Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
mercoledì 16 dicembre 2015
 
Anche Quantico ci saluta per il famigerato stacco invernale tra spirito natalizio, ship affondate e bombe piazzate qua e là alla rinfusa.
Un episodio che è tutto un count-down: il count-down all’apparizione di Marcia Cross; il count-down alla fine dell’anno; il count-down all’esplosione della seconda bomba; il count-down alla condanna definitiva della povera Alex, il count-down alla fine della puntata; e il count-down a marzo, quando rivedremo i nostri agenti preferiti, o quel che ne resta.

Infatti, la puntata volge al termine con l’esplosione di una bomba nel palazzo di comando dell’F.B.I. Subito si diffonde il panico su chi vi possa essere all’interno e i dubbi si moltiplicano proprio in correlazione agli spoiler secondo i quali nella seconda metà di stagione un personaggio tra i principali abbandonerà la serie. Iniziamo a preparare i fazzoletti, miei cari Nats.
 
 
Questo mid-season finale ci lascia con un contentino e tante domande. Elias è dunque l’esecutore materiale della strage. Ha piazzato la bomba perché ricattato da un fantomatico terrorista con la voce camuffata al telefono. Lo stesso che ha minacciato di farlo radiare dall’albo, se non avesse eseguito gli ordini.
 

Trovo un tantino inverosimile che una persona si lasci coinvolgere in qualcosa di tanto grande come un attentato per paura di perdere la sua abilitazione. Ok, abbiamo studiato tutti per diventare avvocato, medico, infermiere, giornalista o checché sia, ci vogliono sacrifici (aaah, quanto vorrei godermi le vacanze natalizie sul divano a recuperare tutte le mie serie tv arretrate!) e una volta raggiunto l’obiettivo non vorresti tornare indietro per nessun motivo al mondo; il punto è che non lascerei MAI che il mio nome fosse legato a una tragedia del genere. Elias si è gettato da quella finestra proprio per evitare di andare incontro a una vita di rimpianti. Scelta un po’ codarda, a mio avviso, ma in fondo sapevamo quanto lo fosse. Ricordate nei flashback l’esercitazione con la finta bomba? Lui era stato il primo a darsela a gambe!
Delle sue condizioni attualmente non si sa nulla, in tutti i casi. Dopo un volo del genere sarà ancora vivo?
 
 
E dall’autore materiale, passiamo all’autore “morale” di questo terribile attentato. Simon, certo, non voleva fare del male a nessuno; le sue intenzioni erano pacifiche, ma è stato lui a fornire inconsapevolmente al mandante di questa tragedia le basi per attuarla. Nonostante gli autori facciano qualsiasi cosa per metterlo in cattiva luce e farci sospettare di lui, a me inizia a piacere veramente il suo personaggio. Non fraintendetemi, vorrei che pagasse per quello che ha fatto (in questo caso il fine non giustifica i mezzi), ma ammiro la sua perseveranza. In fondo è un buono. O sono io una fessa che continua a credergli! Una menzione d’onore va comunque a Tate Ellington (l’attore che lo interpreta) poiché in questa puntata è stato bravissimo!
 
 
 
La parte relativa ai flashback è stata la colonna portante dell’intero episodio. Siamo in pieno spirito festivo e le ragazze ci danno dentro con l’alcol per cercare di risolvere i casi irrisolti/in sospeso che da anni impolverano gli scaffali dell’F.B.I. Pagate una colf, fate prima!
 
 
Un po’ deprimente come fine dell’anno, non trovate anche voi? Alex che chiama con l’anonimo Ryan (mia cara se vieni in Italia con il #31# risolvi la situazione senza bisogno di scaricare alcuna app!), Nimah che cerca di rubare caffè (really?) dall’ufficio di Miranda, Shelby e Natalie che lavorano a quei casi manco fosse questione di vita o di morte. Cavolo, siete tutte delle strafighe; andate in giro a proliferare, per diamine! Menomale che Caleb-bello-come-il-sole-in-frac- viene a salvare la situazione e trascina quelle povere disgraziate alla festa per la campagna elettorale di mamma Haas.
 
 
Ed ecco spuntare finalmente Marcia Cross nei panni di Bree Van de Kamp Claire Haas. Assistiamo dunque all’incontro tra l’autorevole donna e la giovane nuora. Nonostante gli iniziali timori, l’incontro più temuto di sempre da intere generazioni sembra essere andato bene.
 
 
Intanto Alex continua a stalkerare Ryan e scopre niente popò di meno che anche lui è alla festa, e per lo più accompagnato dall’ex-moglie, sotto copertura.
 
 
Che sfiga, oh. Il tempismo non è per niente dalla loro parte. Il loro limone, durato giusto il tempo di un battito di ciglia dell’agente Booth (il che, consentitemi, non è poco), è ben presto surclassato dalla realtà.
 
 
 
Alex non si fida di Ryan e questo non fa altro che spezzargli il cuore. Già martoriato, ricordiamolo, dall’ex-moglie. La stessa che fa il discorsetto “mo’ devo sopportare ‘sta lagna per colpa tua” ad Alex. Povero cucciolo indifeso. Bistrattato da tutte le donne della sua vita!
Tornando al punto. Allo scoccare della mezzanotte Alex si ritrova così disperata e sola da chiedere a Liam di portarla ovunque egli voglia.
 
 
Ora, io capisco che Liam non è per niente male, ma evitare di incasinarti ancora di più la vita no? In un attimo di buon senso lui le ricorda di essere il suo insegnante;
 
 
poi, dopo l’ “insegnami qualcosa” sussurrato da lei con voce non del tutto angelica, il povero Liam avrà pensato: “E dove mi ricapita una strafiga del genere?”. Quindi vattelappesca le regole, scompaiono entrambi nel cuore della notte.
 
 
Nel frattempo a casa Haas si consuma il dramma familiare del secolo. La spregevole Claire ha osato illudere il povero Clayton, e Caleb si erge a paladino della giustizia mettendo suo padre di fronte al fatto compiuto. Ben gli sta, altro che. Quel viscido di Clayton Haas è tutto fuorché ingenuo. Da questo spiacevole episodio derivano le paturnie alla #mainagiuoia di Shelby, che molla Caleb con una motivazione random delle sue.
 
 
Niente, noi Shaleb non abbiamo un attimo di tranquillità. Per finire, secondo la legge del “chi te l’ha fatto fare”, nel presente Shelby viene affrontata da mamma Haas che non ha più l’aria cordiale dei flashback, decisamente no. La donna è decisa a fargliela pagare non tanto per essere andata a letto con suo marito, ma per aver infranto il cuore del suo amato figlio.   
 
 
Cose random inerenti al mid-season finale:
·        Natalie mi risulta decisamente più simpatica dopo questa puntata.
 
 
·        Come si passa effettivamente dall’incoraggiare Alex a stalkerare Ryan al finirci al letto insieme?
 
 
·        Quando Ryan e Natalie convivevano, lui doveva essere ancora in missione con l’ex moglie sotto copertura. L’avrà torturata parlando anche della Vasquez?
 
 
·        Arriveremo mai a capirci qualcosa della storyline di Charlie?
 
 
·        Caleb è un altro sospetto buttato lì giusto perché abbiamo ricominciato il giro dei sospettati?
 
 
E anche per oggi è tutto miei cari Nats. Vi saluto augurandovi delle buone feste tante abbuffate!

VOTO: 8
 
Vi lascio il promo della 1x12- "" che andrà in onda negli States solamente il prossimo 6 marzo :-( .
 

Vi ricordo, come sempre, di fare un salto sulla nostra pagina facebook Diretta telefilm, sul nostro gruppo e sul profilo Twitter.

Un ringraziamento speciale alle pagine che mi condividono:


-Quantico Italia
-TelefilmMood
-Telefilm, Film, Music and more

 
 
 
 

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge