Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
venerdì 24 aprile 2015

Puntata molto molto bella!
Cavolo, i super eroi hanno di bello proprio questo, il fatto che, comunque vada, sai che staranno bene.
And all was well.
Certo, bisogna ammettere che le cose, a Gotham, diventano sempre più complicate. E che questa ultima parte di stagione ci lascia con il fiato sospeso. Ancora niente è risolto.
Oswald è nel pieno della pianificazione di un omicidio.
Se ne sta nel suo bel locale, con Gertrud che svolazza da una parte all'altra in perfetto stile Luna Lovegood.
Ma all'improvviso, la sua oasi di felicità viene interrotta.



Oswald è scaltro, a tratti geniale, e lucido. Ma non può contare solo su questo.
Deve fare i conti con il fatto che, per quanto sarebbe estremamente più facile, non è circondato solamente da idioti.
Don Maroni ha l'esperienza dalla sua. Anni di militanza nella mala vita. E credo che alla pagina numero uno del manuale del perfetto delinquente sia possibile trovare la voce "scopri il punto debole del tuo nemico e sfruttalo a tuo vantaggio".
Così il Pinguino si trova coinvolto in un'amabile conversazione con Don Maroni e sua madre. 
E lui, dopo averla un po' corteggiata, pensa bene di sconvolgerla, rivelandole quale sia la reale "professione" del figlio. Perché diciamocelo, essere un pazzo psicopatico e sociopatico a Gotham è un lavoro a tutti gli effetti!
Oswald riesce a salvare la situazione. Più o meno.
Porta la madre a casa e con enorme sofferenza le mente.
Però qualcosa è scattato.
Il Pinguino ha sempre ricavato la sua forza dal calcolo e dalla fredda lucidità. 
Qualcosa dentro di lui si è smosso. Qualcosa lo ha fatto agitare davvero.
Infatti, quando il fattorino porta le rose di Sal Maroni a sua madre, lui è ad un passo dal mandare a puttane tutto il suo piano.
Un attimo.
Poi elimina il problema, nel solito modo gentile.

Per un cattivo che si avvia verso la conclusione di un percorso, di un altro possiamo ammirare la sanguinolenta nascita.
Eddino Cuoricino è passato al lato oscuro della forza.
A muoverlo, l'amore.



Non è tanto l'attitudine allo stalking, e nemmeno il fatto che abbia ripetutamente affondato il coltello nel ventre del ragazzone di Miss Kringle.
La risata finale è ciò che mi ha inquietata di più. 



Perché che Ed non avesse tutte le rotelle a posto era piuttosto chiaro. Ma ora ho paura che assisteremo ad una rapida discesa verso la follia totale.
Insomma Nygma è il classico esempio del "caotico cattivo".
Ciò nonostante, io continuo a trovarlo di una tenerezza imbarazzante.

 Nel frattempo Bruce e Selina hanno i loro affari.
Bruce è rimasta particolarmente turbato dall'omicidio di Payne. Selina, al contrario, lo ha praticamente rimosso e non fa che ripetere quanto fosse necessario.






Sta per mollare Bruce a se stesso, quando lui le propone un'altra direzione verso la quale indagare.
Il membro del cda della Wayne Enterprice.
Il mandante.
E quale occasione migliore per studiarlo e rubargli le chiavi della sua cassaforte personale, se non ad un ballo di beneficenza?




E bisogna dirlo, quando Bruce organizza un appuntamento fa le cose in grande. Pensa a tutto.
Manda alla sua "gentile" donzella una tonnellata di buste da shopping piene, le fa dei teneri complimenti, guardandola ammaliato quando la va a prendere (e sono certa che sotto ci fosse una limousine).
E poi si fa cogliere dalla sindrome di Chuck Bass, o di Iron Man che dir si voglia.




Ad ogni modo, le cose vanno al meglio.




Ma Selina e Bruce non sono gli unici a godersi la festa.
Barbarella si da alle danze pazze con quel gran bel pezzo di gnocco di Milo Ventimiglia.
Allora, io vorrei dire, Barbara, quando un uomo spende 10.000 dollari per partecipare ad una festa dove ci sei tu, nonostante la sera prima tu abbia finito la serata depressa ed ubriaca mentre ti piangevi addosso, ripetendo "nessuno mi ama", dovresti farti due domande.



Perché sei una figa, ok. Ma non hai la turbovagina che vale tutti quei soldi!
Ma Barbara non si preoccupa.
Non si preoccupa nemmeno quando lui se la porta a casa, lasciando che lei scopra la stanza dove squarta le sue vittime.
Anzi.
Le viene la faccia da maiala.



Nel frattempo, Jim continua ad indagare sul serial killer, incoraggiato da Lee, incurante delle minacce di lui che addirittura lo pedina e lo chiama al telefono per minacciarlo.
Lo spavento ha smosso qualcosa in James Gordon.
Grazie al poliziotto che per primo aveva seguito il caso, scoprono un indizio. E alla fine, l'identità del tipo viene fuori e riescono a rintracciare il padre.
In sostanza, era un ragazzino sfregiato che si è sentito rifiutato da quella che aveva scelto come figura materna e dunque l'aveva uccisa.
Con la complicità del padre, aveva finto che fosse ancora via e continuato a spendere i suoi soldi per finanziare una plastica, direi ben riuscita, e la sua tranquilla attività di macellaio di donne.
Il problema è, adesso dove lo trovano?
E lì l'epifania.
A Gordon suonava strano che il pazzo ancora non avesse fatto alcuna mossa concreta.
Poi ricorda le sue parole, ricorda il giornale dove potrebbe averle lette, ricorda la foto su quel giornale.
Barbara.
E così lui la salverà e la povera Lee andrà a farsi benedire!




Non ci resta che attendere la prossima puntata!
Un bacio, Mika.

Valutazione Episodio:


Se volete saperne di più passate per la nostra pagina


E per le pagine nostre amiche:


https://www.facebook.com/pages/%E1%83%A6-I-cant-live-without-my-favorite-series-and-movies-%E1%83%A6/777484872326990

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge