



Per altre news su American Horror Story o altre serie visitate la nostra pagina Facebook Diretta Telefilm e iscrivetevi al nostro FIGHISSIMO gruppo diretta telefilm... per commentare insieme

Per altrettante news su American Horror Story visitate la pagina

Un saluto e un ringraziamento alle pagine che mi condividono:




2 commenti:

Carlotta ha detto...

Complimenti per la recensione!
Io all'inizio pensavo che la moglie di James March l'avrebbe fatta Emma Roberts, ma in effetti haiu ragione tu dalla voce e dai capelli pare proprio Lady gaga e speriamo sia così perchè nn se ne può più del clichè "famo trombà Emma e Evan almeno una volta a stagione" -.-
Come apertura non è malaccio (a parte i troppi riferimenti alla prima stagione...pure il ragazzino con la palla rimbalzante -.-) speriamo non si perda...

Melania Pittari ha detto...

ahah grazie mille :) Noooooo.. speriamo non sia Emma :O per carità, bravissima, ma non è detto che perché stanno insieme nella vita reale devono per forza anche in AHS!! Comunque sarebbe di gran lunga più interessante la Contessa come moglie di March! I riferimenti ci stanno e a quanto pare la Murder House la rivedremo davvero! Grazie per il commento, alla prossima :*

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge