Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
venerdì 19 febbraio 2016


Finalmente questa settimana siamo ritornati alla storyline principale che vede protagonisti anche Cass/Lucifer e Crowely e non vi sorprenderà la fine di quest'ultimo come segugio del nuovo Re dell'Inferno, nullafacente e ozioso. 


La puntata ci rivela qualcosa sul passato dei Men of Letter portandoci indietro di 73 anni fa, precisamente il 1943 durante l'occupazione tedesca in Francia dove uno dei generali del Fuhrer ha con sé un oggetto mistico, "La Mano di Dio", che ha un valore inestimabile e un potere divino. L'amante, Delphine, francese si accorge della scatola preziosa e quando capisce cos'è assassina il generale e si impossessa della scatola rivelando di essere una Women of Letter.




Sam e Dean, nel 2016, fanno una ricerca basata proprio su questo fatto e, secondo Dean, Cass è l'unico a poterlo aiutare con il viaggio nel tempo, ma Sam non è d'accordo e fa di tutto per far declinare la proposta finché non cede ai due amici e acconsente alla missione. 





Quando il maggiore arriva sulla nave è senza l'Angelo che bloccato da dei segni affissi sulla nave lo obbliga a non oltrepassare lo sbarco, quindi fa retro front e ritorna al Bunker da Sam dove insieme troveranno il modo di salvare Dean; intanto, quest'ultimo, ha tentato in tutti modi di nascondersi finché non è stato obbligato a legare un soldato dell'equipaggio e a prendere le sue vesti. Camminando per la nave sente parlare di Delphine che si trova nella stanza ristoro e la raggiunge immediatamente tentando invano di parlare di spiegarle chi è, ma qualcuno si è accorto della sua presenza e prima di fare altro viene interrogato dal Capitano che all'inizio non crede ad una sola parola di quello che dice fin quando quello che gli è stato raccontato si avvera nel giro di pochi minuti. Dean è bloccato dal soldato che aveva aggredito, ma almeno ha la possibilità di spiegare alla donna perché è lì, così inizia la sua storia. Lei le crede e insiste per aiutarlo nella sua missione, ma quando chiede a Dean di ucciderla per liberare la nave dalla protezione, il maggiore si rifiuta e tenta un altra tattica; purtroppo è rimasto poco tempo e la nave viene attaccata dai Tedeschi che dopo 4 o 5 bombe inviano un messaggio ai Francesi chiedendogli in cambio della loro salvezza la ragazza e la scatola che ha con sè. Il Capitano rifiuta l'offerta mettendo in pericolo se stesso e l'intero equipaggio; intanto Delphine ha deciso di aiutare Dean prendendo "The Hand of God" in mano così da suicidarsi.






Nel frattempo Sam e Cass stanno valutando un incantesimo mai provato, ma fattibile se non fosse per il piccolo dettaglio che cita l'utilizzo di un Arcangelo. A quel punto la maschera di Lucifero cede e mette in mostra di fronte al minore tutto il suo ego e quando Sam se ne rende conto ormai è troppo tardi, perché chiedendogli di prendere energia dalla sua anima per l'incantesimo ha permesso a Lucy di buttarsi a capo fitto in questa "operazione". Per fortuna la forza di Cass subentra per qualche secondo e racconta al minore il perché della sua scelta e la motivazione per cui dovrebbe fidarsi di lui.








Castiel ritornato nell'oscurità ridà a Lucifero il comando del corpo, il quale viaggia nel tempo, prende Dean e lo riporta a casa. Sam avvisa immediatamente il fratello di chi abbia accanto, ma non fa in tempo a finire che Dean viene scaraventato dall'altra parte della stanza. Lucy pensa di avere in pugno la situazione, ma si accorge che l'oggetto mistico non serve più nulla, così furibondo si avvicina a Dean permettendo, però, a Sam di poter sfruttare l'incantesimo "scaccia Angeli". 




Questo bel ritorno al passato, alla fine, non è servito a niente, anzi ha fatto riemergere dolori ormai dimenticati: oltre aver scoperto l'identità di Lucifero,  Dean si sente in colpa per aver assistito ad un omicidio di massa senza poter salvare nessuno, ripensa a tutte quelle persone morte per mano dei Tedeschi e quando ne parla al fratello gli chiede che fine abbia fatto a nave Tedesca. Sam lo rassicura che è affondata e che non ci sono sopravvissuti, ma i suoi occhi parlano chiaro, sono pieni di lacrime e sopra le note di Edit Piaf "Non, Je ne regrette rien" rimane solo aspettando una risposta a tutte le sue domande. 







Concludo qui dicendo che questa puntata mi ha toccato nel profondo perché è stato toccato, per quando molto vagamente, la II Guerra Mondiale. Mi ha colpito molto quando il ragazzo che tiene in custodia Dean fa delle domande sul futuro, una delle quali è la voglia di sapere quando finirà la guerra; inoltre la reazione di Dean quando non crede che Cass abbia accettato la proposta di Lucifero e parla subito del piano di salvarlo; infine lo sguardo di Sam impotente di fronte alla sofferenza del fratello a cui non riesce ad alleviare nessun dolore. 

Vi lascio il promo della prossima puntata "Beyond the Mat":



Voto puntata: 9




Alla Prossima, 
"We'll always bound each other"
MissW. 



News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge