Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
giovedì 9 aprile 2015

Con immenso ritardo, eccomi con la mia opinione su questo season finale.

Devo dire che prendermi un po’ di tempo per riflettere sull’episodio mi è stato utile, perché sono stata troppo male e avevo bisogno di non pensare. In realtà il dolore non è mai andato via, mi sono sfondata di video fanmade, ho pianto per tre giorni e mi si sono solo gonfiati gli occhi in maniera disumana. Col trucco tutto sciolto. Panda who?


Prima di iniziare, vi dico che sarò lamentosa più del solito. Pensavate avessi raggiunto il mio apice? Vi sbagliate. Questo finale mi ha lasciata a bocca aperta (e non in senso positivo) e io vorrei essere il più obiettiva possibile, ma, dopo ciò che ho visto, sarà una mission impossible.

So, facciamo partire una qualsiasi playlist Gallavich su Spotify, apriamo i condotti lacrimali e diamo il via alle danze!

Lip: mi dispiace, ma per me è stato completamente inutile in questa stagione. Detto così sembra brutto, ma, come ho ribadito settimana scorsa, non ci sono stati tanti passi avanti dalla 5x01. Certo, un minimo di crescita c’è stata, è maturato e ha capito che gli è stata data un’opportunità per rendere migliore il suo futuro e quello della sua famiglia, ma la storia finisce qui. E vedere la stessa cosa per dodici episodi risulta pesante. L’ho sempre amato, quindi ci sono rimasta veramente male; volevo di più per questo personaggio. E capisco che la vita universitaria sia alquanto noiosa, ma tu vai in un cazzo di college, non alla Federico II.

Per quanto riguarda la sfera amorosa, beh, lui è un Gallagher e le due cose non vanno a braccetto. Si è capito dal primo momento che lui non provasse nulla per Amanda, era tutto uno sfruttarla, ricevendo anche dei benefici sessuali. Amanda non l’ho mai capita davvero, non abbiamo avuto modo di conoscerla (né volevamo farlo, sia chiaro), e mi ha sorpreso la sua reazione in biblioteca. Non tanto per l’essere stata delusa da colui di cui si era innamorata (da ragazza, ci sarei cascata come una pera cotta anche io), ma sul fatto che fosse una cosa venuta fuori dal nulla. Mi spiego meglio: Amanda e Lip non si vedevano da parecchio, il loro strano rapporto si era rotto e la conferma era arrivata dal fatto che Lip le avesse detto chiaramente che si bombava la professoressa. Quindi quella sberla è stata una sorpresa.


Non mi esprimo in merito alla storia della professoressa. Anche perché mi pare di capire che Lip non sia il primo studente con cui va e poi la storia del marito guardone è alquanto inquietante. Resto stupita dell’affermazione finale di Lip “credo che mi sto innamorando di lei”… Ma innamorando di cosa? O è un colpo di fulmine di quelli che ti lasciano morti lì, oppure non mi spiego.

Fiona: anche per lei mi aspettavo di più. Non era la Fiona che abbiamo imparato a conoscere nelle passate stagioni, la Fiona che si dedicava anima e corpo alla sua famiglia e a se stessa. Non è stata vicina ai suoi fratelli, non è stata vicino a Veronica, si è preoccupata solo dei tre ragazzi con cui si frequenta e della scelta da fare. Ci sta, non dico che lei debba alienarsi per fare da supervisore ai ragazzi, ma almeno mostra un po’ di preoccupazione.

Sta di fatto che, per correre dietro a più ragazzi, è rimasta appesa: Gus se la bomba, però poi tiene le distanze perché lei è ancora indecisa; Sean non vuole essere uno sfasciafamiglie, ma non vuole nemmeno che lei si separi a causa sua.. Insomma, è vero che Fiona è stata stronzetta a tenere in balia due uomini, ma pure questi due so proprio cretini.

Fiona è forte, non ha bisogno di un uomo che l’aiuti a tenere insieme tutto lo schifo che la circonda, un uomo che potrebbe portarle altri casini, può farcela da sola. Quindi niente Jimmy/Steve, niente Gus e niente Sean: solo Fiona. Deve capire che da sola può farcela. E spero vivamente che, dopo essersi dichiarata a Sean ed essere stata rifiutata, abbia comunque le palle di lasciare Gus. Non vorrei restasse con lui giusto per.


Debbie si è rincitrullita. Dovevamo aspettarci una gravidanza; si era capito volesse allontanarsi dalla sua famiglia ed entrare in una più stabile (quella di Derek), soprattutto dopo aver parlato con la cognata e aver realizzato che la famiglia di Derek è “normale” e lontana anni luce dalla sua, ma la reazione della ragazza mi ha comunque spiazzata. Come si può essere pronti a quindici anni? È così convinta che sia la cosa giusta, mi fa venire i brividi. Crede che l’amore tra lei e Derek basti a crescere una creatura, ma la realtà e ben diversa e lei dovrebbe saperlo bene, visto che la sua vita è stata tutto tranne che facile. E poi boh, non riesco a capire se Derek sia preso quanto lei; ho paura che, appena scoprirà del bambino, scapperà via a gambe levate, per Debbie sarà troppo tardi e dovrà crescere il figlio da sola.


Frank: che dire di lui. All’inizio di questa stagione era il solito Frank, quello che sfruttava Sheila e Sammi per tornaconto personale, ma negli ultimi episodi ci hanno mostrato un altro lato di lui. La storia con Bianca (per quanto inutile io possa considerarla) ci ha mostrato un Frank più umano, un Frank che si è dimenticato un attimo di se stesso per dedicarsi alla ragazza. E devo ammettere che la cosa mi è piaciuta; ho solo un dubbio (che credo proprio diventerà realtà): con la morte di Bianca e il ritorno di Frank a casa, ho paura che lui ritorni semplicemente a essere il vecchio Frank. Ma Shameless è anche questo, non ci sarebbe senza le cazzate di quest’uomo, quindi…


Passiamo a loro, coloro che in questi giorni mi hanno fatto piangere lacrime, sangue e anima e che mi stanno facendo soffrire da un paio di anni a questa parte: i Gallavich.

È successo l’impensabile, quello che noi shipper sognatrici non pensavamo fosse possibile: Ian ha mollato Mickey. È stata una doccia fredda.

Io non ce la faccio, in questo episodio mi hanno semplicemente ammazzata. Io non voglio credere a quello che ho visto. Dopo tutta la sofferenza, le lacrime, le gioie, le scazzottate, finisce tutto così… che vita demmerda.


Io questa fine non l’accetto: non se lo merita Mickey e non ce lo meritiamo noi, che abbiamo dato il cuore a questi due personaggi. Non l’accetto perché loro erano una coppia strepitosa; rappresentavano l’amore, quello vero e puro, che vince contro tutto e tutti. Non lo accetto perché io li guardavo e sognavo un amore come il loro, lo sogno ancora.. Per me il loro amore era speranza, era certezza, era forza. E non posso credere che sia finita così miseramente.

Mickey è cresciuto così tanto: è passato dall’aver paura di ammettere anche a se stesso il suo amore per Ian  allo smuovere mari e monti pur di aiutare il suo ragazzo. È passato da “Kiss me and I’ll cut your fucking tongue out” a “I love you”. E cosa ha ricevuto in cambio? L’essere stato scaricato con uno “yeah”. Mickey meritava di più. E io non riuscirò mai a perdonare gli autori per aver dato questa fine penosa a un personaggio così straordinario.


E l’incazzatura cresce quando vedo la reazione di Ian. Io vorrei provare a giustificarlo per quanto riguarda la rottura; vorrei dare la colpa alla malattia; vorrei poter dire che l’ha fatto per capire meglio se stesso; per non essere un peso per Mickey; per poterlo lasciar vivere tranquillo, senza la paura costante che possa fare qualche cazzata; vorrei poter dire che l’ha fatto perché non vuole che il suo amato sia sempre preoccupato per lui.. ma non ci riesco. Sono così accecata dal dolore e dalla rabbia dal non riuscire a formare un pensiero obiettivo al riguardo; vorrei solo urlare e lanciare il pc dalla finestra.

Non parliamo di quando, nel bel mezzo della discussione, arriva quella pazza di Sammi e inizia a inseguire Mickey e a spararlo. Ian resta lì impassabile, senza un minimo di preoccupazione, per poi entrare in casa con Fiona e V, come se non stesse accadendo nulla; come se il suo ragazzo non stesse rischiando la vita. Ma siamo seri? Che fine ha fatto l’Ian che era sempre preoccupato per Mickey, che ha lottato duramente per avere una storia d’amore degna di essere definita tale? Ma poi due episodi fa Ian diceva che grazie a Mickey sentiva finalmente qualcosa, come si può cambiare in maniera così repentina?


Quando Monica gli dice che le persone come loro possono essere felici, che la cosa importante è trovare qualcuno da amare e che questo qualcuno ti ami per quello che sei, mi aspettavo che Ian dicesse “Cazzo, io ho Mickey che ha fatto di tutto per me, noi ci amiamo” e che corresse subito a casa da lui. Beh, si vede che sono destinata a restare una sognatrice, perché abbiamo ottenuto il risultato opposto.  

Insomma, questa è stata una stagione non al livello delle precedenti. La cosa che ho sempre criticato è la mancanza di quel senso di unione che caratterizzava i Gallagher: ogni componente è stato mostrato in maniera isolata, ognuno con la propria storia personale che non si interseca con quelle degli altri. Non sono pienamente soddisfatta, e la cosa mi fa soffrire. Sono delusa anche dala scena finale simil pilot, quella di Ian e Lip in auto; è stata carina ma mi sa troppo di contentino, proprio come se volessero dirmi “sì, abbiamo fatto molte cazzate in questa stagione, abbiamo tenuto tutti separati, ma adesso te li metto tutti insieme così non ti lamenti”.

  

 Se poi consideriamo il fatto che mi hanno distrutto l’otp suprema e hanno fatto fare un’uscita misera al personaggio di Mickey, lasciando il suo futuro in sospeso, l’unica cosa che mi viene da dire agli autori è


Siamo giunti alla fine di questo viaggio e mi sembra doveroso fare alcuni ringraziamenti. Voglio ringraziare voi lettori, persone fantastiche che mi hanno seguita nei miei scleri; voglio ringraziare Diretta Telefilm, per avermi dato questa bellissima occasione; voglio ringraziare le mie amiche, che mi leggono, mi supportano e, soprattutto, mi sopportano (cosa non facile, hanno ascoltato ogni mia pazzia e asciugato ogni mia lacrima). Vi voglio bene, non sarei nulla senza di voi 


Vi lascio con la citazione più bella dell’episodio, un omaggio al fantastico uomo che è diventato Mickey Milkovich.
I love you. It means we take care of each other. It means thick and thin. Good times, bad. Sickness,  healt. All this shit. 
  

Ci ritroviamo tra nove lunghissimi mesi 

Antonietta  


Fonti foto: Trash Italiano  | #gallavich 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          


News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge