Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
giovedì 15 ottobre 2015


Lettrici, lettori, gatti impiccioni che si strusciano contro lo schermo del PC, pop corn nelle ciotoline ed altro,
buon quelchevipare e benvenuti all'analisi di questa quinta puntata di What the actual f...reak, meglio conosciuta come Scream Queens.
Sì, il cliffhanger con cui si è concluso lo scorso episodio è stato un bruto colpo...che cosa stiamo aspettando?




Come sappiamo, le Chanel sono più interessate a preparare il loro campo di zucche che non a salvare Zayday; eccole in compagnia di un organizzatore di eventi, lo stesso che si è occupato della festa dei sedici anni di Chanel, a tema E che mangino le brioche!. Dopo una breve crisi di nervi sul labirinto – deve essere una replica esatta di quello di The shining -, la presidentessa si informa sulla musica: Hester è riuscita a scritturare i Maroon 5, n. 3 entrambe le Fergie (la cantante e la duchessa di York), ma n.5 si è scontrata con la morte di “un tizio dei Led Zeppelin, negli anni Settanta.”



Chanel, che dalla defezione di qualche tempo fa non perde occasione di torturare n.5, le fa una scenata, con l'appoggio incondizionato di Hester.
E' il momento dei costumi di Halloween: Chanel ha deciso che lei e le sue scagnozze indosseranno i panni di mogli di presidenti morti. Lei sarà Jackie Kennedy – che sorpresa, non trovate?



A n.6 tocca Ida McKinley, n.3 baratta Lucretia Garfield, “tutta casa e chiesa”, con Nancy Reagan – il cui marito non ha fatto una brutta fine, quindi boh – e n.5 sarà “ovviamente” Mary Todd Lincoln, spinta alla follia dai lutti subiti e internata. Lei protesta, e nasce una lite al termine della quale lascia la stanza. Di nuovo.



Poco dopo, la Munsch raduna i Tirati a Lucido e le KKT, in quanto più probabili obiettivi del killer, e spiega loro che ha intenzione di rafforzare ulteriormente il coprifuoco e cancellare i festeggiamenti di Halloween.
Sono tutti delusi e furibondi, soprattutto Chad Radwell, che tiene un delirante discorso il cui succo è che non bisogna lasciarsi rovinare la “notte più mignottesca dell'anno” per paura di psicopatici omicidi.



Il decano esprime le proprie perplessità sull'effettivo ingresso di Radwell al college, e dichiara tolta la seduta; non sembra troppo triste di aver rovinato l'iniziativa del campo di zucche di Chanel. La quale, come sappiamo, non si arrende facilmente: nonostante Chad le dia la colpa (e guardi le tette ad Hester), scrive una mail all'intero corpo studenti, in cui si impegna a rispettare il coprifuoco di Halloween...aprendo il campo di zucche all'una e un minuto del primo novembre.



Intanto, n.5 viene raggiunta da Hester mentre prepara biscotti alle unghie dei piedi per i bambini del vicinato,



colpevoli di vestirsi spesso da Chanel – un look che n.5 stessa ha contribuito a creare. Quella viscida creaturina che è n.6 suggerisce all'altra di prendersela con il vero oggetto della propria rabbia. N.5 le chiede, con ragione, da che parte stia, ed Hester risponde di cambiare piuttosto spesso bandiera. Ha anche un piano, che le conduce entrambe a bussare alla porta di Jennifer, l'appassionata di candele.
La fanciulla è sconvolta, perché Halloween è la festa preferita dell'industria...candelifera? Oltre ad allevare formiche nei terrari,



però, dimostra una certa logica: alla menzione della candidatura di Zayday, risponde che la ragazza non può vincere, perché anche se ottenesse la parità di voti il vantaggio andrebbe a Chanel, presidentessa in carica.
Se, osserva Hester. Se le Chanel votassero in massa per il loro capo.



Jennifer resta dubbiosa: chi dice che Zayday offrirebbe la vicepresidenza a n.6? A questo punto, però, n.5 tira fuori una carta vincente.
Chanel ha un armadio pieno di * inserire famosissima marca di candele di lusso *, perché le usa una volta e poi le scarta.
Il metodo di corruzione sembra funzionare.


(Per non dimenticare)
Frattanto, Chanel sta facendo un test; il professore pare avere qualche perplessità per l'uso del “suo asiatico”, uno schiavetto personale che si porta dietro ai compiti di matematica o scienze. La discutibilità della tecnica, tuttavia, diventa l'ultimo dei problemi, quando due poliziotti irrompono nell'aula: sono stati mandati ad arrestare Chanel per l'omicidio di Miss Bean.



Mentre la ragazza viene portata via, coglie l'immagine delle sue tre scagnozze, più Jennifer: chi sarà stato a denunciarla?
Nel mentre, vediamo che Zayday è rinchiusa in uno scantinato, sotto una sorta di laboratorio sartoriale pieno di maschere e mantelli da Diavolo Rosso. E' in buona salute, ma per quanto? Impossibile non chiederselo, quando una mano guantata di rosso apre la botola...



Le Chanel e Sam stanno facendo un delizioso finto pasto (tagliano ed assaggiano l'aria con perizia), quando Grace e Pete le aggrediscono perché non stanno partecipando alle ricerche di Zayday nemmeno ora che la presidentessa è in carcere. N.3, cui spetta il comando provvisorio, li “invita” a stare buoni: la Munsch non aspetta altro che un pretesto per espellerli tutti, e violare il coprifuoco ficcando il naso ovunque non si risolverebbe a loro favore. Nonostante la lite, Grace decide dunque di rivolgersi al padre, il suo migliore amico, che non l'ha mai delusa.



Ovviamente, dunque, quando i ragazzi entrano in camera sua l'uomo è sull'orlo di un amplesso con quella sciroccata di Gigi.
Pete si eclissa, mentre Wes e Grace si avventurano sull'orlo di un momento padre/figlia interrotto dalla necessità di mettersi a cercare Zayday.
Frattanto, Chanel è in galera, e non sa fino a quanto ci resterà: suo padre sta per chiudere un grosso affare e, in quel momento, non può avere cattiva pubblicità. E' quindi costretto a fingere che lei non esista.



Per fortuna, incontra tre amiche: sono sue fan su Instagram, e una di loro ricorda ancora il piede finto che ha ricevuto all'ultimo Chaneloween. Neanche tempo, tuttavia, di finire la frase “superbestfriends per sempre!”: n.3 ha pagato la cauzione grazie a un generoso versamento del padre, ed è venuta con Sam. Chanel saluta le sue nuove “sorelle nello spirito” con un bel “ciao ciao, perdenti!”.



Senza alcun dubbio, su n.5, la probabile delatrice, si abbatterà ben presto la giustizia divina.
Intanto, il decano Munsch si confida con un'interlocutrice improbabile: Denise Hemphill. Hanno trovato terreno comune nell'essere andate entrambe a letto con Chad Radwell,



solo che, mentre il decano la classifica come un'esperienza deludente, Denise ancora freme al ricordo del gioco di ruolo in cui lei era in uniforme e lui ammanettato.
Ormai abbiamo capito come funzioni Chad.
In questo delirante teatrino irrompono i quattro dell'avemaria (AKA Gigi, Wes, Pete e Grace), per sollecitare le ricerche di Zayday. Il decano afferma che la polizia non può procedere prima di settantadue ore, e per questo ha assoldato un detective.
Ovvero Denise, ancora convinta che Zayday sia l'assassina.



Incidentalmete, la Munsch scopre che Gigi e Wes sono una coppia ed è un po' – giusto un po' – risentita.
Tornata alla K House, Chanel vede confermati i propri sospetti: n.5 è vestita da Jackie Kennedy. La presidentessa racconta alla scagnozza di come Hester e Jennifer le abbiano raccontato tutta la verità, e cioè che n.5 l'ha venduta ai poliziotti. L'accusata sembra sinceramente sorpresa ed estranea alla faccenda; che Hester volesse incastrarla?



Ad ogni modo, Chanel la costringe ad uscire in piena notte, killer o non killer, per accendere le candele in tutte le zucche di Halloween della sua attrazione. Come? Beh, ricattandola; ricordate i due gemelli con cui n.5 ha una relazione? Potrebbe capitare tra le loro mani un video della fanciulla che si masturba guardando Dora L'Esploratrice.



Frattanto, lo scalcagnato team di salvataggio, a cui si è aggiunta Denise, ansiosa di consegnare Zayday alle forze dell'ordine, studia una mappa della città. Mentre Gigi dimostra di saperne decisamente troppo sulla casa di Shady Lane, Grace ricorda che l'amica ha un'applicazione che permette di rintracciare il suo telefono anche quando è spento. Sa anche la password, quella che Zayday usa per qualunque cosa: Oakland Nachos.



Trovano un indirizzo, e ci si “precipitano”.
Nel senso che Wes cerca di parlare con la figlia della scena imbarazzante appena vista, e Grace gli dice di essere perplessa, perché Gigi è “chiaramente disturbata”. La poveretta è a qualche passo di distanza e sente tutto, ma il momento è interrotto dal buon senso di Denise, che suggerisce di tenere le questioni private da parte per un momento.



Chanel n.5 trascina Roger e Dodger, i famosi gemelli, con sé quando va ad accendere le candele nel campo di zucche, e fa bene: il killer compare, e insegue i tre in quello che, ricordiamo, è il labirinto di The Shining. I due ragazzi, portatori di mononeurone condiviso, scelgono questo momento per dire a n.5 che sono entrambi innamorati di lei e che deve scegliere.



Impanicata, Chanel n.5 si butta su Roger, e Dodger, rimasto solo nel labirinto, viene raggiunto e fatto a pezzettini. Regolare.
I cinque Cavalieri dell'Apocalisse, raggiunto lo scantinato (che una gentile vecchietta affitta a qualcuno di “molto discreto, che paga in contanti”), si dotano ciascuno di un teaser e vanno alla ricerca di Zayday. Trovano quella sorta di laboratorio di costumi, in cui c'è qualcosa di inquietante: una tavola apparecchiata per due. La portata consiste in Oakland Nachos e salsa al cioccolato. E c'è solo una persona che mangia i nachos con la salsa al ciocolato.



Intanto, Denise e Gigi entrano in una sorta di camera delle torture, e la prima esprime il proprio malessere dicendo che potrebbe scoreggiare. Come giudicarla.
Grace trova la botola che conduce a quello che sappiamo essere il nascondiglio di Zayday..miseramente vuoto. In quella, una mano guantata di rosso stacca la luce.



Il Diavolo indossa degli occhiali per la visione notturna, grazie ai quali gli è facile prendere di mira Gigi e Denise, che peggiora la situazione, colpendo la compagna con il proprio teaser. Nonostante il dolore alla tetta, tuttavia, Gigi riesce a mettere K.O. Il killer!



In quel momento, Grace chiama Denise, che si “precipita”, intimando all'altra donna di restare lì dov'è. La luce ritorna, e gli altri tre seguono la “detective” nell'altra stanza.
Purtroppo, però, Gigi è sola: il Diavolo si è ripreso, l'ha stordita con un colpo alla testa ed è fuggito.
Non tutto il male viene per nuocere: Grace è commossa dal coraggio della donna, e le dice che è contenta che suo padre abbia incontrato una come lei. Le due si abbracciano, Gigi la chiama “figliastra” e Grace ha chiare intenzioni omicide, ma nel complesso, checcarine.



Nel frattempo, alla K House, Chanel ha deciso di tenere le elezioni quella sera, in assenza di Zayday e Grace: una regola (rimaneggiata da lei con il pennarello) sul libro della confraternita glielo permette. Le votazioni stanno cominciando, quando qualcuno irrompe nella stanza: è Zayday, pulita, bella e sana come se fosse andata a farsi una corsetta.



Naturalmente, racconta tutto: è stata rapita dal Diavolo Rosso, che in effetti si è dimostrato molto gentile. Le ha fatto dei regalini, e ha imbandito quella specie di banchetto di Nachos per offrirle una bella cena. Sfruttando l'ovvia debolezza del killer nei suoi confronti (che scatena le lacrime di n.3: a lei ci sono voluti anni per farsi notare dai ragazzi, al campus), Zayday gli ha conficcato una forchetta nel braccio guantato ed è fuggita.


(Scusate il surplus di Bey)
Chanel insiste per votare, fintanto che Grace non c'è, e insinua che quelle della rivale siano solo bugie; in quella, però, protagoimpiastra si palesa, e conferma la versione dell'amica, raccontando di come siano andati a cercarla quando si era appena liberata. Come finiranno le elezioni?
Poco più tardi, Gigi cammina per il college, seguita da qualcuno: il Diavolo Rosso.



Mentre mi divoro le unghie, la forse – strega di Shady Lane si volta e fronteggia il killer, dicendogli che è in ritardo. Aggiunge che la situazione sta sfuggendo dal controllo, e che “lui” deve essere eliminato. Il Diavolo dovrà occuparsene. Ora, se vuole scusarla, ha un appuntamento a cena con qualcuno di molto speciale.
Titoli di coda.



MACCOSA IO COME FACCIO AD ASPETTARE UNA SETTIMANA!
Devo dire che finora la serie si sta dimostrando decisamente all'altezza. Ogni episodio regala una ventata di divertimento, svago e demenza, oltre che qualche brividino – non di paura, ma di suspence! Do un bel sette, e non vedo l'ora di scoprire cosa accadrà nel prossimo episodio (promo qui).


Voi che ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti!
Come al solito, vi ricordo di passare dalla pagina Facebook e dal profilo Twitter di Diretta Telefilm per tutte le news sulle vostre serie preferite.

Ah, le gif tratte dal telefilm presenti in questa recensione provengono dal blog di Tumblr che vi lascio qui. 
Ringrazio inoltre la pagina Facebook Emma Roberts Italia, che ha pubblicato la recensione precedente! Forza, passate e spolliciate.






News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge