Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
lunedì 19 gennaio 2015


Ehilà, fan di Constantine! Dopo la lunga pausa natalizia, finalmente siamo pronti a scoprire come finirà la caccia al demone che tanti guai ha causato al nostro John. Che poi, va bene la suspense, ma entro certi limiti, sennò diventa un qualcosa di criminale! 

Come sicuramente ricordate, abbiamo lasciato John nei sotterranei dell'abbazia, ferito da Anne Marie e alla mercé di un demone molto pericoloso e Zed nelle mani di una specie di setta che fa parte del suo passato.


Purtroppo non passa che qualche secondo prima che l'invunche fiuti la sua preda: si avventa sulla gamba di John, una cosa a metà tra Gollum e uno zombie uscito da The Walking Dead.


Ricorda anche un dissennatore!

John è costretto a ricorrere all'unico mezzo a sua disposizione in quel momento, l'amuleto di Pazuzu. Dopo aver rinunciato con un incantesimo alle protezioni che aveva su di sé, Constantine lascia che il demone lo possieda. Chiaramente l'invunche "fiuta" subito la superiorità dell'essere che ora ha di fronte, e pensa bene di fuggire. Del resto parliamo di Pazuzu, mica uno a caso! 
Quando Anne Marie esce dal sotterraneo, Chas si accorge subito che qualcosa non va e corre a cercare John. Non è certo felice di sentire cosa l'amico ha combinato, anche se costretto, ma visto che John ha già subito un cazziatone da Manny, non mi dilungherei più di tanto su questo punto. L'angelo non si capacita di quanto poco John sembra stimare la sua salvezza spirituale. Constantine ribatte che non poteva fare altro, che quello era l'unico modo per salvarsi...che né Dio né gli angeli sarebbero intervenuti in sua difesa. "Beh, te non c'hai nemmeno provato": parafrasando un po', questa è la risposta di Manny e bisogna ammetterlo, stavolta ha ragione lui. 
Il piano di John è quello di auto-esorcizzarsi. Pensa di avere almeno un paio di giorni prima che Pazuzu tenti di reclamare definitivamente il suo corpo, e se non dovesse riuscirci, beh...Chas deve ucciderlo. 

La pacata reazione di Pazuzu

Intanto Zed riesce a liberarsi dal retro del furgone che la sta riportando da suo padre...molto brava, ma diciamo che la botta di culo del ritrovarsi il peggior rapitore di sempre, aiuta. In ogni caso, sentito Chas, Zed decide di raggiungere i due in Messico...

...E fa decisamente bene, visto il casino in cui John si è cacciato: Pazuzu ha preso di nuovo il controllo del suo corpo, e ha fatto fuori cinque uomini, membri di una banda criminale locale. 



Ovviamente John finisce in prigione, e non serve a nulla il colloquio (poco amichevole, in realtà), che ha con l'ambasciatore inglese. L'uomo non può farlo uscire, quindi bisognerà trovare un'altra soluzione. Non serve molto tempo a John per individuare il suo uomo, un detenuto che sembra occuparsi di tutti i traffici del carcere. Uno che soddisfa le più diverse richieste insomma, naturalmente dietro pagamento. A questo proposito permettetemi di osservare che va bene che è fiction, ma io un carcere più "liberale" di questo, mica l'ho mai visto! C'è quello che fa i tatuaggi con un ago da 20 cm, girano soldi, droga e chi più ne ha più ne metta, il tutto nella maniera più aperta e candida possibile. Va beh! 

Nel frattempo, Chas e Zed decidono di andare da Anne Marie, visto che non hanno la più pallida idea di dove possa essere John. Vogliono che la suora usi di nuovo il potere dell'ubiquità per rintracciarlo. Zed non si lascia scappare - giustamente! - l'occasione di rimettere in riga Anne Marie, che si permette anche di dare dell'egoista a John. Non che lei sia tanto diversa, mi pare! 

In una breve, ma piuttosto intensa, scena nell'ufficio del console inglese, scopriamo anche qualcosa di più sulla brujeria: non solo è reale, ma anche molto più vicina di quanto non si pensi. Ora non ho ben capito che posizione rivesta l'uomo che fa visita al console, ma si tratta di un uomo politico messicano. Forse il sindaco del paese, non saprei...quello che si capisce fin troppo bene, è che ha fatto molte pressioni sul console inglese affinché John non uscisse di prigione e che beh...fa decisamente parte della brujeria. E' un demone, una specie di schifosissimo serpentone, e dopo aver ucciso il console, lo fagocita, letteralmente. Bleah!

In carcere, John se la deve vedere con quello che resta della banda della Santa muerte, che naturalmente cerca vendetta. Tre contro uno non è mai auspicabile, ma con l'aiuto di Pazuzu tutto è possibile, e in men che non si dica, John diventa il re della prigione:



Poco dopo Zed e Chas arrivano al carcere, grazie all'aiuto di Anne Marie. Diciamo che ognuno ha i suoi metodi per raggiungere lo scopo: Zed punta sull'astuzia, mescolandosi alle prostitute che fanno la fila per entrare e corrompendo la guardia, 




Chas, beh...non è portato per certe finezze. Aggredire una guardia è il modo più semplice e diretto per farsi portare dentro. Bel sorriso, Chas!



Anne Marie non ha bisogno di altro: la sua tonaca è il miglior lasciapassare che si possa avere, e così i quattro si ritrovano, acqua santa e registrazione di un esorcismo assiro alla mano, per tentare di liberare John dal demone.



Fase 1: gettare l'acqua santa addosso al posseduto. Fallita. Evidentemente il demone ha un controllo molto più profondo del corpo di John. 
Non c'è nemmeno il tempo di provare la fase 2, perché il demone-serpente, quello che ha fagocitato il console inglese, è riuscito ad entrare nel carcere assumendo le sembianze della sua ultima vittima. E' fin troppo chiaro che sta cercando John. E' lì per ucciderlo, ma vedendo il marchio di Pazuzu sul suo corpo si blocca: presto Constantine sarà un suo alleato. Lui è nientemeno che Nahash, la creatura demoniaca che incarna tutte le tentazioni...non ultima quella che fece cadere Adamo ed Eva; perciò la forma di serpente è quantomai appropriata. La brujeria a lui non ha promesso nulla, a differenza di quanto aveva fatto con Lamashtu: l'hanno semplicemente liberato, perché porti a suo piacere il caos sulla terra...finché è ancora degli uomini! 
Chas interviene e John prega Anne Marie di trafiggerlo con il pugnale tibetano che lei ha con sé. Se non può salvarsi, non può assolutamente permettere che Pazuzu si unisca a Nahash e alla brujeria! Fortunatamente durante la colluttazione con Chas, Anne Marie riesce a pugnalare Nahash, invece. Grazie all'intervento delle guardie, accorse per il rumore, John è trasferito in infermeria, mentre Chas è lì accanto in uno di quei sacchi neri per cadaveri...mi pare superfluo dire che il nostro ragazzone resuscita poco dopo, come sempre. 
I tre si consultano e arrivano ad elaborare un piano: forse l'esorcismo avrebbe più probabilità di riuscita se venisse fatto in un luogo saturo di magia...come la casa di Jasper. Ovviamente per arrivarci ci vuole tempo, e Pazuzu è già pericolosamente vicino ad assumere il controllo completo di John. Ci vorrebbe qualcosa per addormentarlo, qualcosa che stordisca in modo veramente efficace e duraturo, come...ah, si! Eroina. Tanta, tantissima eroina. John è certo di riuscire a sopportare la dose perché ha il demone dentro di sé, ma come fa notare ad Anne Marie, preoccupata per lui, se dovesse morire, beh...ci sono modi peggiori per farlo.

Una volta sul posto, John chiede ad Anne Marie di essere lei a compiere il rito. Non sarà quindi un rito assiro, ma uno romano-cattolico. E non importa se Anne è solo una novizia perché in passato ha avuto la prova dell'esistenza di paradiso e inferno, cosa che la rende una candidata parecchio autorevole, in effetti. La suora non è entusiasta, ma è l'unica speranza non solo per il gruppo, ma per l'umanità intera...avverte Zed e Chas che il demone potrebbe parlare al solo fine di provocarli e che loro non devono dargli ascolto. 
Così comincia l'esorcismo. Qui il rito comincia a fare effetto da subito, il demone lotta per non essere scacciato e, come Anne Marie aveva previsto, comincia ad insultare random tutti i presenti, toccandoli su questioni personali e sensi di colpa non ancora risolti dal passato.


Ottima prova di recitazione...brividi!!

 In particolare è interessante quello che dice quando si rivolge a Chas, perché ci dà qualche particolare in più del suo passato. Sembra che sia stato John a dargli il suo potere della rigenerazione, o immortalità, non so bene come chiamarlo...e che avesse una famiglia che ha perso. Ovviamente smanio per saperne di più, ma conoscendo gli sceneggiatori dubito che ne verremo a capo tanto presto! 
Nemmeno Anne scampa alla lingua tagliente di Pazuzu, che la definisce una nullità e fa leva sul suo senso di inferiorità e inadeguatezza, portandola quasi ad abbandonare il rito: la suora non se la sente, il demone all'interno di John sembra si stia per liberare da un momento all'altro e lei non è in grado di portare avanti il rito. 
Per dare una bella scossa ad Anne Marie, ci vuole un po' di Zed: prendendola alla larga, la ragazza le chiede di perdonarsi per aver introdotto John alla magia, e, ovviamente per gli eventi di Newcastle. Allora non è stata colpa sua, ma se adesso Pazuzu riuscirà a liberarsi, allora sì che lo sarà! Parafrasato: muoviti cretina!
Si vede che era proprio ciò di cui Anne Marie aveva bisogno, perché quasi istantaneamente si ripiglia e riesce, finalmente, a portare a termine l'esorcismo, con sommo rammarico di Pazuzu, ça va sans dire! Il marchio del demone scompare dal corpo di John, e i suoi amici possono finalmente liberarlo. 
Tutto è bene quel che finisce bene: Anne Marie torna al convento e la squadra John, Chas e Zed è ricomposta. 







Certo, c'è ancora la brujeria di mezzo, e di sicuro non sarà una passeggiata affrontarla...ma almeno sono tutti di nuovo insieme!
L'ultima immagine della puntata è un po' ambigua; John ha uno sguardo che faccio fatica a interpretare. E' rimasto un po' di demone dentro di lui? Ha pagato un prezzo troppo alto per la sua possessione, rinunciando ad un altro pezzo della sua umanità, oppure è preoccupato? Forse le parole di Manny l'hanno colpito più di quanto non gli piaccia ammettere. 
Sicuramente c'è qualcosa di strano, e come al solito questa settimana sarà molto lunga. Sigh.

Il voto? Direi


Come al solito, vi aspetto per commentare qui e in pagina, Diretta Telefilm

4 commenti:

Davide ha detto...

Mi è mancato tanto questo telefilm! ritorno col botto senza ombra di dubbio, sono felicissimo di ritornare a leggere le tue recensioni! sempre impeccabili...comunque sia a mio parere un po' del demone dentro di lui oppure forse potrebbe averlo segnato... potrebbe aver segnato la sua anima ? Ma staremo a vedere nei prossimi episodi un bacio!

Federica M ha detto...

Ciao Davide! Anche a me è mancato tanto Johnnuccio mio...e sono contenta che tu sia tornato a leggermi, sei sempre troppo buono :)
Nell'ultima scena lui era come preoccupato...che ci sta, visto il casino che si sta per scatenare sulla terra, ma mi ha comunque fatto sentire come se non fosse tutto qui. Immagino che lo scopriremo solo vivendo!
Un bacio a te, a presto! :)

Lilith ha detto...

Complimenti, bella recensione!
Amo troppo questo telefilm e devo dire che quel gran pezzo di gnocco di John aiuta molto! :)
puntata molto interessante non vedo l'ora di vedere la prossima un bacio

Federica M ha detto...

Ciao Lilith, innanzitutto bel nick ;)
Ti ringrazio per il complimento e non posso che essere d'accordo con te. E quel sorriso un po' sghembo che fa quando ne sta per combinare una? Lo adoro! ;D
A presto spero, bacio!

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge