Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
lunedì 25 maggio 2015

Salve Gente!!!!
OMG!
Allora, avverto già in partenza che questa sarà una recensione bipolare.
Una parte di me è contrariata. In sequenza, aspettavo da un momento all'altro la morte di: Theon, Sam, Bronn e Ser Jorah.
Il fatto che siano tutti ancora vivi rende la parte masochista di me non sufficientemente appagata.
Sì, lo so che è morto Maestro Aemon. Ma non mi sembra una morte all'altezza di questa serie tv. Nel senso, amavo quell'adorabile vecchietto Targaryen, ed ho trovato assolutamente delizioso il suo ripetere "Egg - Egg" tutto il tempo, ma diciamocelo, la vita se l'è goduta e Valar Morghulis, prima o poi!
Un'altra parte di me, invece, non la smette di ridacchiare.



Non so cosa mi renda più felice, se l'incontro tra Dany & Tyrion (che in realtà è un po' fuori la logica di morte e disgrazia di GOT, almeno per il momento) ovvero l'inizio dell'inesorabile tracollo di sua altezza Cersei.
Ma a chi voglio darla a bere?
Cersei dentro una cella è decisamente più divertente!


Ma andiamo con ordine!
Partiamo da Lady Sansa.
Lo scorso episodio ha creato un bel po' di scompiglio nel fandom. Anzi, nel "presunto fandom". Perché credo proprio che i veri fan di GOT non avrebbero mai potuto scandalizzarsi per ciò che è accaduto.
Ok, lo stupro di Sansa è una scena terribile, soprattutto considerato il fatto che fosse vergine e che Theon abbia guardato. Ma insomma, abbiamo dimenticato i bambini bruciati? Rose versione cosplay di San Sebastiano? Cersei e Jaime sulla tomba del figlio? Le pugnalate al ventre della moglie incinta di Robb? E soprattutto: LADY E VENTO GRIGIO!


Siamo in un fantasy ambientato in un'epica simil-medioevo. Considerato il temperamento di Ramsey, quella scena purtroppo non solo è perfettamente IC ma era inevitabile. Insomma non sarebbe potuta andare in nessun altro modo, se non peggio.
Ciò non toglie che Sansa sia distrutta. E sola. E disperata.
E' costretta a trascorrere tutte le sue giornate nei suoi alloggi, se così vogliamo chiamarli, e la notte è costretta a subire. Giorni tutti uguali. Notti tutte uguali. Non le resta molto da fare, salvo ricordarsi che il Nord non dimentica.
Ha bisogno di un alleato. Di qualcuno che accenda una candela, deve solo accendere una candela per lei. Ed è una decisione imbecille quella di Sansa, ma l'unica possibile.
Chiedere a Theon.



Cerca di ricordarglielo. Ma è inutile. 
Confesso: ci avevo sperato. Ma era ovvio che finisse così, per una serie infinita di ragioni.
In primo luogo, neanche prima Theon aveva mai brillato per coraggio o onore. Ha sempre avuto la fastidiosa abitudine di mettere la sua pellaccia davanti a tutto e tutti. Figuriamoci ora che ha completamente perso se stesso, nel mezzo di una crisi di identità, senza più attributi (metaforicamente e non metaforicamente parlando).
E poi, la seconda ragione: 

Scusate ma questa scena è epica!
Ad ogni modo, bisogna dare atto a Ramsey di essersi informato sul passato di Sansa. E per far colpo su di lei, quale tattica migliore se non copiare i mezzucci del suo primo amore e portarla a guardare i cadaveri delle persone appesi da qualche parte?


Tra l'altro, mentre passeggiano, Sansa non tiene a freno la lingua ricordando a Ramsey quello che è: un bastardo. Lui non la prende bene, ma nello schernirla le dice qualcosa che in qualche modo la tocca.
Talvolta i bastardi fanno strada. E Jon è Lord Comandante.
Non so quali conseguenze questa informazione avrà nella testa di Sansa. Ma è qualcosa.
Sa che una persona che l'aiuterebbe è attualmente molto importante e potente.
Certo non può sapere che la suddetta persona stia marciando oltre la barriera lasciandosi alle spalle il Castello Nero popolato da gente che lo odia, senza neanche portare con se Spettro.

Jon è partito.
I Guardiani della Notte lo odiano.
Maestro Aemon è morto.


E qui, sorge una domanda spontanea. Secondo voi, il corpo brucia oppure no? Cioè Maestro Aemon era un drago? Oppure una volta morto brucia comunque? 
Vabbè, andiamo oltre.
In questo episodio abbiamo avuto la riprova definitiva del fatto che GOT sia a pieno titolo una saga fantasy.
Non solo i draghi, non solo una ragazzina che non brucia, non solo la donna rossa, gli estranei, le visioni di Bran ... molto di più ...


Sam rimedia!


Non ci interessano i particolari Gilly!
Cioè, vi rendete conto? Zitelle e Zitelli di tutto il mondo unitevi e disperatevi insieme a me. Oppure, traete speranza dal fatto che ci basterà uccidere un estraneo per diventare improvvisamente attraenti, nonostante la Nutella!

Detto ciò.
Stannis marcia verso Grande Inverno, ma le cose non sembrano andare granché bene.
Insomma Winter is coming, e tutto il resto.
Piccola parentesi. Avete notato che "Winter is coming" è diventata una maledizione ormai?
Comunque, la Donna Rossa sta davvero esagerando.
Insomma, non conosce limiti, è una folle invasata. Vorrei proprio rinchiuderla in una stanza da sola con l'Alto Passero e vedere cosa ne esce! Cioè Sheereen? Siamo seri?



 Ha suggerito a Stannis di uccidere la sua stessa figlia? Per cosa? Per prendere Grande Inverno?! Ma Davos non si stufa mai di dare saggi consigli che vengono puntualmente ignorati!
Il tutto potrebbe terminare con la morte del Cavaliere delle Cipolle che salva la bambina, ma, insomma, dopo il toccante momento tra padre e figlia al quale abbiamo assistito nelle scorse puntate, voglio sperare che non si presti a questa follia. O che il Signore della luce si senta in vena di replicare la scenetta di Abramo ed Isacco! (Erano loro, vero? Non sono molto ferrata in religione!)

A proposito di tenere scenette tra padri e figli.


Ecco qui qualcuno che davvero non era pronto ad affrontare una figlia adolescente ed innamorata.
A me fa quasi ridere, perché, contrariamente a come va di solito, la figlia adolescente in questo caso ha ragione. Jaime non sa niente di lei. E lei è stata mandata via da casa sua, allontanata da tutti coloro che amava. Ed ora ha una nuova casa bellissima, ha un Principe bellissimo, ed un futuro bellissimo. 
E si sente al sicuro.
Myrcella non sa che ci sono persone che tramano contro di lei. Non sa quanto il suo "non cognome" sia pericoloso di questi tempi. L'unica cosa che sa è di non voler tornare a casa.
Soprattutto non con quel suo zio/padre che è praticamente un estraneo.

E se la prigionia di Jaime sembra non essere così dura, lo stesso non può dirsi di Bronn.
O forse, ognuno ha quel che si merita. Tutto sommato il mercenario non sembra vivere troppo male il fatto di trovarsi in una prigione, in compagnia di giovani dorniane.


Almeno non finché scopre che la lancia con la quale è stato colpito era ricoperta di veleno.
Il che è stupido.
Tutti sanno che i Dorniani ricoprono le lance di veleno. TUTTI.
Fortunatamente, essendo un bravo cantante, ottiene il favore di una delle figlie di Oberyn che gli concede l'antidoto.

Per farla breve. Non so voi, ma tutto quello che succede a Dorne non è che mi interessi sto granché.
Come ho già detto, non smetterò mai di domandarmi perché uno Stato che chiaramente è il paradiso terrestre debba andarsi ad impicciare dei fatti dei Sette Regni!

Nel frattempo, Sam Tarly non è l'unico a darci dentro.


In realtà non ho molto da dire su questa scena, salvo il fatto che non credo nella buona fede di Daario.
Però sono tutti e due molto belli.
E Daenerys ha decisamente bisogno di qualcuno che la consigli in maniera migliore.
Ho adorato il modo in cui Emilia Clarke sia stata capace di trasmettere tutto il disagio di Dany mentre assisteva al combattimento.


Eppure, date le abitudini dei Dothraki, dovrebbe essere piuttosto abituata a cose di questo tipo.
Ad ogni modo, quando Jorah capisce che lei si trovi lì, ho adorato il suo scattare e gettarsi nell'arena.
Jorah è una figura mitologica. A metà tra un'eroe e uno sfigato. Le due anime non potendo convivere tendono ad alternarsi rendendolo, sostanzialmente, bipolare.
Quindi se è stato bellissimo vederlo abbattere nemici, come se non avesse 60 anni, è poi stato nuovamente patetico vederlo implorare.



Ci tengo a spiegare una cosa. Il mio odio per Jorah non è gratuito o crudele o irrazionale. Al contrario, è catartico.
Jorah diventa debole, profondamente debole. E, soprattutto in una saga popolata da eroi, questa sua incapacità di gestire il dolore ed i sentimenti lo spoglia di dignità.
E' umano, capita a tutti purtroppo.
Ma vedere qualcun altro farlo, e poterlo insultare, e potergli dire con fare compassionevole "guarda come ti sei ridotto", quello è decisamente catartico.
Io odio Jorah perché nessuno merita di essere Jorah. Perché tutti hanno paura di essere Jorah.

Fatto sta che per evitare di essere risbattuto nella nemmenopiùfriendzone, lui cerca di attirare l'attenzione di Dany dicendole di averle fatto un regalo.
E basta un attimo di esitazione, che il regalo viene fuori da solo, sulle sue gambette corte.



GEORGE MARTIN TI PREGO! Fammi godere un po' di questa cosa, ok? Ti prego! Ti supplico.
Non ho idea di quello che accadrà ora. La mente di Tyrion è una risorsa preziosissima per Dany, spero solo che lei se ne renda conto. Spero solo che Barristan gli abbia raccontato qualcosa di lui, e che lei lo ascolti.
E poi spero che Varys spunti da un momento all'altro, perché è uno dei miei personaggi preferiti da sempre.

Ultimo, ma non ultimo, Approdo Del Re.
Mentre la Regina di Spine cerca di convincere l'Alto Passero a rilasciare i suoi nipoti, Cersei prima assicura a Tommen di fare tutto il possibile per aiutare Margaery, e poi va nella cella della giovane regina per gongolare davanti alla sua disfatta.
Onestamente, nessuno di noi può realmente rimproverare Marge di non aver mostrato la solita cortesia.


Mentre lei è così presa a darsi pacche sulle spalle e a mettersi i like da sola su facebook, però, Lord Baelish e Lady Olenna si incontrano in quello che rimane del bordello di Ditocorto.
E noi sappiamo che quando questi due uniscono le loro menti quello che ne esce è grande soddisfazione ed immensa gioia.
Insomma, Ditocorto è spregevole, ma l'ultima volta hanno ucciso Joffrey, quindi che ben venga.
E quando Cersei va a parlare con l'Alto Passero, lui attacca un sermone infinito che sono certa Cersei non stesse ascoltando.
Sono sicura che già pensasse a cosa indossare in occasione del processo alla giovane Tyrell, perché se veramente avesse ascoltato il discorso del vecchio, a metà avrebbe cominciato a cercare di scappare.
Perché era evidente dove andasse a parare.
E poi semplicemente è successo.


...
REACTION


Non credo si debba aggiungere altro.
Se lo merita, o se se lo merita! Eccome se se lo merita. 
Seriamente, non vedo l'ora di scoprire cosa accadrà nella prossima puntata, che voglio ricordare a tutti, sarà l'ottava, dopo la quale arriverà la nona. 
Ho paura.
Voi che ne dite? 
A presto, Mika.

Valutazione Episodio:


Se volete saperne di più visitate la nostra pagina
e le pagine nostre amiche:

https://www.facebook.com/JonSnowTheBastardItalia
https://www.facebook.com/pages/%E1%83%A6-I-cant-live-without-my-favorite-series-and-movies-%E1%83%A6/777484872326990

2 commenti:

Rossella ha detto...

Sto pensando di convertirmi al credo dell'Alto Passero. In questo episodio Cercei ha raggiunto proprio l'apice, non avrebbe potuto che finire altrimenti.
Bell'episodio comunque e come al solito bella recensione. Sei Bravissima ^_^

A prestooo,
Ross.

PS.
Tra Daario e Jorah, Jorah tutta la vita!

Mika ha detto...

Ahahaha.. GRAZIE Ross!!
Su Jorah non andiamo proprio d'accordo! Per me chiunque Vs Jorah vince chiunque!
Cmq neanche io sono una gran fan di Daario, ammetto solo l'ovvio, cioè che sia un gran bel pezzo di gnocco!

Posta un commento

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge