Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
mercoledì 9 marzo 2016

Hey Cattivoni di Gotham!
Non so veramente come descrivere il modo in cui mi faccia sentire questa serie. Emetto degli strilletti acuti mentre la guardo che, spesso, mi vergogno di me stessa! E pensare che avevo dei dubbi sull'iniziarla o meno.
Senza dubbio, sta diventando una delle migliori proposte del palinsesto invernale. Nel suo genere è qualcosa di veramente incredibile, merito anche del fatto che abbia un universo sconfinato alle spalle.
Questo potrebbe, però, essere anche un limite. Molta pressione, molti confronti.
Non so voi, ma per adesso non c'è nulla che non mi convinca di Gotham.
E' perfettamente lineare, nonostante i colpi di scena e la vastità degli imput inseriti.



Questo episodio rappresenta la fine del percorso di Victor Fries e la nascita definitiva di Mr Freeze. Un altro dei nostri amati e celebri cattivi. Ed è quasi incredibile se consideriamo che, tutto sommato, è una delle persone migliori che abbiamo incontrato durante tutto il corso del nostro percorso.
L'episodio è stato ricco di spunti.
Partendo dal romanticismo del personaggio di Victor. 
Un amore così bello, così totale. Sono rimasta senza parole e abbastanza sconcertata quando Nora ha scambiato la soluzione.



Perché?
Ormai era fatta!



Ed è vero, la speranza del lieto fine era piuttosto flebile, ma come si fa a preferire la morte?
E' una scelta che sembra quasi impossibile da compiere. Forse perché è difficile immedesimarsi in un tale stato di stanchezza. Nora era esausta. Svuotata. Non c'era niente che la spingesse a lottare ancora. Neanche Victor.
Non mi stupisco, dunque, che ora lui diventi un criminale, considerato che l'unica opzione che gli resta è il Professor Strange.




A proposito di questo.
Il dottore e la sua scagnozza sembrano collezionare cattivoni sotto sale ed hanno tutta l'intenzione di resuscitarli in blocco. Per quel che vale sono disposta ad accettare la rinascita di Galavan pur di avere indietro Fish e Jerome. Quello che proprio non mando giù, sono le torture al piccolo Oswald.



Non c'entra niente ma mi faceva ridere!

Non posso credere al fatto che Jim non lo abbia salvato. O almeno ascoltato. O almeno che non gli abbia creduto! Suvvia, addirittura Harvey sembrava preoccupato!




Non capisco come non abbia ancora capito che chi ricopre ruoli di potere a Gotham è probabilmente un pazzo criminale crudele. E il direttore di Arkham, come potrebbe non esserlo?
Ma d'altra parte, evidentemente quando Jim entra nel manicomio mette i paraocchi, visto che non ha degnato Barbara neanche di uno sguardo! Non che mi aspettassi pianti e scene melense, ma neanche la più completa indifferenza.



Addirittura Lee ha avuto una reazione.
E che reazione!
Facile fare la mattacchiona mentre dorme eh?!
Ad ogni modo, Lee si sta accorgendo che qualcosa non va in James. Si sta accorgendo del fatto che stia cambiando, che stia andando in una nuova direzione, da solo. 
Mi piace il fatto che si imponga, che, in qualche modo diventi un'ancora per lui, qualcuno che gli impedisca di perdersi del tutto.
Quello che mi domando è perché lo faccia.
Il punto è che il problema dovrebbe essere il sentirsi tagliata fuori e non una mancanza di fiducia. Perché il quel caso, sarebbe male.
Inoltre, farebbe bene a preoccuparsi delle sue relazioni passate. Perché è evidente che non le piacciano i tipi che seguono le regole. O forse lo ha dimenticato?



Personalmente, io non credo che Jim Gordon si perderà. Credo che sarà bello vederlo camminare in equilibrio sul filo del rasoio, poggiando sempre il piede dal lato giusto, alla fine.
Infondo, Gotham non parla di eroi.
Parla di Anti-eroi.
Sono loro che spiccano e incantano e ci tengono incollati allo schermo. Il bene assoluto non esiste.
Neanche Lee, che infierisce su una povera squilibrata in coma.



Nessuno si salva, tutti nel loro piccolo hanno un lato oscuro. E per sconfiggere questo male, qualche volta è necessario per Jim essere "l'altro Jim".



Perché questo ci suggerisce il nuovo, piccolo, e promettente Bruce Wayne.
Sta nascendo. Lo vedo. Lo vediamo tutti.
E' lì che lotta per uscire dal bozzolo e trasformarsi in uno splendido pipistrello.
Mente ed è determinato e non ha scrupoli nel mentire. Anche ad Alfred che mi ha quasi fatta piangere per il modo in cui cerchi ancora di proteggerlo, e di decidere.




Ma Batman ha la stoffa del leader e da che mondo è mondo, Alfred è il maggiordomo. Non uccide persone al posto suo, non comanda.
E Bruce deve fare qualcosa. Ed è come se avesse una doppia personalità.
E' come se davvero esistessero due diversi Bruce, di cui uno è rimasto bambino, si affida alla guida sicura di Alfred, gli chiede di allenarsi e accetta le sue regole. L'altro, invece, si rivolge a Selina, flirta, e le chiede una pistola. E quei due funzionano fin troppo bene come Partners in Crime!




Sono adorabili!

Non ci resta che attendere il prossimo episodio!
Magari sarà Nygma a salvare Oswald dagli esperimenti ad Arkham!  Chi lo sa?
Non vedo l'ora di capire come ne uscirà.

A presto, Mika!

Valutazione Episodio:


Visitate la nostra pagina
e le pagine nostre amiche:

https://www.facebook.com/Gotham-ITA-215999821928286/

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge