Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
sabato 20 febbraio 2016

Bentornati per una nuova recensione, anzi due, di The 100! Inizio con lo scusarmi per aver saltato l'appuntamento di settimana scorsa: purtroppo ero bloccata a letto con la febbre e non sono riuscita a combinare molto. Eccomi dunque qui adesso a rimediare al problema e a parlarvi di queste due ultime puntate. Cominciamo!

Nella scorsa puntata abbiamo finalmente incontrato la regina dei ghiacci, Nia, la quale, se già non ci stava antipatica per tutto quello che aveva combinato/tentato di combinare nelle puntate precedenti, nella 3x04 fa il possibile per rimediare.

Nel tentativo, infatti, di impossessarsi del potere di Heda, obbliga il figlio Roan a prendere il suo posto in uno scontro con Lexa. Solo uno dei due può sopravvivere, e chi lo farà otterrà anche il diritto di prendere il potere come capo della coalizione.


Nonostante nessuno ne fosse convinto -tantomeno Clarke o Lexa stessa-, quest'ultima riesce a mettere a terra l'avversario, ma, invece di ucciderlo, con una mossa che fa tanto "uccidiamo la Coin --> salviamo il potere", il Comandante decide di puntare la sua lancia contro il cuore della regina.
Tutti sono felici: Roan è vivo, il potere si trova ancora nelle mani giuste e Clarke ha di nuovo voglia di farsi Lexa. E vissero tutti felici e contenti.

...certo, come no. Di fatto, scopriamo che l'ingresso degli Skaikru nella coalizione come tredicesimo clan ha reso felici ben poche persone: probabilmente solo, Clarke, Lexa, Abby e Marcus.


Ad Arkadia, infatti, quelle che dovevano essere delle semplici elezioni che vedevano da una parte schierata l'ex cancelliera Abby e dall'altra l'aspirante nuovo capo Marcus Kane, prendono una svolta inaspettata: l'attacco a Mount Weather ha lasciato la popolazione del cielo scossa, insicura sul proprio destino e preoccupata per eventuali attacchi futuri.

La politica di pace adottata in passato sembra non essere più sufficiente a tutelare la vita dei pochi sopravvissuti, e la soluzione a questa situazione insostenibile è riposta nella mani di Pike. Egli, supportato da Bellamy, in parte giustificato dalla recente perdita di Gina, e da altri che condividono i suoi stessi ideali, decidono di adottare una strategia di attacco nei confronti dei terrestri.

Arrestato, in un primo momento, da Abby e Marcus, Pike viene successivamente liberato nel momento in cui, in seguito alla votazione, viene legittimamente eletto nuovo cancelliere.





So che ci sono stati numerose critiche a questa puntata, in particolare per quanto riguarda l'atteggiamento di Bellamy: se da una parte è vero che il suo personaggio sembra aver compiuto un'involuzione, è anche giusto ricordare che ha appena perso una persona che amava (non importa se prova anche dei sentimenti per Clarke; questo non cambia comunque il fatto che sta soffrendo e che incolpa i terrestri della sua perdita).










Inoltre, questa sorta di "guerra civile" che è andata a scatenarsi secondo me non va vista come un "tutto bianco o tutto nero": se da un lato Bellamy sa che non è con la violenza che la situazione può essere risolta, dall'altra capisce anche che non sono molte le soluzioni rimaste. Un bel dilemma, insomma.

E comunque, come dice il saggio tumblr: "I may be fucked up but I'm still hot" 


E ci mancherebbe pure.

Nota di merito a quest'episodio, che peraltro ho trovato leggermente più lento rispetto a quelli precedenti, va al povero Lincoln, l'uomo che intepreta il "mainaggioia" ogni momento della sua vita e che si dimostra essere, ancora una volta, uno dei personaggi migliori dello show.

“It’s not about you getting knocked down. It’s if you get up again”


Passando invece all'episodio 3x05, vediamo i risultati dell'azione di Pike il quale è innegabilmente il peggior cancelliere del mondo ma che, comunque, non riesco ad odiare. Non ci sono dubbi sul fatto che abbia un pessimo modo di agire: egli, infatti, con l'aiuto di un Bellamy ancora un po' restio e altri otto compagni, ha ucciso 300 terrestri, feriti inclusi.

Tuttavia, escludendo i mezzi con cui raggiunge il suo obiettivo, ovvero quello di garantire la sopravvivenza di Arkadia, è difficile non mettersi nei suoi panni e non capire il suo punto di vista. Pike non agisce per cattiveria; è un leader che si è posto un obiettivo al di fuori della sua portata e che non sa come raggiungerlo se non per mezzo della violenza, una violenza assolutamente non giustificata che ha trovato tra i suoi feriti anche la nostra amata Indra.


A tentare di salvare il salvabile e scongiurare il pericolo dell'inevitabile attacco agli Skaikru, è ancora una volta Clarke.
Sia benedetta questa povera ragazza che si ritrova sempre a dover risolvere i casini degli altri. L'unico problema che sembra non essere in grado di risolvere è quello della sporcizia perennemente attaccata al suo corpo.

Impara da Sarah Harvey: fattela 'na doccia ogni tanto. Sei più radioattiva del cervo a tre teste della 1x01.


Come se i problemi non fossero abbastanza, Jaha torna ad Arkadia in modo da poter rompere l'anima anche ai suoi abitanti con la storia della Città della Droga.

Insomma, lui è l'unico a vedere in positivo tutta questa situazione: "probabilmente moriremo tutti, ma non importa. La morte non è la fine. Andremo tutti nella Città della Luce."
E che bella consolazione. Tanto vale che ci impicchiamo tutti e buona notte al secchio.


Basically, l'intero fandom:


  • John Murphy:*loses Jaha in a crowd*
  • John Murphy:Good.

Così, Jaha cominci a spacciare -letteralmente- in giro, concentrandosi soprattutto su Raven, momentaneamente in difficoltà per il problema all'anca e quindi più sensibile alle provocazioni di Thelonius. Alla fine della puntata, infatti, Raven povera cucciola decide di prendere la pillola, stanca di soffrire.

Aggiungiamo quindi una Raven strafatta alla lunga lista di motivi per cui Jahahhh ci sta sulle palle.


Tornando ad Arkadia, dal momento che neanche Kane riesce a instillare il seme della ragione in Bellamy a suon di Wake Up,


tocca a Clarke provarci, la quale, con l'aiuto di Octavia, riesce ad introdursi ad Arkadia in modo da poter parlare con Bellamy. 
Che dire di questa scena? Tra i Bellarke c'è così tanto angst da poterci campare una vita intera. 

E' piuttosto ovvio che Bellamy continua ad essere confuso su cosa fare ed è arrabbiato e deluso per il comportamento di Clarke; in particolar modo per il fatto che li abbia abbandonati per stare con Lexa e i Trikru, anche se non è che avesse molta altra scelta. Pora stella

La gentile clientela è pregata di notare come sottolinea il "me". You're welcome.

Clarke, invece, mi è sembrata, per la prima volta in questa stagione, una ragazza della sua età, fragile e sfinita per il peso di tutte le azioni che ricadono sempre sulle sue spalle: finalmente abbiamo rivisto la VERA Clarke. 

E' dura essere sempre quella che deve agire in modo giusto, senza soffermarsi a pensare su quello che lei vorrebbe fare perchè obbligata a mettere il benessere degli altri sempre al primo posto. Possiamo dire qualunque cosa sulle ship di questa serie, ma è innegabile il fatto che questi due abbiano davvero bisogno l'uno dell'altra. 

E poi, dai, le loro mani che si toccano e i loro sguardi complici e sollevati per essersi finalmente sfogati.


-I know we can fix this.
E' per questo, e soprattutto per quanto segue, che mi sento di poter affermare che la vita da shipper fa schifo: dopo questo meraviglioso momento - e non ditemi che Bellamy stava recitando perchè tanto non vi sento lalala-, Bellamy incatena Clarke in modo da poterla portare da Pike.

Dio delle ship dimmi P E R C H E'.


E' solo grazie a Octavia che, adirata per come stanno andando le cose e per il fatto che il cancelliere abbia fatto internare Lincoln, che Clarke riesce a liberarsi e a mettere al tappeto Bellamy che, ammettiamolo, se lo meritava eccome.


Tornata da Lexa, Clarke riesce a convincerla con la sua sola presenza forza delle argomentazioni a lasciare invendicati i morti causati da Pike e a compiere quindi il primo passo verso la pace.

Blood must not have blood. 

La completamente reazione del compianto Finn a questa decisione dev'essere stata la seguente:


E' anche vero, però, che la decisione presa da Lexa sembra essere stata influenzata dai suoi sentimenti verso Clarke...è stata veramente la scelta migliore?

Questa 3x05 mi è piaciuta più della 3x04, soprattutto perchè mi interessa molto la scissione che si sta creando ad Arkadia e per le motivazioni che spingono i vari personaggi a schierarsi da una o dall'altra parte.

Voi cosa ne pensate? Credete che Bellamy, Lexa e Raven abbiano preso delle decisioni sagge? Fatemelo sapere nei commenti!

Voto finale:


Vi lascio con il promo della 3x06. A settimana prossima!







News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge