Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
giovedì 29 gennaio 2015

Salve Popolo di Gotham!
Anche questa settimana, la nostra amata serie non si è risparmiata, anzi, se devo essere onesta, ho apprezzato questa puntata più delle ultime. Sarà che c'è stato più Alfred e meno Barbara? Possibile!
Partiamo con il dire che ho capito di essere una sfigata cosmica in fatto di trame delle serie tv.
E l'ho capito nell'esatto istante in cui mi sono arresa al fatto che, per quanto io adori il Pinguino, il mio cuore batte per Fish.
Ciò inevitabilmente comporta che io vada in giro con un cartello immaginario sulla testa che recita la scritta MAI NA GIOIA!




Ma andiamo con ordine!
Trovo che questo episodio sia stato importante e catartico sotto diversi punti di vista e per diversi personaggi.
Partiamo dal nostro protagonista.
Gordon. Il caso di questa settimana è complicato quanto i precedenti e prende le mosse da un "banale" omicidio di uno spacciatore, per arrivare ad essere un caso che, ovviamente, coinvolge le più alte sfere del potere. 
Mentre Bullock e Jim si trovano sulla scena del crimine, una delle quattro persone oneste presenti a Gotham si fa avanti per testimoniare.
L'uomo, il custode del magazzino/luogo del crimine, dice di aver visto l'assassino e allora, nonostante il palese terrore sul suo volto, accetta di lasciarsi condurre in commissariato per procedere all'identificazione dell'omicida.
Ovviamente la cosa non finisce bene.


L'uomo viene ucciso nella sala degli interrogatori, pugnalato alla schiena, appena dopo aver chiuso la chiamata con la moglie. Inutile dirlo, James viene attanagliato dai sensi di colpa. Lui ha chiesto all'uomo di esporsi, lui gli ha chiesto di seguirlo in commissariato, lui lo ha coinvolto.
Il quadro della situazione è piuttosto semplice.
Qualcuno, dall'interno, è compromesso. Tra loro c'è un assassino.
Dopo aver scovato un complice tra i suoi colleghi, Jim risale a Flass.
Nonostante gli avvertimenti e le richieste di andarci con cautela mosse sia dal Capitano che da Harvey, Jim non può lasciar stare. Come ha detto nella scorsa puntata, è finito il tempo di agire con prudenza. Deve lottare, non importa quanto costi, non importa quanto lui rischi la vita.
Jim è disposto a mettere in gioco tutto, la sua carriera, la sua integrità e pretende che i suoi colleghi facciano lo stesso, perché questo è l'unico modo possibile per far bene il suo lavoro.
Ovviamente la situazione si complica.
Flass è protetto dall'alto, e sebbene l'intero mondo sappia della sua colpevolezza, non ci sono prove.
Quando le indagini ormai sembrano essere arrivate ad un punto morto, Bullock si lascia andare ad una confidenza.



Questa informazione cambia tutto e niente. Rafforza la consapevolezza di Gordon, il suo livore, ma purtroppo non fornisce prove abbastanza schiaccianti per incastrare Flass.
La situazione, sembra essere in un punto di stallo, e gli Affari Interni hanno falsato il rapporto sulla morte del testimone, classificandolo come suicidio.
Pugnalato con uno spaccaghiaccio dietro la schiena. Strano modo per suicidarsi.
In quel momento accade una cosa.
Credo Jim abbia vissuto due momenti catartici in questo episodio.
Il primo, quando vede la vedova piangere in commissariato.


La donna si lascia consolare. Non dubita della versione che le danno, la accetta e continua a domandarsi perché sia accaduto, come sia possibile.
Adesso, questa cosa mi tocca molto profondamente.
Quando muore un congiunto, il dolore è sempre insopportabile. In qualunque modo accada ci sembrerà che un altro modo sarebbe stato migliore, più accettabile, probabilmente è un'illusione.
Ma il suicidio di qualcuno che amiamo aggiunge qualcosa al dolore della perdita.
Aggiunge il senso di colpa.
Perché non c'è modo possibile di smettere mai di domandarsi se un piccolo gesto da parte nostra avrebbe potuto cambiare le cose. Perché sarà sempre un po' colpa del fatto che tu non fossi lì in quel momento, o semplicemente che tu non abbia sorriso abbastanza. Il suicidio è un gesto profondamente egoista, spietato e devastante. Qualcosa che ti getta nella consapevolezza di non aver saputo allungare la mano e tirare fuori dalla disperazione qualcuno così vicino a te.
Almeno questo è quello che ho provato io.
E forse Jim l'ha capito. O forse, semplicemente, è schifato dalla fiducia della donna, dal suo lasciarsi consolare inconsapevolmente, da chi sta negando giustizia a suo marito che per la giustizia è morto.
Per questo James decide di fare qualcosa. Una telefonata. 
Per la prima volta, non è il compromesso ad andare da lui, ma lui a cercare il compromesso. 



Jim non è contento di quello che sta facendo. Ma capisce di non avere scelta. E assurdamente è vero. Non sceglie la strada più facile, anche perché, data la sua morale, non è facile per niente. Sceglie l'unica strada possibile. Chiede che non venga fatto male a nessuno, nel tentativo di alleggerirsi la coscienza. E forse, in un primo momento, ce la fa.
Crede veramente che al Pinguino basti fare qualche telefonata, che non sarà brutale.
E quando, in un sacchetto per il pranzo, gli vengono consegnate le prove della colpevolezza di Flass forse si sente davvero sollevato.
In commissarito si ripropone la solita dicotomia tra giustizia e potere, ma questa volta James ha le prove e vince.


Il Capitano arresta Flass che pagherà per tutti i suoi crimini: traffico di sostanze stupefacenti, omicidio, corruzione e soprattutto il più importante aver umiliato il mio amato Nygma!
Tutto sembra essere andato bene, Jim è soddisfatto, quasi dimentico di quello che ha dovuto fare per risolvere il caso.
Ma non dura a lungo.
L'agente di polizia al quale lo scagnozzo di Oswald ha estorto le informazioni si presenta da lui spaventato e disperato. Si inginocchia, letteralmente, ai suoi piedi, pregandolo di non fare del male alla sua famiglia e a lui.
Personalmente, da cinica, il pezzo di merda se lo meritava, ma sappiamo come ragiona Gordon. Lui è un uomo di legge perfetto. E la giustizia è uguale per tutti. Nessuno deve essere lasciato a subire un crimine, sia esso una brava persona, sia esso un criminale. E James sa che la colpa di quel crimine, seppur lieve, ricade su di lui. 
Questo è il secondo momento catartico di Gordon. Il rendersi conto che per cambiare il sistema, alla fine, è dovuto entrare nel sistema. Ed è triste perché tutti ci rendiamo conto di come fosse inevitabile, sebbene poco romantico come concetto.
Ma passiamo oltre.
Fish. La nostra bella Mooney non se la passa bene.


La ritroviamo legata come un salame, e torturata. Sono piuttosto felice che non ci abbiano mostrato molto di ciò, perché la violenza sulle donne mi inquieta, anche se, diciamocelo, nel caso di Fish potrebbe rientrare nei rischi del mestiere.
Mooney, ad ogni modo, non perde il suo solito piglio. Non demorde, non mostra debolezza, è, a modo suo, fiera ed eroica anche mentre guarda in faccia il dolore e la probabile morte che l'attende.
Fortunatamente, prima che il suo torturatore personale possa iniziare a fare sul serio, viene interrotto.


Butch è riuscito a fuggire e arriva da Fish a salvarla. La dedizione che dimostra è commuovente. L'ho amato, soprattutto perché, come ho detto all'inizio, ho scoperto di essere dalla sua parte. 
So che molti non approveranno. Infondo, è così facile amare il Pinguino. Ed anche io lo amo, per prima. Lui è geniale, folle, a tratti tenero ...
Ma Fish è umana, fiera, forte. E poi è una donna ed io tendo quasi sempre ad essere dalla parte delle donne. 
Per quanto Butch tenti di convincerla a darsi alla fuga, lei è troppo orgogliosa per accettare.
Sono soli, senza nessuno, loro due contro la mafia, le armi, la morte, il mondo.
Eppure Fish vuole vendetta.
Per questo va nel suo locale e sorprende il Pinguino.


Quando però è sul punto di ottenere vendetta viene interrotta da Victor e costretta alla fuga.
Mooney e Butch sono in trappola, non hanno possibilità di farcela entrambi e Butch, nuovamente, si sacrifica per lei.
Dio quanto ho amato tutto ciò, e quanto è stato terribile il modo in cui l'ha spinta fuori, voltandosi verso la morte, senza nemmeno prendersi il tempo per dire un addio che avrebbe così dannatamente meritato.


Personalmente, spero con tutta me stessa che Butch non sia morto, e che ci sia ancora speranza per lui.
Nel frattempo Fish decide di scappare. Ormai sola.


Saluta l'unico amico che lei sia rimasto a Gotham, Harvey e gli chiede un ultimo favore. Trovare Butch, aiutare Butch.
E Bullock dice di sì.


Per concludere, Bruce. Il nostro giovanotto torna in città, dopo aver fatto calmare un po' le acque. La prima cosa che fa è correre dietro alla gonnella di Cat!
E mi sembra anche giusto!
La cerca per tutta la città, inutilmente, quando però sembra aver quasi perso le speranze incontra Ivy.


Le ammolla venti dollari per far sapere a Selina che la sta cercando.
Quando Cat lo raggiunge in casa, però, le cose non vanno esattamente bene.
La ragazzina, in un primo momento, è contenta.


Non credo fosse molto abituata a ricevere regali! Poi però, Bruce, fa il passo più lungo della gamba. Parliamoci chiaro, non si chiede ad una ragazza di convivere dopo un solo bacio!
Quindi Selina lo rifiuta. Perché? Le motivazioni sono molte. Il mio animo romantico vorrebbe che lei fosse molto più carina di quanto le piaccia far sapere agli altri. Vorrei poter dire che sa di essere ancora nel mirino di qualcuno e quindi che non voglia coinvolgere Bruce nel pericolo. Ma siano certi che ci sia sempre e solo UNA motivazione a spingerci ad agire in un certo modo? Forse sono più fattori. 
Fatto sta che Bruce ha il cuore spezzato.


Ehhh ... la prima delusione, chi se lo scorda? Non dimenticherò mai quando all'asilo il bambino che mi piaceva ha minacciato di lanciarmi una sedia dopo la mia dichiarazione!
Comunque, prima che Bruce assalisse la nutella e cominciasse a guardare fanvideo strappalacrime su youtube, Alfred, lanciando uno sguardo alla perfetta rappresentazione del cuore del piccolo Batman ai piedi del camino, interviene.



Della serie: tira fuori le palle ragazzino!!!
E siamo arrivati alla fine.
Mi scuso per questa recensione un po' bipolare, sono consapevole di aver toccato temi delicati e di essermi poi lasciata andare alla frivolezza, ma questo è un po' il modo in cui credo che la vita debba essere vissuta e, sebbene non credo sia questa la sede per fare certi discorsi, vorrei chiarire che non era mia intenzione toccare la sensibilità di nessuno.
Detto ciò, per scoprire cosa ci accadrà, non ci resta che attendere la prossima puntata!
A prestissimo, Mika!

Valutazione episodio:


Se volete saperne di più passate per la nostra pagina
o per le pagine nostre amiche:



4 commenti:

Roberto ha detto...

Michela non ti addossare colpe che non hai, basta parlarti per cinque minuti per capire che sei una persona fantastica, buona, gentile, premurosa e tutti i gli altri cazzutissimi aggettivi positivi che una ragazza di XX anni si possa meritare, figurati chi ti ha visto nascere e crescere che parere possa avere di te.
NON HAI COLPE, RICORDATELO SEMPRE !!!

Racchio ha detto...

Chiamatela F R I E N D Z O N E T H A M;

Questa serie sta dando il largo ad una piaga che affligge la specie umana fin dalla sua nascita.........la temibilissima F R I E N D Z O N E........e in queste prime 13 puntate ho potuto ammirarne le variegate sfaccettature, ed essendo io il massimo esperto del continente occidentale di FRIENDZONATE (ovviamente ricevute, raramente donate) non potevo esimermi dal commentare quello che ho visto.....

1a Friendzone: [Butch - Fish]
Allora Butcherello mio......non riuscirò mai a capire che ci trovi di sessualmente appetibile nella sig.ra Smith, ma soprattutto quando ti viene proposto un "scatto sul contratto Ma.Fi.A" dai Padrini che volevano rovesciare Falcone e Fish....bhe....diciamo che li avresti dovuto realizzare che Fish manco sotto effetto del Propofol te l'avrebbe fatta annusare e quindi magari avresti potuto restituire il favore e perché no, puntare la buon anima di L I Z A, per lei avrei preso anche una pallottola nel cuore……
2a Friendzone: [Nygma – Segretaria]
Confesso che mi rispecchio in tutte le situazioni di friendzonate di cui sto parlando, ma mai quanto in Nygma…..povero cucciolotto psicopatico in cerca di una compagniuccia con cui passeggiare mano nella mano al parco….…..ma te pare che quella poraccia lo tratta in quel modo !!! Ma daje tregua….nel senso o je la dai o gli dici chiaramente “carissimo non c’è trippa per gatti”……..poi è logico che uno diventa un serial killer……
3a Friendzone: [Barby – Lesbicaafro]
Barby rappresenta tutte quelle persone che non hanno dignità per se stessi, che non riescono a stare da sole e soprattutto invece di mandare a cagare chi non ti ha mai amato continuano a reiterare nell’errore di guardare indietro piuttosto che avanti……TE MERITI QUESTO !!! Magari ciccia fori Marissa così Ryan non te vede proprio !!!!
4° Friendzone: [Bruce – Cat]
Caro Bruce, sono più grande di te e siccome Alfred non si decide, tocca a me dirti una delle più grandi verità della storia dell’uomo…..”O SEI RICCO O SEI ROCCO”……allora dato per scontato che pagherai de IMU l’equivalente del debito pubblico africano, e dato sempre per scontato che, Alfred te sta a gonfià de steroidi perché un giorno tu possa indossare un costume con una bella mutandona in primo piano che lascia poco all’immaginazione…..tu teoricamente a livello oggettivo sei sia RICCO che ROCCO…..ma quello che non ti hanno mai detto è che probabilmente a livello soggettivo, e in questo caso per la Miciona, ….tu sei RACCHIO !!! Fidate fratè, parlo per esperienza, poi avecce tutti i soldi che te pare ma se non je piaci NON JE PIACI…P U N T O !!! Accanna, lasciala partì, non la vede, se possibile sentila il meno possibile e così forse riuscirai a dimenticartela.

Mika ha detto...

ti voglio bene <3 lo sai <3

Mika ha detto...

Ahahahahahahah XD questa è una delle migliori analisi di Gotham che io abbia mai letto! Poveri Uomini (escludo Barbarella perché NUN SE MERITA GNENTE) !
Però tirati su... Per quanto un uomo possa essere friendzonato, deve pensare che ci sarà sempre, nel mondo, un sir Jorah che sta messo peggio di lui!
Non capirò mai come si possa non trovare attraente Fish, ma detto ciò sono d'accordissimo con quello che hai scritto, in particolare su Nygma che è lo psicopatico del mio cuore!
Aggiungerei alla lista il Pinguino friendzonato da Jim ... secondo me ha una cotta segreta :D

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge