Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
sabato 22 ottobre 2016

GENIALE.

È arrivato il cambiamento, il colpo di scena che cambia le sorti di American Horror Story: Roanoke. Niente più certezze, niente più interviste dietro una sicura telecamera per i veri Matt, Shelby e Lee, bensì le cruda realtà di Roanoke vissuta da tutti i partecipanti di "My Roanoke Nightmare", compresi gli attori che hanno messo sulla scena la storia dei tre protagonisti. 

Nel secondo capitolo della sesta stagione vediamo una sorta di "sequel" del documentario, intitolato "Ritorno a Roanoke: Tre Giorni in Inferno", molto più inquietante di quello che abbiamo già visto perché se quella - nonostante fosse ispirata ad una storia vera - era tutta finzione, questa volta tutto diventa reale e, come ci è stato detto, nessuno (tranne uno!) sopravviverà alla fine. 

Benvenuti in "Return to Roanoke: Three Days in Hell"




Audrey e Rory: la coppia che scoppia (forse un po' troppo presto!)

Come in una Matrioska che si apre pian piano, scopriamo lentamente chi si nasconde dietro gli attori di My Roanoke Nightmare, ognuno con la propria storia più o meno particolare. Dietro la lagnosa e urlante Shelby - interpretata benissimo, tra l'altro! - si nasconde Audrey Tindall che durante le riprese si innamora di un ragazzo più giovane, l'irlandese Rory, interprete di Edward Mott. Un amore travolgente, due personalità divertenti che ci permettono di affezionarci a loro quasi immediatamente. Come ogni attore, i due non hanno problemi a far parte di questo Reality e su questo non abbiamo nessun dubbio: hanno vissuto in quella casa per tutta la durata delle riprese e non hanno mai visto nulla di particolare; credono che la storia di Matt e Shelby sia totalmente inventata e non hanno paura. In sintesi, Rory e Audrey mi sono piaciuti subito peccato che per lui questo show sia stato la fine: la fine della sua vita  e la fine della parola MURDER.

Agnes, Macellaia nella finzione e nella realtà

Quanto ho amato e amo questo personaggio non sono in grado di spiegarlo. La conosciamo nei primi istanti della sua apparizione come un'attrice perfettamente normale cui è piaciuto da morire il ruolo che ha interpretato; infine scopriamo che dietro la Macellaia si nasconde una donna mentalmente instabile che ha deciso non solo di interpretare Thomasin, ma proprio di esserlo. L'idea di Sidney di trattarla in quel modo perché sapeva perfettamente che si sarebbe avvicinata a quella casa soprattutto perché le era stato vietato sarà anche stata geniale, ma sicuramente costerà la vita a qualcuno, o anche a lei stessa (che sia lei la superstite finale?). Scopriamo che ha continuato a perseguitare la povera Audrey anche fuori dal set, anche se sarebbe stato molto più divertente se l'avesse fatto con la vera Shelby che, per quanto ami la Rabe, odio con tutte le mie forze (cioè Lily è così magnifica da interpretare un personaggio odioso e farlo odiare davvero tantissimo). Inutile dire "inchiniamoci di fronte all'immensa bravura di Kathy Bates, la sua pazza Macellaia per le strade di New York mi ha fatta morire dal ridere, ma immaginate a trovarsela davanti... Spaventosa! Una chicca che ci viene fornita nell'intervista ad Agnes è invece un omaggio a Jessica Lange (miss u, Jessica!): quando Agnes dice quali sono, secondo lei, due grandi ruoli parla di Mary Tyrone in Long Day's Journey Into Night, interpretato quest'anno a Broadway proprio dalla Lange. Non so quale sarà il vero ruolo di Agnes in questa seconda parte perché non so se nel fuoco un fantasma più morire (vi ricordo che Ambrose si getta tra le fiamme insieme a sua madre per salvare la piccola Flora e gli altri); se la vera Macellaia è scomparsa credo che la sua dubbia sanità mentale possa essere una degna sostituta, altrimenti sarà davvero bello vedere l'incontro tra lei e quella vera.

Monet e Lee, le alcoliste anonime

Visto che si parla della Basset, che interpreta Monet Tumusiime (impronunciabile) che interpreta Lee in My Roanoke Nightmare, colgo l'occasione per complimentarmi per la sua direzione di questo episodio che ho trovato veramente stupendo e ben fatto. A parte il fatto che Monet, troppo presa dal personaggio, è diventata alcolista come Lee, scopriamo che lei e tutti gli altri sono fermamente convinti che sia stata Lee ad uccidere il marito. Questo lo dice anche Sidney, il cui intento è far sì che lei confessi. Che sia stata davvero lei sotto l'influenza della Dea Celtica? Me lo chiedo da sei puntate, ma forse ora riusciremo ad avere una risposta.

I veri protagonisti

I coniugi si separano dopo quella storia e la povera Shelby non può resistere ad una vita senza urlare "Maaatt", allora cosa fa? Esce con Dominic, ovvero l'uomo che interpreta Matt nella finzione. Peccato che non è durata, io già li stavo immaginando nell'intimità: "posso chiamarti Matt e urlare il tuo nome?". In ogni caso, tralasciando questo dettaglio del ""tradimento"", confermiamo che Matt e Shelby sono due cretini patentati e che Audrey  e Dominic li avevano dipinti benissimo; soltanto che io ero sicura che Shelby lo fosse più di Matt, invece no. La donna è convinta che dal momento che la casa alberga un sacco di telecamere nessuno permetterà che accada qualcosa di brutto; Matt invece è convinto del contrario, che poi ha ragione, ma... allora perché ci sei andato? Perché tu e tua sorella non siete rimasti a casa? Vi ha costretti qualcuno? Eddai. Se anche l'ha fatto per impedire che accada qualcosa a Shelby, era molto più semplice tornare da lei. Questa parte faccio difficoltà a capirla. 


Considerazioni

L'ho già detto che trovo tutto ciò geniale? La mente di Sidney che macchina roba per avere molti ascolti è fantastica, è un calcolatore assurdo che non sa a cosa sta andando incontro e non mi stupirebbe se anche lui ci rimanesse stecchito anche perché, a quanto sappiamo, questo reality show non andrà mai davvero in onda. I pezzi di questa storia si incastrano a quella in maniera perfetta e la verità si mischia alla finzione solo per capire che quello che è stato raccontato in My Roanoke Nightmare è la verità, nient'altro che la verità. Questo Matt, Shelby e Lee già lo sanno e se sono poco poco furbi lo capiscono anche gli altri. Insomma, Rory è morto e una R è apparsa per terminare la parola MURDER. Sicuramente inizialmente la colpa sarà rivolta ad Agnes, ma mancano ancora quattro puntate per far capire tutto il quadro. La povera assistente di Sidney che è durata una sola puntata (c'ho messo 40 minuti per accorgermi che aveva recitato in OC) ha ripreso il fantasma con la video camera, ma forse il suo ritrovamento non coincide con quello che sta accadendo ai protagonisti, ma avviene in seguito. 

Quello che mi chiedo è: vedremo i veri fantasmi? Dopotutto ci sono un sacco di attori che dovrebbero far parte della stagione come Finn Wittrock e Matt Bomer che vedrei perfettamente nei panni di Edward Mott (per ovvie ragioni) e Ambrose White. In più mi chiedo se gli altri attori prenderanno parte al tutto come chi ha interpretato Mamma Polk ed Elias, ci spero tanto. Indiscrezioni parlano anche del ritorno di Taissa Farmiga

Detto questo, ne ho dette tante al povero Ryan Murphy (tanto da sperare che la R fosse lui, porello), ma devo ammettere che lui e gli altri si sono davvero superati. Un episodio davvero coi fiocchi!! 



Vi lascio il promo del "Chapter Seven" e vi do appuntamento alla prossima settimana.
Un abbraccio,
Melz :)




Per altre news su American Horror Story o altre serie visitate la nostra pagina Facebook Diretta Telefilm e iscrivetevi al nostro FIGHISSIMO gruppo diretta telefilm... per commentare insieme

Per altrettante news su American Horror Story visitate la meravigliosa pagina

Un saluto e un ringraziamento alla splendida pagina che mi condivide, andate e mipiacciate: Telefilm, film, music and more 

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge