Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
sabato 25 gennaio 2014
Sono passati tre giorni dalla trasmissione del centesimo episodio di The Vampire Diaries, e sul web non si parla d'altro.

Questo centesimo episodio è stato speciale.

Alcuni l'hanno considerato un capolavoro.
Altri sono completamente delusi.
Poi ci sono io che ancora non ho capito se mi è piaciuto oppure no.

Ripercorriamo la puntata dall'inizio

Come sapevamo da eoni ormai, la protagonista d'eccezione è stata Katerina Petrova, la doppelganger di 500 anni più cazzuta che ci sia.

Katherine sta morendo di vecchiaia e pare non ci sia proprio nessuna soluzione per salvarla.



La puntata inizia con un flashback commuovente, già visto in precedenza con qualche piccola aggiunta, dove vediamo Katerina in procinto di partorire, e proviamo insieme a lei tutto il dolore che ha dovuto sopportare quando si è vista portare via sua figlia.








Questo ci fa capire che non è sempre stata la perfida stronza che noi conosciamo e amiamo.

Devo proprio dirlo, Katherine è il mio personaggio femminile preferito.

Più e più volte ho provato compassione per questa ragazzina di 17 anni a cui è stato portato via tutto, e per anni ha avuto la costanza di sopravvivere lo stesso, anche con i pesi nel cuore.
Una forza d'animo da invidiare e, in un certo senso, fa in modo che possiamo giustificarla.

La puntata prosegue con Stefan che avverte la figlia di Katherine, Nadia, dell'imminente morte di sua madre.






Per 500 anni l'ha cercata, in due secondi la può perdere.
Capisco come possa essersi sentita.

Si cambia totalmente argomento e la storia si focalizza su Elena e Damon e la loro reazione post-rottura.







Sono entrambi evidentemente distrutti, entrambi consolati dai loro amici più cari.


Evidentemente io non avevo capito cosa fosse essere un'amica prima di questa puntata, perché io pensavo che, quando un'amica sta soffrendo per amore, bisogna consolarla e farla sfogare.
Invece qui la migliore amica Caroline s'inventa la colazione post-rottura, accompagnato da uno splendido sorriso a 32 denti. E si è imparata a memoria il discorso che Damon ha fatto ad Elena.





La tentazione di prenderli a sprangate quei denti è stata forte, ma per fortuna è solo un telefilm.

Io non condanno Caroline per avercela con Damon, ma condanno la sua insensibilità di questo preciso momento.
La sua amica sta male e si deve comportare di conseguenza, la sua felicità perché ha lasciato il ragazzo che reputa inadatto per lei, se la può tenere per sé stessa. Almeno per un attimo.
Bonnie, che lei è davvero un'amica come si deve, le chiede se si vuole arrendere.
Elena rassegnata le spiega che non importa cosa vorrebbe fare lei, il problema è Damon. Quando si mette in testa qualcosa, lui resta fermo sulla sua decisione e non c'è verso di fargli cambiare idea.

Detto con una punta di disperazione che fa capire quanto averlo perso la faccia soffrire.







Nello stesso preciso momento, Damon disperato al Mystic Grill si consola con una bottiglia di whisky.
Jeremy e Matt sono lì a sostenerlo.










L'amore tra i due è forte. Questo fa sperare i fan Delena.

Stefan fa un giro di chiamate per avvertire chiunque della futura sorte di Katherine.

Inizia una delle scene più belle di questo episodio.
I festeggiamenti alcolici per la morte di Katherine.




Ora molte sono state le polemiche per questa scena, io l'ho trova sublime.
Katherine ha fatto del male a chiunque più e più volte, si meriterebbe di peggio.
Non mi piace l'ipocrisia, se tutti fossero stati dispiaciuti per la morte della Petrova l'avrei trovato ridicolo e per nulla coerente.
Invece tutti decidono proprio di festeggiare perché Katherine rappresenta un brutto capitolo della loro vita

Jeremy è morto per colpa di Katherine che l'ha dato in pasto a Silas.
E questo ha causato anche la morte di Bonnie, visto che si è sacrificata per riportare in vita il suo grande amore.







Elena ricorda tutte le volte che, per colpa della gelosia di Katherine, quest'ultima le ha rovinato la vita.



Caroline ricorda il fatto che è stata Katherine a ucciderla e permettere la sua trasforazione in vampira. Anche se Caroline, in certo senso, è riconoscente di questo. Lei ama essere vampira.



Bonnie spiega che è anche colpa di Katherine se sua nonna è morta.



Damon ha passato le pene dell'inferno per colpa di Katherine.
Si era innamorato follemente di una donna che l'ha preso solo in giro.
E' morto per salvarla inutilmente, visto che la Petrova non aveva bisogno di nessun aiuto.
Ha scombussolato la vita di Bonnie, Elena e Stefan solo per salvarla da un destino crudele, per poi scoprire che lei è sempre stata viva, in giro e libera. E mai l'ha cercato.
Ma non sono questi i problemi più grandi per Damon.
Lui odia Katherine perché l'ha fatto diventare come lei.
Spietato, crudele e insensibile nei confronti degli altri.
Lui odia sé stesso per quello che è , automaticamente odia Katherine.
Ma la odia sopratutto perché, se lui è così, allora non è la persona adatta per Elena.
E questo è il suo tormento più grande.
E il fatto che lui non voglia essere così e si odia per com'è inventato, dovrebbe far capire quanto sia diverso dalla Petrova.
Tutto quello che ha fatto Damon a Katherine è giustificato.
Katherine merita il peggio della sofferenza per quello che ha fatto a tutti quanti.
Il fatto che io prima abbia detto che Katherine non ha avuto una vita semplice non è una giustificazione sufficiente per tutte le cose orribili che ha fatto.
E' una manipolatrice, perfida, furba, intelligente, egoista. E' tutto ciò che si può chiedere in un personaggio in una serie tv del genere.
Ma i cattivi che restano tali non hanno mai un lieto fine, e chi si comporta in un certo modo deve sempre essere pronto ad accettarne le conseguenze.
Katherine meritava tutto quello che Damon gli ha fatto passare e forse anche di più.










C'è chi dice che Damon abbia esagerato a farla sentire in colpa per la morte dei suoi genitori, che in quel momento doveva essere più sensibile.
Alla fine della fiera è vero che i genitori sono morti per colpa sua, ha preferito salvarsi lei stessa a discapito degli altri.
E Damon l'ha solo resa partecipe della sua stessa cattiveria.
Per me è stato perfettamente coerente.

Mi è dispiaciuto molto quando Katherine gli ha detto che incontrare Stefan è stato magico fin da subito, che non vorrebbe crede alla profezia dei doppelganger, ma che, alla fine ,tutto torna.
Per Damon è stata una vera mazzata.


L'unico che si dispiace per la morte di Katherine è Stefan, ma posso permettermi di dire che lo fa con il cuore e non per ipocrisia.
Semplicemente ha un modo diverso di comportarsi rispetto al fratello.
Stefan è compassionevole, Damon è vendicativo.





Nadia, non vuole arrendersi perché vuole salvare sua madre a tutti i costi. Decide di ricorrere alla magia dei viaggiatori per salvare lo spirito di Katherine, in modo che possa essere trasferito in un altro corpo.
Per far sì che ciò avvenga, le serve il sangue di due doppelganger.
Per convincere Stefan ed Elena ci vuole un gesto estremo, quindi Nadia rapisce Matt, gli toglie l'anello dell'immortalità lo mette nella cassaforte odiata da Stefan e lo trasporta in un posto che solo lei sa.














Elena e Stefan sono costretti ad accettare, vengono portati in una casa dove ci sono millemila viaggiatori che dicono parole a caso, mettono fuori uso gli anelli solari e cominciano con il rito.
Stefan ed Elena ormai sanno che non possono farci niente e aspettano che tutto finisca.
Come passare il tempo mentre degli stregoni psicopatici riempiono secchi di sangue?
Ma ovvio! Elena parla con il suo ex dei suoi problemi amorosi con il suo nuovo fidanzato, nonché fratello del'ex fidanzato stesso.
Stefan si è reso conto di quanto è forte l'amore fra i due quindi esorta Elena a non mollare e a lottare per il suo amore.
Io ho sempre pensato che fosse un discorso da paraculo, ma voglio dare a Stefan il beneficio del dubbio.
Si è comportato da signore e questo è da apprezzare.

Finito il rito, Nadia si reca da sua madre per spiegarle il piano e insegnarle l'incantesimo utile per il passaggio di corpo.
Nadia si offre volontaria, vuole che sua madre passi nel suo corpo.
Katherine, per una volta, sceglie di salvare sua figlia rinunciando a sé stessa.
Dice che è arrivata la sua ora e che, essendo il suo unico rammarico aver perso sua figlia, non poteva privarla della sua vita.
Nadia si arrabbia e scappa, non vuole partecipare alla morte di sua madre.





Nel frattempo, rivediamo due dei più grandi personaggi di sempre, Klaus e Rebekah, anche se quest'ultima per pochissimi secondi.
Ma è stato bellissimo vedere il suo sorriso e quello di Matt nel vederla.





Tornano Zia Jenna e Zio John.
Purtroppo per pochi secondi.
E come allucinazione.
Peccato, avrei preferito qualcosa di più.
Insieme a loro vediamo anche Elijah.
L'unico originale che aveva diritto di tornare per Katherine, non torna veramente.
Che tristezza.







Poi c'è la scena Klaroline.
Una delle più belle scene che io abbia mai visto.
Il contentino più palese della storia di tutte le serie tv trasmesse.
Klaus promette di andarsene per sempre solo se Caroline si mostra onesta riguardo i sentimenti che prova per lui.
Lei si apre e ammette quello che prova.
Si baciano e copulano come se non ci fosse un domani.















La scena mi ha emozionato, ma ero consapevole fosse una scena d'addio.
La Plec comunque ci vuole terribilmente male.

Successivamente Stefan e Katherine sono i protagonisti di una della scene più commuovente che io abbia mai visto.
Stefan entra nella mente di Katherine e gli regala il ricordo di un passato diverso.
Gli regala un passato dove i suoi genitori non sono morti, e può stringere la sua bella bimba.
Le regala la possibilità di morire senza rimpianti.
Uno Stefan davvero davvero emozionante, si è comportato in modo divino ed è stato il mio personaggio preferito di tutto l'episodio.
Non mi vergogno a dire che, alle 2 e mezza di notte piangevo come una bambina ripetendo a manetta "I can't, I'can't, I can't" (cit.).
Davvero davvero una bellissima scena.






Non è la mia scena preferita, perché il primo posto lo occupano due scene precise.

La prima è la scena Defan, perché mi mancavano i loro momenti.
Damon spiega a Stefan il motivo per cui ha lasciato Elena, ammettendo tutte le sue insicurezze e il suo profondo altruismo.
Gli dice "I can't live without her", o qualcosa di simile, per poi dirgli che lui non si sente quello giusto. Che Elena sarebbe felice solo senza di lui.
Stefan, in un modo che ho amato terribilmente, si prende beffa di lui facendogli capire, ovviamente in modo più fine, che sta dicendo un sacco di stronzate e che dovrebbe riconquistare il suo amore.
Damon quando si mette in testa qualcosa non cambia mai idea, almeno che non ci sia sua fratello a farlo ragionare.
Perché suo fratello è il primo vero e profondo amore della sua vita.
L'amore di Elena l'ha fatto crescere, quello di Stefan l'ha salvato.
Non ci sarà mai nessuno che potrà farmi cambiare idea, Stefan e Damon sono la più importante storia d'amore di questa serie tv.












Altra scena da pianto singhiozzante è stata quella tra Alaric e Damon.
La loro bromance era unica e mi manca da impazzire.
Anche solo 10 secondi insieme hanno reso l'episodio spettacolare.
Peccato risorgono tutti, tranne quelli che piacciono a me.
Alaric è stato il primo a capire Damon veramente, il primo ad accettarlo veramente. Il suo migliore amico.
Alaric fa parte di Damon più di quanto pensiamo.





Non mi soffermo molto sul ritorno di Vicky e Tyler perché l'hanno fatto talmente male che mi viene da piangere dalla tristezza.





The Vampire Diaries finisce con Elena che perdona Katherine per tutto quello che ha fatto.
Katherine ringrazia e pare abbia capito la lezione: per una volta vuole essere buona, non vuole essere egoista.







Mentre tutti piangono per l'imminente morte, che ormai sembra certa, e io ho svegliato vicini e famiglia per via del pianto sfrenato, ecco che mi blocco.
Viene trasmessa la scelta più codarda che la Pleccona ha fatto in queste quinta stagioni.
La scelta più adatta per il fanservice.
La scelta perfetta per scatenare la ship war, e la perdita di parecchi fan.

Katherine non muore, passa nel corpo di Elena.

E al diavolo tutte le lacrime che ho versato, al diavolo la compassione e le giustificazioni.

La Petrova non cambia mai, la compassione è una debolezza.
Ha preso in giro chiunque, ora pagano le conseguenze.
Non ci si può fidare di chi non si pente dei propri errori.
Non ci si può fidare di chi ha preferito vivere 500 anni mai tranquilla, pur di vivere.

L'unico che ha capito tutto è stato Damon, ma non considerano mai la sua opinione, anzi lo accusano di essere il male.

Damon è il più furbo di tutti là dentro, perché non si fa influenzare dai sentimenti.
Non si è fatto impietosire dalla Petrova, perché conosce meglio di chiunque altro chi è veramente Katherine.
Amo Katherine ma doveva morire, perché se si annuncia una morte deve esserci. Se un personaggio è importante non provarci nemmeno a farlo morire. Ne scegli un altro. Vorrei vedere il coraggio degli autori, vorrei vedere gli autori prendersi qualche responsabilità.
E ora, dopo questa scelta orribile e codarda, rivedremo qualcosa che vediamo dalla prima stagione.

Il triangolo amoroso ampiamente gestito alla cazzo.
E a me, proprio per questo motivo, The Vampire Diaries ha stufato.


Voto della puntata 7.
Il finale ha rovinato una puntata che per me era stupenda.

Grazie mille a tutti.

-Sara










2 commenti:

Anonimo ha detto...

Concordo su Kathrine, le morti dovrebbero restà morti, ho sempre trovato ridicolo il fatto che in tvd resuscitano sempre tutti, o che comunque quelli importanti non crepano mai!
Sacha

Anonimo ha detto...

Condivido perfettamente.
A me Katherine è sempre stata sulle scatole; non metto in dubbio che sia l'unico personaggio coerente con sé stesso di tutta la serie, infatti il trasferimento nel corpo di Elena lo hanno fatto capire puntate fa! E siccome Kath, non cambia mai, chi è stato così sciocco da credere che sarebbe morta, con degli sceneggiatori così manipolati dal dio denaro?

Vorrei dire anche due parole a favore di Stefan perché in questa puntata mi è piaciuto moltissimo. L'unico motivo per cui non volevo morisse Kath è perché Stefan è l'unico in grado di capirla e perdonarla; lui è sensibile, (quando vuole!), il passato che hanno condiviso ha reso possibile un riavvicinamento e, indipendentemente da tutto quello che è successo, ha voluto farla morire nel modo migliore possibile. Se poi è istinto da "Amore predestinato dei doppelganger" pazienza, il risultato è lo stesso.
Chissà se si accorgerà lui di Kat nel corpo di Elena, oppure cadrà come un pero dall'albero? Anche questa scelta da parte degli autori sarà motivo di grande chiacchiere e guerre tra shippers. Chi sarà la prima persona ad accorgersi di questo giochino?


Brava Sara!

*Vale

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge