Recensioni

Quale, tra le nuove serie di questo Autunno, è la tua preferita?

Lettori fissi

Powered by Blogger.
venerdì 28 ottobre 2016


Continuiamo sempre sulla solita linea narrativa dove spicca una innata nota materna si fa sentire sempre di più e insieme ad un sottofondo musicale cupo ci rendiamo conto di quanto non sia facile ritornare dal mondo dei vivi. 


L'episodio è stato un alternarsi di fasi comiche e tragiche messe in ordine per me eccellente. È stato bello vedere quanto una donna sa quello che vuole anche se questo significa abbandonare in qualche modo la retta via.





Quello che ci viene presentato oggi è solamente - mi auguro - una piccola parte ancora da scoprire e ho voglia di vedere la prossima puntata per capirci ancora di più. 
Come ben sappiamo Mary è una cacciatrice degli anni'70 dove tecnologia e internet non esistevano assolutamente, tutto era costruito in modo da avere interazioni con gli altri, cosa che oggi giorno non abbiamo più e da piccola 80s capisco perfettamente a cosa si riferisce la madre dei Winchester. Quel contatto visivo non c'è più e le parole spese al telefono diventano silenzi che si nascondono dietro ad una tastiera. 
Mary non si sente affatto bene, non riesce ad essere in pace con se stessa perché quello che ha di fronte, la vita dopo la morte, non è affatto come se l'aspettava. 
Se ci pensiamo bene i suoi ricordi sono fermi a 33 anni fa e quello che ha non è niente in confronto a ciò che si è persa. Come vi sentirete voi al suo posto? 
Tramite piccoli gesti - il taglio dei capelli, andare a caccia da sola, abbassare lo sguardo quando i figli cercano di tranquillizzarla - si riesce a capire quanta forza abbia questa donna e quanto amore provi per i suoi figli. Io non capisco il dolore di una madre, ma lei lo trasmette in maniera eccellente. 
Dal punto di vista dei figli vediamo che è Sam quello ad esternare il vero problema; come sempre Dean non lascia trasparire niente - un po' naive questo uomo che ormai dovrebbe aver capito quale siano i suoi difetti - perché anche solo il pensiero gli fa male. Nonostante ciò, non tarderà ad arrivare perché Mary, alla fine, decide di affrontare la realtà e comunica il suo abbandono momentaneo nel nuovo trio. 






Il tema della caccia naturalmente è collegato in maniera completa con il tema centrale e il sentimento materno. Un padre a cui muore la figlia impazzisce e si mura vivo; all'arrivo di altre famiglie nella casa attira i bambini e li uccide perché li vuole tutti per sé. Questo passaggio al Padre Demoniaco, simile al protagonista - Jack- in Shining evidenzia la differenza tra il voler inglobare il proprio figlio pur di non farlo crescere e il lasciarlo andare nonostante questo significhi soffrire. Tuttavia il caso viene risolto come da copione e il trio torna a casa per la botta finale che lascerà interdetto e dolorante Dean, mentre Sam si dimostrerà affettuoso e comprensivo.





Conclusa la parte triste passiamo a quella divertente che vede Crowley e Castiel - Beyoncè e Jay Z - lavorare al gatto e alla volpe dimostrando di non essere all'altezza dei Winchester.
Le scene mi ricordano molto "scemo + scemo" dove un Cass attento al capello è seguito dall'ansioso Re dell'Inferno che non vede l'ora di rimandare Lucy all'Inferno una volta per tutte. Il terzo elemento, non meno importante, è l'attenta e furba Rowena che con piccole tattiche manda nel posto dove non batte il sole - il fondo del mare - Lucifero ingannandolo con un incantesimo. 









La donna in tutta la sua piccolezza dimostra come già affermato un'innata forza e determinazione superando di netto la coppia di uomini che le chiederanno aiuto per il futuro. 





Concludendo il mio discorso voglio soffermarmi su un elemento molto importante che fino ad adesso era poco presente in Supernatural: la donna. 
Come sappiamo i personaggi femminili sono sempre stati molto poco presenti in questa serie tv e non per un motivo discriminatorio, ma essenzialmente perché non inerenti alla trama. 
Ho notato che quest'anno, invece, il loro obiettivo è proprio puntare su questa forza femminile di cui conosciamo ben poco, almeno in questo campo. 
Mi fa piacere vedere che gli autori abbiamo preso seriamente questo fattore perché nella realtà in cui viviamo, purtroppo, siamo ancora a metà strada dove donne di qualsiasi età lottano per avere pari diritti e pari trattamenti agli uomini. 
Per quanto sia una serie tv e i personaggi come la trama siano finzione, quello di cui tratta - e non smetterò mai di dirlo - sono messaggi e immagini molto importati, quali la famiglia, l'amicizia, l'amore e adesso la forza femminile, quella che tutte noi dovremmo avere di fronte ai problemi. Allegoricamente mostri, demoni e fantasmi sono tutti quegli ostacoli che non riusciamo a superare, forse per paura, ma sono pali che ci bloccano e ci fanno sentire piccole dentro. 
Per questo, finisco dicendo che non dovete aver paura di parlare e/o di agire, ma sempre avere la forza di REagire di fronte a persone, cose o esperienze che vi uccidono dentro. Purtroppo non basta sale e ferro per sconfiggerle, ma con il tempo potrete ritrovare la gioia che un tempo avevate perduto. 
YOU ARE NOT ALONE - JP -

Qui il promo della prossima puntata: 




Voto puntata: 9





Alla prossima,
MissW. 


Ringrazio le mie colleghe e tutte le pagine che mi supportano:

News Letter

Reign cancellato?

A quanto pare non avremo una quinta stagione di Reign . Si concluderà con la quarta stagione, anche a causa di importanti uscite di a...

Datario

Rubriche

Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Google+ Badge