Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
sabato 12 marzo 2016


Signore e signori, ecco a voi il nuovo episodio di How To Get Away With Murder, ovvero "chi ancora non si è fatto chi!".
E diciamolo che abbiamo pensato un po' tutti di aver sbagliato show e di essere capitati in una puntata di Beautiful, soprattutto durante l'interessantissimo battibecco tra Nate ed Eve su con chi dei due Annalise sarebbe stata più al sicuro.



Autori, davvero, questa cosa vi sta sfuggendo di mano e sta pericolosamente rasentando il ridicolo.


Detto ciò, a questo show gli si perdona tutto, anche questa caduta di stile, quando ci regala un episodio così. Io ve lo dico subito: è stato un episodio difficile, devastante, emotivamente provante. Ho pianto come una fontana e ho dovuto bloccare la visione più volte perché non la reggevo.

Quindi, veniamo a noi.
Riprendiamo da dove li avevamo lasciati, con Annalise aggredita da Philip (sì, l'attore è lo stesso, ero io che settimana scorsa non ci vedevo bene!), a casa di Wes. Lei riesce a colpirlo e a scappare e quando arriva la polizia di lui non c'è più già traccia. 
Tutti i Keating 5 si riuniscono da Annalise, Eve e Nate, preoccupatissimi per la loro donna, danno vita a quel quadretto già descritto in apertura, e Nate porta anche una nuova buona novella: Caleb è scomparso!
Benissimo. La polizia il proprio lavoro lo sa fare alla grande in questo show!

Comunque, il procuratore, o quello che è, convoca tutti i ragazzi perché a lui la storia dell'immunità non lo convince poi molto (vorrei solo dirgli che l'ultima persona che ha cercato di indagare su Annalise non ha fatto proprio una bella fine) e questo espediente ci permette di riascoltare finalmente Laurel La Divah parlare in spagnolo. Dieci punti in più per l'episodio solo per questa chicca.

Diciamocelo, nel presente non è che accade poi molto. Annalise ricomincia a bere, e vabbè, che novità!
Bonnie si confronta con Frank su Lila, lui ammette l'omicidio e lei capisce, perché ne conosce il vissuto, forse, che il mandante è stato Sam, non Annalise, come continua a credere Laurel, che rivelerà in chiusura di puntata tutto ad Annalise.


















I ragazzi si ubriacano, 

e Michaela, che fino a dieci ore prima piangeva disperata la scomparsa del suo amato,


finisce nel bagno del locale a farsi sculacciare da Asher. Quando si dice, la coerenza!




Una piccola nota per la battuta più azzeccata dell'episodio, e a dirla è Bonnie. Lì dentro ognuno ha le sue colpe, sono tutti sulla stessa barca e la cosa che davvero li accomuna è che sono tutti, in parte, cattivi.








Mentre la combriccola si sballa, Wes sempre più asociale ha un tête à tête con Annalise. E qui, con un continuo giocare tra passato e presente scopriamo cosa è accaduto in seguito alla morte di Rose.
Intanto scopriamo che Annalise ha dei poteri extrasensoriali perché senza che Rose le dicesse nulla, ha capito non solo che è stata violentata più e più volte da Mahoney senior ma anche che Wes/Christophe è il frutto di quella violenza.



Quindi, due anni di sotterfugi per non dire a Wes che suo padre è vivo ed è uno stronzo criminale. Forse, dico forse, rivelargli la verità subito, avrebbe risparmiato molte cose, ma probabilmente la serie si sarebbe chiusa al primo episodio.

Vabbè, queste le grandi rivelazioni dell'episodio, che messe così, nero su bianco, non lo fanno sembrare un grande episodio.
Ma ho lasciato in coda l'avvenimento più importante. Non ai fini della storia in sé, ma per comprendere meglio la psicologia del personaggio di Annalise, quel suo essere rotta, ed il legame con Sam che da quell'evento è inevitabilmente cambiato.

Da quando avevo visto Annalise incinta ho pensato che la perdita del bambino fosse legata al caso. In realtà, si è trattato di un incidente, ma come lei stessa ammette, se non fosse stata lì ad occuparsi di quel caso nulla sarebbe successo, e questa colpa se la porterà dietro per sempre, e segnerà forse anche la fine del suo matrimonio.
Io non so spiegarvi quello che ho sentito nelle scene all'ospedale, avevo il cuore in frantumi, vedere quella mamma mangiucchiarsi un'unghia in attesa di sentire il pianto di suo figlio, ed osservare il suo sguardo che realizza che non piangerà mai. Immaginare quel corpicino ancora caldo, ancora morbido, ma privo di quella vita che lei aveva sperato e voluto per lui. Posso solo immaginare lo strazio che una donna può provare a vedere il suo bambino morirle tra le braccia, o quello che può provare un padre ad assistere inerme a quella scena. Credo che la cosa più difficile sia proprio il senso di impotenza: sei lì, e non puoi fare assolutamente nulla, né per te, né per tuo figlio, né per il tuo compagno.
È un dolore che se non hai la forza di trasformare ti annienta, piano piano. Ogni giorno, quando ti svegli, e realizzi di nuovo che è successo davvero, e devi riprocessare tutto. E quella foto che dovrebbe aiutarti non fa altro che ricordarti tutto quello che avrebbe potuto essere e che, invece non sarà mai.
Ed ora sappiamo perché Annalise è la donna che è, con quella pelle dura fuori, ma rotta, a brandelli dentro.
E lo dico, Sam non mi è mai stato simpatico, ma in questa scena avrei voluto varcare lo schermo ed abbracciarli entrambi.

Complimenti davvero a Viola e Tom per averci regalato un momento così intenso, così profondo, così dannatamente vero.




Episodio eccellente, ed il voto è dovuto in gran parte (se non in toto) alla scena dell'ospedale.



Ricordate di fare un salto sulla nostra pagina facebook Diretta Telefilm, sul nostro gruppo e sul profilo Twitter.

E di passare anche dalle pagine che mi condividono, che, come sempre, ringrazio!



Vi lascio il promo del prossimo episodio, "Anna Mae", che vi ricordo è l'ultimo della stagione:






Alla prossima,
Raffaella


News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge