Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
venerdì 8 aprile 2016

Dunque gente, siamo già arrivati alla fine di questa prima stagione di Shadowhunters!
E, ammettiamolo, se dovessimo metterci a criticare di pecche ce ne sarebbero, ma alla fine, credo, sia necessario prenderla per quello che è, e tutto sommato, abbia assolto al suo scopo.
Shadowhunters è una serie leggera. Per apprezzarla si deve entrare nell'ottica di quello che realmente è, senza aspettarsi che da un momento all'altro diventi un gioiello di inestimabile valore.




Ha delle zone d'ombra parecchio evidenti che tutti possiamo vedere.
Prima tra tutti la McNamara. Adesso, questa ragazza è bellissima e, avendo letto la saga, esteticamente a me piace  anche come scelta. Bisogna però essere onesti, aldilà della personale simpatia. Le sue doti interpretative lasciano a desiderare. 
E non venitemi a dire "allora fallo tu" perché, ahimè, io non faccio l'attrice di professione. Non prendo soldi per pomiciare con tipi palestrati e sospirare ogni volta che uno di loro mi tocchi. 
E' anche vero, però, che un timido miglioramento nel corso delle puntate io l'ho visto. E voglio essere fiduciosa. Non so se dipenda semplicemente dalla bravura degli autori nel distrarci. Trovo sempre che in alcuni momenti, ecco, si lasci prendere la mano ed esageri con l'espressività ..



Dunque mi aspetto una sfavillante seconda stagione, all'insegna, soprattutto, dell'incremento della diffusa ossessione per qualsiasi cosa sia correlata a Daddario, flautolenze comprese.

Ma arriviamo ad analizzare a quale punto del loro percorso siano i  nostri protagonisti.

Clary. Tutto sommato a me questa protagonista piace, al netto dei sospiri. Anzi, riflettendoci meglio, sospiri compresi. Già, perché fino ad ora è sfuggita alla tremenda maledizione di Joey Potter. A Clary piace Jace, le è piaciuto subito, ed ha lasciato che la sua gallina interiore parlasse. Viva l'onestà. Il tutto senza però mettere da parte quella che stava diventando la sua nuova vita. Clary è forte, decisa ed intraprendente. E' vero. Qualche volta è un po' tonta, altre volte (vedi quando non si accorge della cotta di Simon) utilizza la tattica dello struzzo (forse se ignoro il problema sparirà da solo). Ma il modo in cui si è ambientata nella nuova situazione mi sembra soddisfacente. Clary ha raggiunto il suo obiettivo. Ha salvato la madre, e non ha paura di mostrarsi debole.



 Non ha paura di chiedere aiuto. Non è orgogliosa, ma sveglia. E non è egoista. La lasciamo in un momento difficile, alle prese con una famiglia piuttosto incasinata, a fare i conti con un fratello che sembra aver perso la strada e per il quale prova sentimenti non esattamente "fraterni". Ma è leale, onesta e coraggiosa. Il mio più grande timore, ogni volta che si incontri una protagonista femminile è che la si trasformi in una moderna e capricciosa Biancaneve. Che abbia il costante bisogno di essere aiutata e soccorsa. Non è il caso di Clary. Lei non è una damigella in difficoltà. E' un essere umano, che a prescindere dal genere ha bisogno di cooperare con gli altri, non di essere trascinata. 



Questo mi piace.
E mi piacerebbe anche che fossero approfonditi i rapporti "collaterali" di Clary. Parlo di lei e Simon, sì. Ma anche di Alec ed Izzy. Perché i momenti con lei mi mancano, ed invece, ho particolarmente apprezzato il momento con Alec nell'ultimo episodio. Mi piace davvero come i due, alla fine riescano a trovare una strada. Un modo per comunicare l'uno con l'altra.

Jace. Tra tutti, attualmente lui è quello più immerso nella merda. Diciamo le cose come stanno. La debolezza vera di Jace è venuta fuori completamente in questo finale di stagione. Ed è una miscellanea di insicurezze, sindrome dell'abbandono, senso di colpa e di inadeguatezza. Jece segue Valentine perché deve. Per salvare i suoi amici. 




Ma non solo.
In qualche modo, lo shadowhunters cerca il suo posto nel mondo. E quale se non al fianco dell'uomo che l'ha cresciuto? 



Jace non è un abnegante, è un soldato con un ego sterminato. E con questo non voglio dargli un'accezione negativa. E' come se rappresentasse un po' i difetti di una fetta dell'umanità. E' una metafora secondo la quale, quello che siamo non determina il nostro destino. Siamo solo lo strumento di noi stessi. In questo momento lui ha bisogno di essere guidato e preso per mano, da Clary, in forza del rapporto che c'è tra di loro, e da Alec. 

Simon. Tutto sommato per essere uno che è morto e si è ritrovato con la vita sotto sopra se la sta cavando bene! Simon è quello che non perde mai la voglia di scherzare. Soprattutto quando Clary è con lui.



Ma non è solo questo. Simon rifiuta categoricamente che la sua vita venga determinata dalla sua nuova condizione di vampiro. Cerca, costantemente, di interagire con gli altri a livello personale e non politico. Su molti aspetti, questo, gli viene piuttosto bene. Con Clary e Luke e Jace e addirittura Alec. In molti casi, per ora, è più tollerato che effettivamente accettato. Ma non demorde.
Come avrete capito, però, il mio Simon preferito è quello che battibecca con Raphael. 


Voi capite, dunque, quanto possa avermi ferita la rottura finale tra i due.


Raphael è proprio uno di quei personaggi che sfugge di mano agli autori. Lo inserisci, gli fai dire due battute, ed il secondo dopo, non sai neanche come, il fandom lo venera oltre ogni misura.
Trovo che sia un leader meraviglioso, e a renderlo perfetto è proprio la strafottenza, e l'arroganza. 



Non posso smetterla di sperare che ce ne diano sempre di più e che il rapporto tra lui ed il vampiro neofita non si rovini completamente. Anche perché nella mia testa devono sposarsi. E' chiaro. 

Izzy. Quello che mi dispiace di questa splendida donne è che, da un certo punto in poi, sia stata utilizzata più come strumento che come protagonista. O almeno, questa mi è sembrata la sensazione. Trovo che lei sia stata addirittura resa meglio nella serie che nel libro. Questa, ovviamente, è un'opinione personale.
Ho paura che non l'approfondiscano perché, fino ad ora, non sembra avere un difetto. E' leale, generosa, bellissima, intelligente, spiritosa.


Attualmente, Izzy non pensa molto a se stessa. Addirittura non pensava a se stessa durante il processo. Ed invece, vorrei vederla interagire con gli altri, ogni tanto, sulla base di motivazioni un po' più "egoistiche". Spero che venga fuori questo altro aspetto di lei nella seconda stagione. Come spero che ci si concentri di più sul suo rapporto con Clary. 

Malec. Non è che io voglia togliere individualità a Magnus o ad Alec. E' semplicemente che devono essere visti sia nel singolo che a livello di coppia.
Ammettiamolo serenamente. Il Malec è la regina dei fanservice. Ce lo hanno messo lì, come una preda succulenta e tutte noi fangirls abbiamo finito con l'abboccare all'amo neanche fossimo Malgioglio davanti al gelato al cioccolato.
Ma come abbiamo più volte convenuto, it is what it is. E fanservice o meno, non ce ne frega una cippa lippa. Viva il Malec che Dio lo benedica. E che ci facciano vedere questo appuntamento prima che venga a tutte un esaurimento nervoso!


Dopo l'epico momento dello scorso episodio, si cominciano a delineare quelli che potrebbero rappresentare i primi problemi di coppia. Da una parte il passato di Magnus che ritorna sotto le sembianze di Camille. 



Vi prego di notare l'espressione di Izzy che è la suprema rappresentante del fandom.
Non fraintendetemi, il problema non è Camille in sé. Il problema è la mole di amanti che lo stregone ha avuto nel corso della sua esistenza. 



E non possiamo neanche fargliene una colpa, perché voglio vedere voi a vivere secoli in astinenza. Anche i più grandi sostenitori dell'eternità dell'amore dovranno convenire che se fossimo immortali questo concetto andrebbe rivisto.
Non è cinismo, guys. E' l'amara verità.
Magnus ha già amato.



Alec non ammetteva neanche che gli piacesse la pannocchia. Tra i due c'è un'evidente ed innegabile squilibrio.
E se da una parte c'è il passato di Magnus a rappresentare un problema, dall'altra c'è il futuro.





Forse è un po' presto perché questo rappresenti davvero un problema, ma prima o poi, la coppia d'oro dovrà farci i conti.
Alec invecchierà. Neanche Daddario può essere bello per sempre. 




Sono curiosa di vedere come reagirò questo Alec, così diverso da quello a cui siamo abituati nella saga. Molto meno infantile, molto meno capriccioso. Sono un po' preoccupata per la resa.
Ed individualmente, se abbiamo visto un Alec molto presente in questa stagione, un Alec che ha imparato a conoscersi, ad imporsi e ad uscire dall'ombra di Jace e dei suoi genitori,  lo stesso non si può dire di Magnus che è ancora tutto da scoprire come individuo.



Ahimè dovremo aspettare quasi un anno per sapere come e se ci faranno vedere qualcosa di più del suo passato.
Nel frattempo che il Dio delle Fanfiction sia con voi e con il vostro spirito.


E con la Coppa nelle mani di un Valentine sempre più fuori di testa, con Hodge che si veste da Jaime Lannister, e Luke e Jocelyne che forse ce la fanno, vi saluto.
A presto gente!
Mika!

Valutazione Puntata:


Visitate la nostra pagina
e le pagine nostre amiche:

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge